Utente 552XXX
Salve, lavoro da circa 4 anni in una azienda come addetto al montaggio, la mia postazione ha un avvitatore che, a differenza di altre, non ha la barra di reazione per attutire i contraccolpi dell'avvitatore, in base al prodotto che lavoriamo eseguo max 1280 avvitature a 25Nm + 160 a 10Nm durante l'intera giornata lavorativa.
Per circa 2 anni ho sofferto di dolori saltuari alla spalla (l'avvitatore può essere utilizzato solo con la mano destra), da circa 1 mese il dolore è molto più intenso e mi sono rivolto al medico per eseguire dei controlli. La risposta della rm alla spalla destra è la seguente :
Regolari gli elementi tendinei della cuffia dei rotatori con un minimo inspessimento unicamente del tratto inserzionale del tendine del sovraspinoso che presenta lieve Intrinseca alterazione del segnale come per probabili alterazioni degenerative.
Concomita minimo versamento nella borsa subacromion-deltoidea
Regolare il capo del bicipite brachiale
Segni di modesta artropatia degenerativa acromion claveare.

Avendo segnalato più volte, nel corso degli anni, al mio responsabile questo dolore non ho mai ricevuto risposte utili a diminuirlo (la barra di reazione non serve secondo loro)
Ho quindi chiesto circa 2 giorni fa tramite modulo di essere rimesso a visita medica per far vedere la rm al medico e vedere se si riesce a trovare una soluzione.

Per come stanno adesso le cose possono ancora farmi lavorare in quella postazione oppure non sono più idoneo? Avendo il contratto jobs act non vorrei essere licenziato per inidoneità (l'azienda è molto grande circa 1700 operai) e ci sono molte postazioni che non hanno il problema del contraccolpo.
C'è bisogno che faccio altri controlli o bastano questi? Altri consigli? Grazie

[#1]  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
8% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Buongiorno,

la procedura seguita è corretta, sarà il medico competente aziendale, che dopo la visita e l'esame della documentazione,conoscendo le mansioni svolte, potrà indicare delle prescrizioni o limitazioni all'attività svolta. Sarà poi cura del datore di lavoro, in relazione ai rischi delle postazioni lavorative, ad assegnarla ad altra mansione rispettando le prescrizioni del medico competente.
Naturalmente il rischio di non rinnovo del contratto esiste.

Cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 552XXX

Il contratto è a tempo indeterminato pur essendo di tipo jobs act quindi dovrebbero licenziarmi. Ma se non ho capito male prima di farlo devono tentare di trovarmi un altro posto adatto.
Ultima domanda, quando ho fatto le visite per l'idoneità alla mansione quella per il rischio da sovraccarico biomeccanico degli arti superiori non è stata fatta, è un errore loro non aver previsto tale visita per quella postazione oppure da adesso che ho effettuato questa segnalazione sono tenuti a farla? Grazie