Strana pesantezza alla testa con smarrimento e gastrite

Gentile dottore,
da un mese circa effettuo uan cua per la gastrite che ha portato con sè strani fastidi.. dolor di testa duranti i pasti.. senso di smarrimento , molto simili alle vertigini o giramenti di testa.. vista instabile.. in alcuni momenti della giornata con senso di stanchezza, tanto da potarmi a tornare a casa per paura di stare male in quel momento. Ho effettuato analisi del sangue,cardiologo , prove allergiche.. visita oculistica si sono accorti che sono ipermetrope e non miope. mi dicono che è una cosa normale ma qui io di normale non vedo proprio nulla, dato che prima conducevo una vita normalissima molto attiva.. ed adesso mi sento come una vecchia.
sono strane sensazioni che per durano per 30 minuti circa a seconda di dove sono... dei contesti... vorrei sapere lei cosa pensa! cosa potrebbe essere o a chi rivolgermi , dato che che tutti mi dicono che è ansia e stress.. e non è cosi'!! ora lo sono , perchè non posso accettare di passare lemie giornate con la paura di dovers scappae o non guardare chi ho di fronte perchè mi veng0no questi strani malesseri.. grazie per l'attenzione
[#1]
Dr.ssa Lucia Battaglia Medico di base, Psicoterapeuta, Perfezionato in medicine non convenzionali, Sessuologo 60
Gentile Utente
prima di etichettare i suoi disturbi come psicosomatici sarebbe opportuno appurare alcune cose.
Alcuni farmaci, gli inibitori di pompa, utilizzati per le gastriti hanno tra gli effetti secondari, sebbene non frequenti, alcuni dei sintomi da Lei riferiti.
Penso che la cosa migliore sia che Lei ne parli col suo Medico di Medicina Generale in modo da appurare che non si tratti proprio di effetti secondari alla terapia in atto.
Cordiali Saluti

Dr.ssa Lucia Battaglia MMG
Specialista in Psicoterapia Cognitiva
Perfezionata in Sessuologia Clinica-EMDR-Omeopata

[#2]
dopo
Utente
Utente
gentile dottore,
ho seguito il suo consiglio, è la riposta del mio medico curante è stata " problemi all'umore", che sono sanissima, mi ha prescitto il deniban 50 mg , una pillola al giorno. Tutti questi sintomi sono passati... ma io ho letto di cosa si tratta .. e ogni confenzione lo sospendo per un po',,, il mio max è stato 15 giorni, adesso l ho sopeso di nuovo perchè sto prendendo peso.. e non credo di non avere porblemi d'umore, anche se il deniban mi ha ridato la mia riattivita', classica del mio carattere. Ho chiesto al mio medico se potessi sospendere, che non voglio controllare " il mio stato d'umore", che a 25 anni mi sembra troppo invasivo. Ho chiesto se potessi sostituire con uno psicologo , ma la riposta è stata negativa che devo prenderlo. ma lei che mi consiglia? io mi fido del mio medico, ma non posso acctare questo farmarco. ma appena lo sospendo mi tornano questi stessi sintomi piu' una svogliatezza unica e dei strani dolor di testa, piu' fastidi alle tempie. che mi consiglia? cosa potrei fare. non vorrei prendere il deniban. grazie per l'ascolto
[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottoressa,
ma potrei sostiure il deniban con una compressa al giorno di " proser stress" .
indicazioni : è un integratore alimentare ad azione coadiuvante in periodi di stress e in caso di stanchezza fisica e mentale. .. i prinicipi sono coadiuvanti delle funzioni cognitive e il normale tono dell'umore. è tutto naturale.
[#4]
Dr.ssa Lucia Battaglia Medico di base, Psicoterapeuta, Perfezionato in medicine non convenzionali, Sessuologo 60
Gentile Utente
il fatto che il Deniban (farmaco con indicazione per il trattamento a breve e medio termine della distimia) Le abbia dato sollievo ci porterebbe a concludere, come prospettato dal suo medico curante,per l'opportunità di continuare il trattamento iniziato.
In realtà la scarsa compliance da Lei mostrata verso questa terapia, la sua giovane età e le controindicazioni associate all'uso dell'Amisulpride potrebbero far propendere per una rivalutazione dell'approccio terapeutico.
Nel suo caso (pur consapevole dei limiti imposti da un consulto on line) ritengo non solo utile ma assolutamente opportuna una psicoterapia che potrebbe affiancare l'utilizzo del farmaco per poi agevolarne la graduale sospensione.
Se Lei comunque volesse sospendere il Deniban ed, in attesa di entrare nel vivo della psicoterapia, farsi aiutare da un farmaco naturale potrebbe senz'altro rivolgersi ad un medico omeopata esperto in fitoterapia che operi nella sua area geografica.
L'unica cosa da evitare strettamente è il "fai da te"... infatti anche se troviamo la dizione di "integratore" e di "rimedio naturale" ciò non vuol dire che l'utilizzo è esente da effetti collaterali e da controindicazioni!
Quindi: sì alla psicoterapia, sì all'utilizzo concomitante di rimedi naturale ma sotto la supervisione di un medico esperto.
Cordiali Saluti
[#5]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottoressa,
la ringrazio per la risposta.Ho evitato il fai d te e sto continuando a prendere il deniban come prescritto dal mio medico curante. Solo che ora quella strana confusione alla test, tipo contrazioni al cranio con abbassamento dell vista, come se non fosse chiara sono ritornati. Assumo sempre il deniban , ma ogni giorno che passa ho difficolta' sempre maggiori... non riesco a seguire bene le lezioni all'universita', in palestra mi sento male perchè confusa... cosa potrebbe essere è meglio chiedere un consulto neurologico? quello che provo sono tipo movimenti alla testa .. crontrazioni non so spiegare che coinovlgo pure la vista , mettendomi in uno stato di confusione. che devo fare? dato che con il deniban sto male?

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa