Utente
Ieri non sono andato di corpo. Poco fa, in bagno, nonostante i notevoli sforzi e i minuti "spesi" (circa un ora) non sono riuscito a defecare. Ora mi sento stanco, per lo sforzo, e depresso per questa situazione. Sembra che le feci siano troppo dure per "uscire". Sono andato in farmacia e ho chiesto al farmacista sul da farsi. La sua risposta è stata quella di aspettare e bere tanta acqua. Ma a cosa serve l'acqua se le feci si sono già formate e indurite? Non servirebbe un clistere evacuativo? Lo stesso problema sta capitando anche a mia madre (56 anni) solo che lei non va di corpo da lunedi (l'ultima volta domenica) e anche lei si sta sforzando molto ma senza esiti positivi. Noi abbiamo lo stimolo ma dopo tanti sforzi le feci non riescono ad uscire. Cosa possiamo fare?

[#1]  
Attivo dal 2010 al 2011
Se le fibre, l'acqua e l'eserciio fisico funzionano poco, il passo successivo è rendere le feci più morbide. Si può ottenere con diversi prodotti il più innocuo dei quali (e quindi il primo da usarsi) è la mucillagine, Hyspaghula Husk, che commercialmente è noto, ad esempio come Fibralax. Va assunto durante i pasti assieme ad almeno 200-250 cc di acqua e bisogna berne una quantità uguale subito dopo.

Resta chiaro che si parla in linea del tutto teorica: se le feci sono indurite, sarebbe sempre bene prima fare un'esplorazione rettale per sentire lo stato della Sua ampolla rettale.