Utente
Buona sera,
mi rivolgo a voi per chiedere dei consulti:
sono stata ricoverata un mese fa per dei fastidi lancianti alla testa fitte,come delle scosse elettriche,sensazione di pressione alle tempie,freddore nelle zone occipitali collo irrigidito,sentivo come se tutti i muscoli della mia testa mi tirassero giu e dentro il collo come un nervo che tirava appena giravo la testa,ho fatto tac e risonanza magnetica encefalica con risultati negativi e successivamente una lastra al colonna vertebrale che ha evidenziato un uncoartrosi cervicale iniziale in cui sia le dimensioni e altezze delle vertebre sono nella norma con ridotta lardosi...questi sintomi fastidiosi in testa dipendono da questa uncoartrosi?non so se e' una malattia pericolosa ho letto da qualche parte che schiaccia le arterie vertebrali e non sapendo quali siano mi sono preoccupata e mi e' stato consigliato di andare da uno osteopata.
da un mese ad oggi i dolori sono diminuiti avendo fatto una cura di antinfiammatori.
dopo quel mese in ospedale ho cominciato da quasi 15 giorni ad avere dei continui episodi di tachicardia ,mi sveglio la mattina con il cuore che batte fortissimo a 100 battiti al minuto,li ho controllati dal polso e mi sono innervosita,spesso ho come la sensazione quando dormo di cadere nel vuoto e anche quando faccio qualcosa all'improvviso come se cadessi e mi si stringe lo stomaco e mi viene la palpitazione forte(ho fatto ecg per 2 volte e tutto risulta nella norma e anche la pressione 120/80 con battiti di 70/80 min,il ventricologramma anche normale ,i miei analisi sono nella norma tranne per i trigliceridi e il colesterolo un po altini) e ora ho anche questo continuo arrossamento alla gola,con difficolta' a deglutire e poca salivazione e densa, infatti la lingua e un po inasprita,spesso mi si sento le labbra secche,ho questa sensazione di soffocamento in cui mi si attappa l'orecchio destro e una forte pressione sulla tempia,infatti tutto si localizza in questa zona destra e quando mi alzo dalla sedia e divano mi batte forte dietro la nuca,,non ho mai avuto questi problemi prima di essere stata in ospedale e mi chiedo se possa dipendere tutto dall'uncoartrosi cervicale e se dalla mia risonanza magnetica in testa si potevano vedere anche eventuali tumori alla gola?ho fatto anche la lastra ai polmoni e tutto negativo.sono un po preoccupata perche non riesco a risalire ad una vera e propria causa per questi sintomi mi prescrivono mille visite mediche dalla tiroide,ecografie fegato, stomaco,elicobatter pilloris,perche pensano possa trattarsi anche di un ernia iatale ma mi sembra mi stia incastrando in un buco senza uscita e aumentano la mia ansia..come mi devo comportare per quanto riguarda questa uncoartrosi cervicale e secondo voi i sintomi di difficolta a deglutire possano trattarsi di qualcosa di pericoloso?grazie per il vostro interessamento alla lettura della mia richiesta di aiuto.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
i sintomi legati alla sua artrosi cervicale (peraltro confermata) ci sono tutti.
E' una patologia atrosico-degenerativa che va curata e seguita,
terapie con farmaci antiartrosici e antinfiammatori e, talvolta, miorilassanti.

Ma credo che si sia sovrapposto anche un forte disturbo d'ansia, riassunto dalle sue parole:
<<mi prescrivono mille visite mediche ... mi sembra mi stia incastrando in un buco senza uscita e aumentano la mia ansia>>.

Penso che i suoi problemi non siano gravi ma risolvibili,
col paziente aiuto del suo curante.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
grazie mille,si infatti sto ancora aspettando ad andare da un bravo ortopedico e nel frattempo i dolori al collo sono aummentati soprattutto ricomincio a sentire tutti i muscoli e nervi dietro al collo proprio alla base della testa che mi tirano tantissimo e batte molto forte.e' solo che non avendo ne conoscendo nessuno che abbia mai avuto questo problema non so a chi rivolgermi.si lo stress emotivo e' molto forte infatti appena cammino e vado per strada e ricominciano queste sensazioni in testa mi arriva subito l'idea che mi sta per succeder qualcosa di brutto,mi e' stato consigliato di andare da un osteopata anziche da un fisioterapista,ritenete che sia giusta come scelta?per il collo prendevo solo aulin ma mi passa solo lo stesso giorno e poi continua.
la mia domanda era se era possibile avere i noduli gonfi anche a causa di questa malattia ancora non curata perche a volte quando mi faccio i massaggi sul collo a volte sento delle palle ai lati della colonna vertebrale che dopo un po si sfiammano.
dalle lastre alla colonna vertebrale si sarebbero potuti vedere eventuali cisti o noduli gonfi????
grazi mille per la vostra gentilezza

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Per i <<noduli gonfi>>, che credo siano linfonodi,
hanno poco o nulla a che fare con la cervicoartrosi,
dovrà, per questo, farsi controllare dal suo curante.

Distinti Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
ho capito spero non sia nulla di pericoloso,
dalla risonanza magnetica alla testa e' possibile pero evidenziare se c'erano dei noduli alla gola, sono stata svariate volte dal dottore ma non mi ha detto nulla su questo fatto e mi comincio a preoccupare perche mi fanno un pochino male e non so cosa prendermi.martedi devo fare la visita dal otorino perche ho sempre la gola infiammata e mi hanno detto che era un po di laringite e non so se dipendano da questo questi linfonodi ingrossati,io pensavo che tutta la zona sia della gola e della cervicale sarebbero state controllate con la risonanza magnetica al cranio,e ora ho un po di dubbi!
grazie mille

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Di nulla.

Distinti saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
buona sera ed eccomi qui di nuovo a chieder consiglio.
daal'ultima volta che ho postato la mia storia sono trascorsi 2 episodi di pronto soccorso per i continui e dolorosi mali alla testa e svariate visite mediche prescritte dal mio neurologo.
ho fatto risonanza magnetica col contrasto al cranio e arterie,2 tac,ecodoppler ai vasi aortici e transcranico per vedere il flusso del sangue,ecodoppler al cuore e encefalogramma tutti negativi e perfetti.
da due mesi a questa parte mi sveglio ogni mattina con un dolore alla testa a diverse intensita,sembrano come degli aghetti che pungono fortemente una sorta di bruciore,questo fastidio s'irradia dalla parte alta del cranio,la fossetta,alle tempie e sotto alla nuca accanto alle orecchie,e quando rido e mangio sembra mi pugnalassero sulla fossetta!!!a volte quando mi pungono di meno mi rimane una sensazione di pressione freddore o caldo che si estende anche sulla fronte,mi sveglio sempre come se avesse il naso tappato e mi si chiude la gola,il mal di collo e' diminuito pero spesso quando lo sento piu teso sento anche questi aghetti sotto al collo e sopra le spalle,sto facendo mille visite,spendendo tanti soldi, e per le continue dolorazioni manco anche al lavoro perche se mi metto davanti al pc mi sento tirare tutto dalla fossetta al collo come se si strappassero i muscoli,nessuno mi sa dire cosa potrei avere.e spesso quando mi piego o mi alzo o bevo mi batte tantissimo e forte la nuca
mi dicono solo che devo stare tranquilla perche se si trattava di un tumore o qualche altro brutto male si sarebbe visto dalla risonanza non possono essersi sbagliati!!cerco di stare tranquilla di fidarmi dei medici che mi hanno in cura,ora dormo bene e rilassata,metto anche il bite che mi solleva i dolori molto al risveglio,ma non capisco perche se non ho nulla ho sempre questo problema in testa,non so se possa essere un dolore collegato a qualche altra parte del mio corpo ma se potete e sapete dirmi cosa potrei avere e dove poter rivolgermi sarebbe un miracolo.

grazie mille


p.s ritiene che io debba fare una nuova risonanza magnetica al capo l'ho fatto esattamente l'8 agosto 2012 non so se possono variare i risutati in questo arco di tempo.

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La negatività degli esami è ottima cosa.
Ripetere la stessa RMN a brevissima distanza non penso possa giovarle.

Grazie alle indagini potremmo ritenere la genesi dei problemi, quindi, su base muscolo-tensiva, frequente nei soggetti a forte carica emotiva.

Ne parli ovviamente con il suo curante.

Saluti

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
buona sera Dottore,
in seguito alla mia risonanza magnetica prescritta della colonna cervicale mi e' stato riscontrato un angiolipoma in soma c6,per il resto tutto normale nessuna presenza di ernia e i segnali sono pefetti del midollo ,l'unica cosa sempre il tratto fisiolordosi ridotta.mi domando se questo angiolipoma possa essere la causa di questi dolori fortissimi ancora presenti al collo che non smette mai di essere rigido e le fitte sul cranio.spesso quando sono seduta col collo piegato in avanti,come quando scrivo al pc,se poi mi alzo all'improvviso mi pulsa fortissimo dietro alla nuca,il mio ecodoppler transcranico era perfetto ritiene che queste pulsazioni possano essere dovute ad un cattivo circolamento sanguigno?
sono stata per quasi una 15 di giorni bene senza nessun dolore poi ho fatto una visita di controllo ed il medico mi fece dei movimenti leggerissimi e lenti e dopo questa visita mi sono tornati peggio di prima i dolori e li ho tutt'ora..mi e' stato detto che potrei soffrire di fibriomialgia?crede possa essere questo il mio problema?
coardiali saluti

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Penso che opportune risposte possano venire da una visita diretta di un fisiatra.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente
buona sera
vorrei sottoporla ad un mio nuovo quesito
da un mese ho una forte palpitazione non e' continua e dura un'istante,quasi come un battito doppio,
sento come se l'aria mi si bloccasse nell'esofago e m'impedisce di respirare bene, una sorta di sensazione come quando uno scende dalla montagna russa che mi stringe lo stomaco,mi sucede a volte quando corro,ma soprattutto quando dormo o quando ho fame.
ho fatto ecg per ben 3 volte nel arco di 8 mesi e svariati esami come ecocardiogramma e analisi del sangue specifici per la coagulazione e circolazione ed in tutte sono risultata in salute senza nessuna alterazione ne disfunzionalita.
premetto che soffro spesso di gastrite nervosa sentendo spesso anche il sapore amaro in gola,il medico mi ha prescitto omeprazolo.
volevo chiederle se secondo lei potrebbero trattarsi di avvisaglie di un attacco di cuore??
la mia pressione era un po altina mi hanno detto ipertensione emotiva ma ora sta meglio.
ho paura di correre ora non sapendo se queste palpitazioni possano essere avvisaglie da tenere sotto controllo.
potrebbe consigliarmi cortesemente come procedere

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Prima di optare per l'ansia
potrebbe esserle utile un ECG-Holter delle 24 ore,
onde valutare eventuali extrasistolie e loro caratteristiche.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente
Ma queste palpitazioni non le ho sempre solo in alcune occasioni.infatti. La sensazione piu brutta e quando mi sveglio la notte e durante il giorno che mi.si stringe il petto.mi controllo se ho tachicardia ma i battiti e respiri sono regolari,unica cosa mi si riempie di aria lo stomaco come se avessi sempre fame.pr endo da ieri omeprazolo per. la gastrire e riopan.lei crede sia il caso di consultare un cardiologo?potrebbe trattarsi di una fibrillazione. Che non si siano visti nel mio ecg ?
Grazie e saluti

[#13]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ho parlato di extrasistoli, con gli ovvi limiti del consulto a distanza,
e credo che una registarzione delle 24 ore possa essere utile per una diagnosi corretta.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
Utente
buona sera durante questo lungo periodo di tempo assente ho effettuato il mio holter prescritto dal mio medico di base in quanto persistevano queste doppie palpitazioni come le chiamo io, che cominciavano a mettermi in ansia soprattutto perche prima non le avevo mai sentite e le sentivo di piu mentre facevo attivita' fisica.
il risultato e' stato:
battiti ventricolari 0%,battiti sopraventricolari 0,01% battiti stimolati 0%
fc media 75
ectopici ventricolari
totali 2
20%pre/non 0
coppie 1
salve 0
batt.salve 0

ectopici sopraventricolari 20%
totali 13
singoli 9
coppie 2
salve totali 0
batt.a salve 0

variabilita rr
sdnn 115 ms
pNN50 13.60%
RMNND 44ms


commenti:
ritmo sinusale a fc media 75 bpm.extrasistole ventriclare in coppia isolata.extrasistole sopraventricolari isolate,e in coppia.assenti pause patologiche.assenti significative modificazione della fase di ripolarizzazione,,limitatamente alle derivazioni esplorate ed alla fc raggiunta.

poi ho effettuato anche un ecocardiogramma con risultati solo un lieve prolasso mitralico e nella norma.

ad oggi i sintomi delle extrasistoli persistono e mi domando se nonostante questi esami potrei avere qualche problema grave di cuore che non sia stato riscontrato.
spesso mi riempio di aria la pancia e sento un brontolio nella zona del petto come se avesse una forte bronchite e faccio fatica a respirare ma non e' cosi e poi quella sensazione sempre di tosse e come se avesse qualcosa in gola che fa le bollicine e la tossicina dopo che mangio o mando la saliva giu o quel friccicolio sulla bocca dello stomaco.
il cardioogo dice che non mi devo preoccupare ma io mi preoccupo soprattutto peche faccio attivita agonistica 3 volte a settimana..secondo lei potrebbe essere il cuore o qualche malattia importante?
grazie

[#15]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non mi sembra un holter severo,
naturalmente è corretto che sia un cardiologo a rasserenarla, così come ha fatto.

L'aerofagia che lei descrive nasce su cause ansiogene.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#16] dopo  
Utente
ho effettuato la mia esofagogastroduodenoscopia questa mattina e' il risultato e' stato questo:
esofago con lieve ipotonia del cardias.linea z con decorso frastagliato a 37 cm dall'arcata dentaria superiore.giunzione esofagogastrica ipotonica,in sede.mucosa cardiale sede di diffusa iperemia.lago gastrico normale.alla reroversione endogastrica.si conferma discinesia cardiale.antro nei limiti (biopsia)
piloro ipotonico.duodeno indenne.

ritiene allora che i sintomi che ho sia l'extrasistoli e quella sensazione di brontolio al petto,cuore siano concordi all'esito della mia gastro?mi hanno prescritto in attesa della biopsia il pantorc 40 per 1 mese.
e questa discinesia cardiale puo portarmi problemi al cuore succesivamente?grazie mille.

[#17]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Con i limiti della distanza,
i <<bruciori>> sono legati al reflusso, testimoniato dalla gastroscopia.
E' possibile che anche i disturbi del ritmo possano esservi collegati, ma deve certificarlo il suo cardiologo.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it