Utente 149XXX
Circa 3 anni fa ho subito una distorsione alla caviglia destra a seguito di una brusca caduta; non essendo intervenuta con idonea riabilitazione, nel tempo ho continuato ad avere dolore locale più o meno intenso a seconda dell'attività fisica e delle scarpe utilizzate(in particolare avevo problemi maggiori nella corsa e anche nella semplice camminata indossando scarpe basse); circa un anno fa mi è stata dunque diagnosticata dall'ortopedico una sindrome da inpingment antero laterale con formazione di sinovite, ed di conseguenza mi sono sottoposta ad ottobre del 2009 ad un intervento in artroscopia. In seguito ho eseguito per circa 2 mesi la riabilitazione prescrittami dall'ortopedico(chinesi e propriocezione), ma ad oggi (cioè dopo circa 4 mesi dall'intervento) ho ancora problemi, in quanto accuso periodicamente dolore locale alla caviglia (soprattutto nel lato interno), ed ho episodi frequenti di dolore al ginocchio (lato interno) e all'anca (lato interno ed esterno). Suppongo che questo sia dovuto ad un non corretto appoggio del piede e/o ad una non corretta postura. Vorrei sapere il Vostro parere in merito e soprattutto a quale professionista sia meglio rivolgermi (L'ortopedico? Il fisiatra? Il podologo?).
Grazie.
Saluti

[#1]  
Dr.ssa Emy Brunello

32% attività
0% attualità
12% socialità
VERONA (VR)
SAN PIETRO IN CARIANO (VR)
SANTORSO (VI)
SANT'AMBROGIO DI VALPOLICELLA (VR)
MONTEGROTTO TERME (PD)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2010
Gent.ma Sig.ra, innanzitutto va sottolineato che il podologo non è un medico, pertanto non ha un ruolo nel Suo specifico caso. Ritengo che, con tutta la documentazione raccolta sin qui, Lei si possa affidare senz'altro ad un Collega fisiatra, che valuterà il Suo caso ed anche la eventuale opportunità di farLe eseguire una podobarometria per il controllo del carico posturale. Mi faccia sapere se vuole. Cordialità.
Dr.ssa Emy Brunello

[#2] dopo  
Utente 149XXX

Grazie!
La aggiornerò sicuramente sugli esiti.
Saluti