Utente 156XXX
Salve, sono in cura per ipertensione ed assumo Bifrizide al mattino e Norvasc alla sera e nonostante i farmaci la pressione varia tra 85-90/135-140...dall'ecografia è risultata una leggera dilatazione della radice aortica e dell'atrio sinistro... volevo sapere se posso fare tranquillamente i turni notturni e pure fare sforzi intensi come salire ripetutamente decine e decine di gradini...sono soggetto a molti capogiri che mi mettono paura quando devo raggiungere posti molti in alto...maneggio anche acido solforico e fluoridrico...quindi potrei ottenere delle limitazioni nelle mie mansioni oppure è tutto a posto?

[#1] dopo  
Dr. Domenico Spinoso

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
SAN DANIELE DEL FRIULI (UD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2018
Gentile utente,
Non conoscendo il tipo di lavoro che svolge e i rischi presenti e non avendo un quadro più approfondito delle sue patologie non è possibile azzardare un valido giudizio.
Certamente la sua situazione sanitaria a mio parere merita attenzione in rapporto alla idoneità lavorativa.
Per tal motivo le consiglio di richiedere alla direzione della sua azienda una visita straordinaria con il medico competente per una rivalutazione del giudizio di idoneità (art. 41, comma 2 lettera c del dlgs 81/08).
Si ricordi di porre all’attenzione del medico competente tutta la documentazione sanitaria in suo possesso inerente le patologie patite.
Cordiali saluti
Dr. Domenico Spinoso
Medico del Lavoro