Utente
Gentili Dottori,
sono una ragazza di 29 anni, ansiosa, stressata, e a tratti ipocondriaca.
Non fumo, non bevo (troppo), conduco una vita normale. Alterno momenti di lavoro intenso a momenti di inoccupazione. In questo periodo particolare non sto lavorando e passo tutte le giornate davanti al pc a mandare Cv, a volte anche in posizioni scomode.
Le preoccupazioni aumentano e arrivano i miei momenti no, anche da un punto di vista fisico.
In generale mangio sempre con appetito, penso 49 kili, per 1.60 di altezza, e (fisicamente) mi sento abbastanza bene. Esami del sangue nella norma (gli ultimi 9 mesi fa) e tante visite cardiologiche con esiti negativi. Prendo la pillola anticoncezionale da 9 mesi e non ho mai avuto nessun sintomo strano.
Ogni tanto però (ecco i momenti no) mi sento sbandata, dura pochi attimi,(ci tengo a precisare che ho sofferto di attacchi di panico per anni dopo la morte di mio padre, attacchi che ho sempre fronteggiato e superato senza medicinali), mi sale una certa tensione, smetto di fare quello che sto facendo per paura.Cosi..tutta la giornata è rovinata e vivo col pensiero di non stare bene e avere qualche malattia anche per diversi giorni.
Da un punto di vista fisico sento solo una tensione al collo, chi mi tocca li dice che ho i nervi tesissimi, tanto che al tatto mi fa male. Potrebbe essere che questi sbandamenti (che durano istanti) siano legati ad un problema di cervicale o tensione muscolare al collo? Il mio medico curante, che mi conosce bene, è (simpaticamente) "stufo" delle mie paure e onestamente vi scrivo perchè vorrei un parere esterno, contestualizzato, ovviamente, al semplice parere on line. L'ansia, il forte stress di vivere soli, non avere un lavoro stabile nonostante la laurea e i sacrifici, la posizione sbagliata per ore al pc, possono dare questo problema? Vi ringrazio.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Quanto racconta depone per un marcato disturbo d'ansia, con episodi di cefalea "muscolo-tensiva", anch'essa su base ""ansiogena".

Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille Dottore della Sua gentile risposta.
Mi accorgo anche che questa sensazione si accentua quando sono tra la gente, quindi in compagnia. è una cosa che mi infastidisce molto perchè io sono una ragazza socievole, attiva e quasi mi viene voglia di non uscire più e restare a casa.
Spero di poter risolvere il tutto, evitando, però, di assumere medicinali.

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Come vede mi conferma le motivazioni alla base del disturbo lamentato.

Questa sua consapevolezza è un buon passo avanti per controllare e dominare le proprie emozioni.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio ancora.

Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Di nulla.

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it