Linfonodo dolente collo

Buonasera,

Mi chiamo Benedetta, ho 30 anni e da poco sono diventata mamma.
Post partum ho iniziato a soffrire di una forte ipocondria, una grande paura per i tumori e questo mi ha portata a effettuare tanti esami di screening tra cui (visita, ecografia al seno e pap test) tutto nella norma.


Sono in cura da un mese con una psicologa del consultorio per la mia paura dell’ipocondria, nonostante abbia ricevuto splendide notizie sugli esami screening, ho 2 linfonodi dolenti al tatto (quasi con bruciore dopo averli toccati), più grossi, al lato sinistro (sono anche evidenti piegando il collo).


Sono andata dal mio medico, mi ha visitata, mi ha chiesto se mi avesse fatto male dopo averli toccati e ho detto di sì, mi ha detto che sono reattivi di non preoccuparmi, mi ha prescritto Augmentin per 10 giorni minimo, dicendo che sicuramente si sarebbero sgonfiati nel giro di poco tempo, in quanto fossero linfonodi infiammati da qualcosa.

Ho chiesto se potessi fare un’ecografia ai linfonodi per sicurezza e per stare tranquilla, mi ha risposto che tanto non si vedrebbe nulla, meglio gli esami del sangue.




Altri sintomi vari:
No febbriciattola,
rossore dietro l’orecchio,
no perdita di peso,
no sudorazione notturna,
dolore quando giro il collo verso i linfonodi, lato sinistro,
A volte dolore al dente del giudizio (che si trova sopra un nervo, anche qui linfonodo dolente).

I linfonodi al tatto sembrano grandi 1.5 cm, ma ripeto molto dolenti al tatto quasi come se bruciassero.


Devo stare tranquilla, fare la cura e sicuramente tutto passerà, oppure fare una visita specialistica?


Grazie mille per tutte le risposte in anticipo.
[#1]
Dr. Piergiorgio Biondani Psichiatra, Medico di base, Perfezionato in medicine non convenzionali, Psicoterapeuta 1.7k 54
Gentile signora,
i linfonodi si ingrossano e diventano dolenti a seguito di problemi infettivi/infiammatori nella zona di loro competenza.
Nel caso del collo potrebbe trattarsi di denti, gengive.mucosa orale.....
A distanza è impossibile fornire ulteriori valutazioni rispetto a quanto riscontrato il suo medico di fiducia con una visita di persona.
Le consiglierei pertanto di seguire la linea indicata dal suo curante.
Cordiali saluti
dott. Piergiorgio Biondani.

[#2]
Utente
Utente
Grazie mille! Ci vuole un po’ che ritornino della grandezza normale?
[#3]
Dr. Piergiorgio Biondani Psichiatra, Medico di base, Perfezionato in medicine non convenzionali, Psicoterapeuta 1.7k 54
Gentile ragazza,
i tempi in cui i linfonodi si riducono di volume sono imprevedibili, possono trascorrere mesi e,
talvolta, rimangono sempre ingrossati.
Cordiali saluti
dott. Piergiorgio Biondani.