Utente
Consulto: astenia e stanchezza.
Sono un uomo, ho 57 anni e peso Kg 63 e sono alto 1,61;
sono stato fumatore, adesso ogni tanto fumo qualche sigaretta; non bevo alcolici; diusresi nella noma.
Fino al 1999 sovrappeso Kg 71-74 – Con attività fisica (corsa, bicicletta) ho portato il peso a Kg 61-63 che sto mantenendo.
Pressione, analisi del sangue (ematologia, chimica clinica, coagulazione, urine, immunoenzimatica) e diagnostici (ecg e prova da sforzo cuore, Rx polmoni, fegato, prostata, tiroide, color-doppler tronchi sovraortici, esame vestibolare e audiometrico) sono nella norma;
RM encefalo nella norma e con ispessimento mucosa del pavimento mascellare di sinistra cone da fatti flogistici con cisti mucosa.
Esame elettroneurografico indicativo di sofferenza del nervo ulnare sinistro nella componente sensitiva di grado lieve.
Ho fatto 4 day-hospital (2002, 2004, 2005, 2007)
Sono in attesa ripetere l’esame elettroneurografico e fare una pancolonscopia (screening ca-colorettale).
Soffro di stipsi, evacuo in genere ogni 2 o 3, anche 4 giorni;
colesterolemia alta media 230 – 260: buona risposta con Rosuvostatina con elevazione del CPK e con Vytorin 10-10; solo come prova perché non ne sto facendo uso;
soffro di artrosi al collo e spalle parte superiore con dolori forti;
faccio con l’auto almeno 35 – 40.000 km l’anno, da sempre;
da settembre 2007 parziale perdita di tatto indice e anulare mano destra;
ho piedi freddi d’inverno (insopportabile) quando sto seduto;
se dormo supino al mattino mi sveglio con le mani addormentati;
ogni tanto avverto tremori alle mani;
non soffro né di ansia e né di panico;
di tanto faccio il donatore (HBs Ag, HCV Ab, HIV Ab, TPHA e collaterali: negativi)

Dal 2001 soffro di astenia, con momenti stanchezza/spossatezza e ultimamente capita di essere apatico, con momenti di stato confusionale, torpore mentale, lucidità appannata. In questo stato trovo piacere a chiudere gli occhi.
Percepisco una lentezza nei movimenti e nei riflessi.
Percepisco una riduzione della capacità lavorativa e della concentrazione.
Non avverto desiderio sessuale anche se ho erezioni mattutine;
A volte dimentico cose da fare e faccio fatica a ricordare cosa fare, con momenti di amnesia.
Avverto quando cammino a piedi degli sbandamenti a destra.
Di solito avverto i momenti di stanchezza prima del pranzo. Dopo il pasto ritorno normale: la curva glicemica da carico di glucosio è nei limiti.
Capita che dopo i pasti avverto pungiglioni di bruciore in alcuni punti del cuoio capelluto, vicino alle narici, sul viso, la fronte.

E pensare che ho sempre avuto una grande resistenza a prolungare il lavoro fino a tarda sera e anche di notte, senza avvertire fatica.
Fino al settembre del 2007 ho praticato la corsa di almeno un’ora 2 o 3 volte alla settimana, con una resistenza che poteva raggiungere anche due ore di fila senza affaticarmi. Ora ho smesso la corsa e pratico solo delle camminate a passo svelto di almeno un’ora 2 volte la settimana o quando capita e non mi affatico. Sono brachicardo.
Cosa mi consigliate per superare queste difficoltà.

[#1]  
Dr.ssa Maria Morena Morelli

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
mi permetto, in considerazione della lunga attesa, di rispondere alla Sua richiesta di consulto; Dalle valutazioni (ematiche e strumentali) da Lei riportate, escludendo l’esame elettroneurografico indicativo di sofferenza del nervo ulnare sinistro (da valutare anche i disturbi riferiti all’arto superiore destro - parziale perdita di tatto indice e anulare mano destra -), non risulta nulla di rilevante; Riferisce di avere effettuato diversi day-hospital (2002, 2004, 2005, 2007) ma non fa riferimento ad eventuale valutazione neurologica (RM encefalo negativa – indicazione all’esame effettuata dal medico curante ?). In relazione alla sintomatologia riferita:”….astenia, con momenti stanchezza/spossatezza….apatico, con momenti di stato confusionale, torpore mentale, lucidità appannata….percepisco una lentezza nei movimenti e nei riflessi…riduzione della capacità lavorativa e della concentrazione…con momenti di amnesia…avverto degli sbandamenti a destra…”, ritengo debba riparlarne con il Suo medico di fiducia e valutare la possibilità di approfondimento diagnostico in tal senso (visita neurologica).
Cordialmente
Dott.ssa M.M.Morelli