Utente 202XXX
Buonasera a tutti sono un uomo di 44 anni, alto 1,70 cm e con peso di 67 kg, non fumatore.
Ho fatto delle semplici analisi del sangue di routine il giorno 9 aprile 2011 ed ho riscontrato valori alti nelle transaminasi AST (41) nelle ALT (69) nel colesterolo totale (257) ed in quello LDL (175). Invece i Trigliceridi erano nella norma (103) lo stesso la Glicemia (93) come l'Azotemia (25) ed anche la Creatinina (1,02).
Ho ripetuto le analisi del sangue il giorno 11 maggio 2011 transaminasi AST (51) ALT (77) Colesterolo totale (231) LDL (175)HDL (32) - Bilirubina Diretta (0,33) Bilirubina totale (1,84) - Inserendo anche i sette Markers dell'Epatite usciti tutti negativi.
Ed ho anche fatto l'Ecografia addome superiore con esito: "fegato a volumetria nei valori di riferimento, margini regolari, ad ecotessitura fine, normoriflettente. Non lesioni focali del parenchima. Non ectasia delle vie biliari intra ed extraepatiche. Colecisti in sede a pareti regolari alitiasica. Regolare il calibro delle vene sovraepatiche e della vena porta all'ilo. Milza in sede, di volume normale, ad ecostruttura omogenea. Pancreas morfovolumetricamente nei limiti, ad ecogenicità conservata. Assenza di versamento intraperitoneale e di linfoadenomegalie delle principali stanzioni addominopelviche ecorilevabili. Reni in sede, mobili, nei limiti volumetrici di riferimento, a margini regolari. Spessore nefroparenchimale bilateralmente conservato. Non si evidenziano da ambo i lati immagini ecografiche da riferire a calcoli urinari. Cavità escretici calicopieliche bilateralmente non dilatate. Assenza di patologie espansive."

Per problemi di colite nervosa negli ultimi 10 anni mi era stato dato il farmaco, (1 pillola al giorno la mattina), Spasmoment 20 - che dal 12 maggio 2011 ho smesso.

Sto seguendo, dal 5 maggio 2011, dieta alimentare prescritta da un dottore nutrizionista, naturalmente con nessun alcolico in essa, come anche carne rossa.

Sono molto preoccupato, spero mi possiate aiutare.

Sicuramente negli ultimi anni, per lavoro, la mia alimentazione è stata molto condizionata da panini mordi e fuggi, da poca acqua e da sospensione totale di attività fisica.

Attendo un vostro consulto.

Grazie a tutti.

[#1]  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.mo Utente,

Alcune domande

- Quale quesito specifico era quello per il quale sono state richieste le analisi? Se non si sa cosa si cerchi, di solito quello che si trova non ha significato. Il concetto di "semplici analisi di routine" è assurdo perché il significato di qualsiasi valore varia, sia che si trovi nei limiti che al di fuori, a seconda del motivo per il quale è stato richiesto.

- Per quale motivo sarebbe preoccupato?

- Nella Sua famiglia, qualcuno ha avuto problemi di cardiopatia ischemica o diabete insorti prima dei 40 anni? Anche il valore del Colesterolo e dei trigliceridi variano, nella loro importanza, a seconda della persona nella quale si chiedano, motivo ulteriore per non fare mai le "semplici analisi di routine" ma per fare ricerche mirate a confermare un dubbio già presente.

Presumendo che l'Ecografia sia stata richiesta per controllare il valore alterato delle transaminasi (il che sarebbe anch'esso un errore concettuale: prima si deve attendere qualche settimana e ricontrollare le transaminasi, perché con quei valori, in assenza di fattori di rischio noti, si notano spesso oscillazioni prive di significato clinico), il suo risultato è assolutamente normale. Buona norma, secondo la maggior parte delle Società Scientifiche, sarebbe quella di attendere 4-8 settimane, ricontrollare le transaminasi, chiedere i markers delle epatiti e POI, forse, richiedere un'Ecografia.

Ad ogni modo, continuo a non comprendere esattamente perché Lei esprima preoccupazione.

Ad una rilettura della Sua storia, noto che Lei ha già formulato lo stesso quesito, con la stessa preoccupazione. Se non fossero stati allegati i risultati del nuovo controllo, avrei respinto la richiesta in quanto, praticamente è un duplicato della precedente. Con la differenza che, se non c'era da preoccuparsi prima, adesso, se possibile, ce n'è ancora meno bisogno.

[#2] dopo  
Utente 202XXX

Buonasera Dr. Riccardo Benci la ringrazio della sua risposta e le rispondo alle sue domande.

Le analisi del sangue sono state fatte da me (le prime) per un controllo generale, senza nessun sintomo, ma per il solo motivo di un controllo del sangue annuale.

Poi a queste è seguita un consulto "telefonico" con il mio medico curante, una visita da un medico nutrizionista con relativa dieta (alla quale mi sono stati tolti tutti i tipi di alcolici) alimentare, poi un consulto da un'altro medico per capire del perchè di questi valori alti delle transaminasi - bilirubina - colesterolo.

Passato un mese ho rifatto di nuovo le analisi delle transaminasi bilirubina e colesterolo, visti i valori ancora alti, mi sono state prescritte le analisi dell'epatite e poi l'ecografia addome alto. (I risultati sono stati negati per entrambi)

Mi sono poi state prescritte anche le analisi della sideremia, della transferrina, la ceruloplasmina, quella della IGA anti transglutaminasi ei i marcatori della ferritina, tutti nella norma.


Per questi mesi, dal 12 aprile 2011 ad oggi, continuo con la dieta alimentare prescritta dal medico nutrizionista, risultato da 72 kg sono sceso a 66/67 kg ma i valori delle transaminasi ALT sono ancora a 69, la bilirubina totale è alta a 2,21 e quella diretta a 0,40, il colesterolo totale è sceso a 213 e quello cattivo ldl a 167.

La mia preoccupazione è dovuta per il protrarsi dei valori alti della bilirubina e delle transaminasi sono passati più di 2 mesi ma tali valori non sono scesi, ecco il motivo del mio preoccuparmi.
Vorrei trovare le motivazioni di tali valori, ma il mio medico curante, chiamato flash per le suoe visite telefoniche oppure lampo mi ripete solo di restare a dieta e ripete le analisi ogni 3 mesi. Senza darmi motivazioni.

La ringrazio per la sua attenzione e per un suo parere dopo le mie risposte alle sue domande.


PS nella mia famiglia non ci sono parenti che avevano problemi di cardiopatia ischemica o diabete insorti prima dei 40 anni!
Tranne mia madre con il colesterolo alto arrivato dopo l'età della menopausa (59/60 anni).

[#3]  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.mo Utente,

La GPT è lenta a scendere. La bilirubinemia non è assolutamente preoccupante. Ci sono molte persone che hanno un valore di totale (principalmente l'indiretta) più alta della media della popolazxione a causa di una diversa attività degli enzimi che la processano e questo senza che sia presente alcuna condizione clinica.

Il Suo colesterolo LDL dovrebbe raggiungere un target di 160 o meno, vista la sua bassa classe di rischio, pertanto la cosa migliore da fare sarebbe aumentare l'esercizio fisico. I valori da Lei citati non giustificano l'utilizzo di una Statina.

Tenga sempre presente che l'obiettivo non è "riportare i valori al normale" (che non esiste in quanto i valori di riferimento sono semplicemente un range statistico) ma l'individuare eventuali condizioni cliniche in atto o in fieri che possano essere trattate. C'è un abisso tra questi due concetti e, se fosse sufficiente misurare dei valori e poi riportarli alla norma, per fare il medico sarebbe sufficiente la seconda elementare.

Quello che mi lascia leggermente perplesso è il dettaglio che mi sembrerebbe di capire dal Suo messaggio, cioè che il Suo medico non l'avrebbe neanche esaminata: si possono ricavare moltissime informazioni indispensabili da un esame clinico e le mani sono gli strumenti più a buon mercato. Io, spessissimo, non richiedo alcun approfondimento diagnostico, molto di rado consulenze specialistiche e mai mai mai prima di aver "messo le mani addosso" al Paziente, perché un ottimo orientamento si può ottenere già da questo. Ma ognuno ha i suoi metodi.

[#4] dopo  
Utente 202XXX

Oggi ho ritirato le analisi prescritte dopo quasi 2 mesi da quelle precedenti;

AST-TRANSAMINASI 40
ALT-TRANSAMINASI 86*
GGT-TRANSFERASI 28
FOSFATASI ALCALINA (ALP) 107
COLESTEROLO 194
COLESTEROLO-HDL * 33
COLESTEROLO-LDL 150
TRIGLICERIDI 87
GLICEMIA 93
AZOTEMIA 30
CREATININA 0,93
BILIRUBINA DIRETTA/ESTERIFICATA 0,39*
BILIRUBINA TOTALE 2,33*

Proteine totali (Q) 7,55 6,6 - 8,7 g/dL
Albumina % 62,5 %
Alfa1 % 3,7 %
Alfa2% 7,5 %
Beta1 % 5,6 %
Beta2 % 5,0 %
Gamma % 15,7 %
Albumine/Globuline 1,67 1,10 - 2,40 (nessuna)
ALBUMINE 4,7 4,0 - 4,8 g/dL
ALFA - 1 0,3 0,2 - 0,4 g/dL
ALFA - 2 0,6 0,6 - 0,9 g/dL
BETA - 1 0,4 0,4 - 0,5 g/dL
BETA - 2 0,4 0,2 - 0,4 g/dL
GAMMA 1,2 0,7 - 1,3 g/dL

Praticando sempre una dieta alimentare ed utilizzando il Tapirulan con allenamenti di 3 a settimana per 1 ora l'uno, restano ancora alte le Transaminasi ALT la Bilirubina, sia la Diretta che la totale e invece resta basso il colesterolo HDL. Dandomi così un fattore rischio Colesterolo totale 194/Colesterolo HDL 33 = 5,87 ancora alto.

Per le Transaminasi ALT e la Bilirubina la causa può celarsi dietro un utilizzo lunghissimo del farmaco (prescrittomi da un medico per la colite spastica)? SPASMOMENT SOMATICO 20 contenete Otilonio bromuro e diazepam - la prescrizione è stata di 10 e più anni anni con una pillola al mattino sempre - Oggi leggendo
nel foglietto interno la confezione del farmaco noto al punto E) effetti indesiderati: ..."variazione dei tassi ematici delle transaminasi, delle fosfatasi, della bilirubina." Quindi potrebbe essere questa la causa delle transaminasi e della bilirubina alterate?
Chiedo un vostro parere ed un consiglio.

PS Posso utilizzare il prodotto No-Colest della Specchiasol per favorire i corretti livelli del colesterolo
oppure facendo questo si alzerebbero di più i livelli delle transaminasi? Oppure posso prederlo tranquillamente? Oppure mi consiglia l'Olio di pesce (Omega 3) a pillole della Body Spring?

PPS posso prendere una aspirina in caso di mal di testa con le transaminasi alt alte?

Distinti saluti

[#5] dopo  
Utente 202XXX

Chiedo scusa di nuovo, posso mangiare il peperoncino con le transaminasi alte e la bilirubina alta?