Utente 857XXX
Salve, spero di avere chiesto consulto nella giusta sezione e ringrazio in anticipo per le vostre risposte. Sono una donna, ho 37 anni, non ho gravi patologie in corso. Preciso comunque che soffro di DOLORE ALLA SCHIENA (discopatia). Da quasi una settimana è iniziato un DOLORE AL TALLONE del piede sinistro precisamente la FASCIA LATERALE INTERNA. Ieri è peggiorato. La parte in questione è DOLORANTE ANCHE AL TATTO e ovviamente non riesco a mettere giù il tallone perchè ho un dolore di media entità (che ripeto, pero', sta peggiorando). Il mio medico di base mi ha subito detto che a suo avviso è causa delle calzature da me utilizzate, infatti uso SEMPRE, scarpe molto ma molto basse, anzi direi che quelle piu' usate (noto brand di cui evito fare nome), hanno addirittura la parte del tallone leggermente piu' giu' del resto della scarpa. Premesso cio' non pratico attività fisica regolare, solo sporadici allenamenti di aerobica ma lievi; non ho avuto urti o altro nella zona in questione, infine, al momento, non c'è ematoma, gonfiore o rossore. Solo una cosa (non so se sia in relazione o meno), alcune settimane fa lo specialista mi ha prescritto 10 giorni di antibiotico Oraxim 500 e precedentemente 5 giorni di Stadium 400 (causa otite emorragica bollosa molto grave) . Detto cio', al momento ho solo inserito, dei plantari all'interno delle scarpe al fine di renderle + comode e rialzate e metto del ghiaccio sulla parte dolorante. Dovrei fare plantari appropriati o altri controlli??? Oppure attendo e vedo come procede??? Nel frattempo potrei fare anti-infiammatori per il dolore??? Tale problema potrebbe essere in relazione con il dolore alla schiena di cui soffro? Tra l'altro il tallone è quello sinistro, il lato proprio dove avverto maggiore dolore alla schiena. Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Mirko Parabita

28% attività
4% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
GINOSA (TA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2004
Cara signora, premesso che, a titolo personale, bandirei le scarpe con il tacco, ritenendole un pericolo pubblico, sicuramente per il tacco 12, ma anche per il tacco 10, che inducono una alterazione significativa e non compensabile, della comune postura, cosiddetta "fisiologica", valuterei la presenza di sperone calcaneare, mediante esame clinico ed esecuzione di Rx calcagno in due proiezioni e solo dopo aver appurato la presenza/assenza di quest'ultimo, procederei con ulteriori valutazioni cliniche, ivi compresa l'adozione di ortesi

Cordiali saluti (e stia attenta ai tacchi che fanno male!!)
Dr. Mirko Parabita

[#2] dopo  
Utente 857XXX

Grazie infinite perl la sua gentile risposta, approfitto della sua gentilezza per chiedere un'altra informazione. Un mese fa mi hanno sottoposta a Rx gomito causa rottura, presso pronto soccorso, ora posso rifare Rx senza problemi? Intendo due Radiografie cosi' vicine potrebbero fare male o meno? Grazie 1000 e buon lavoro.

[#3] dopo  
Dr. Mirko Parabita

28% attività
4% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
GINOSA (TA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2004
Sicuramente no, l'esposizione a radiogarfie rappresenta un potenziale problema solo per chi è costantemente e continuativamente esposto ai raggi x; una ulteriore limitazione/controindicazione, potrebbe riguardare alcuni soggettiin condizioni particolari, tali da indurre il medico ad evitare di far sottoporre il paziente ad esami radiografici
Tuttavia, prima di eseguire il controllo radiografico, si consulti con l'ortopedico, che le dirà se ritiene opportuno effettuare la radiografia di controllo ed eventualmente quando eseguirla

Cordiali saluti
Dr. Mirko Parabita