Frattura scomposta tibia perone ho diritto in fabbrica ad un lavoro seduta?

Buongiorno lavoro da 30 anni in una ditta tessile.
La mia mansione inizialmente era stiratrice quindi svolgevo in piedi la mia mansione.
Poi dopo 20 anni mi hanno cambiato lavoro x loro esigenze lavorative.
Alternato seduta e in piedi.
L ideale xche poi nel frattempo subii frattura scomposta tibia perone.
Ho un chiodo tibiale più 4 viti due al ginocchio e due al perone.
Purtroppo però ultimamente mi hanno nuovamente cambiato mansione.
Devo stare 8 ore in piedi e con il mio problema non riesco.
Vorrei sapere se a seguito del mio incidente posso avvalermi di un qualche diritto x poter tornare al mio lavoro alternato seduta e in piedi.
Grazie mille se potrete aiutarmi
[#1]
Dr. Domenico Spinoso Medico del lavoro 634 76 11
Gentile utente,
la valutazione deve essere fatta dal medico dell'azienda sulla base delle sue condizioni fisiche e sul tipo di lavoro che deve svolgere.
Le consigli di richiedere all'azienda una visita medica straordinaria con il medico competente aziendale al quale riferirà tutte le problematiche correlate alle sue patologie ed al lavoro assegnato. Si ricordi di portare al medico tutta la documentazione sanitaria in suo possesso in modo che il medico abbia una più precisa visione del problema.
Cordiali saluti

Dr. Domenico Spinoso
Medico del Lavoro

[#2]
Dr. Maurizio Golia Medico legale, Medico del lavoro 1,8k 77
Buongiorno,

Le suggerisco anche , prima di chiedere una visita, di effettuare un controllo ortopedico (spieghi allo specialista la sua situazione) ed eventualmente radiologico e di portare tali accertamenti recenti al medico competente.

Qualora poi il giudizio del medico competente non le vada bene, potrà sempre presentare ricorso alla Medicina del Lavoro dell'ASL competente.

Cordiali saluti

Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa