Utente 103XXX
Gent. Staff, chiedo a voi nella speranza di trovare una risposta con una valutazione globale, senza fermarmi al singolo accertamento. Da febbraio soffro di sbalzi pressori in momenti non collegabili né con situazioni di stress né col ciclo. 5 sbalzi in tutto, di cui tre negli ultimi 15 giorni. Generalmente ho la pressione bassa: 105/70. In questi fenomeni la pressione sale a 130-140/90-95,rimane altalenante su questi valori per un'oretta e poi automaticamente scende senza prendere niente, a volte attestandosi su valori normali,altre volte precipitando su 90/65. Mi accorgo dello sbalzo di pressione perché o sudo tantissimo o mi si offusca la vista. Dagli esami cardiologici non risultano problemi (a volte la macchinetta della pressione che ho in casa segnala aritmie,che però non ci sono mai state nelle visite del cardiologo), i valori tiroidei sono giusti,così come i fattori della coagulazione del sangue. Mi ha consigliato il medico di base di valutare il dosaggio ormonale ma il ginecologo che mi segue,pur disponibile all'esame, non ritiene sia quella la causa,ipotizzata anche dal cardiologo come causa di ritenzione idrica. Vorrei più che altro un vostro parere in merito, vedere se abbiamo considerato tutte le possibili cause,perché anche il medico di base non sa più dove girarsi. Premetto che abbiamo escluso lo stress perché mi capitano spesso in momenti morti (momenti di relax o durante il sonno). Per ora mi ha consigliato di prendere 10 gocce di lexotan quando mi capita,proprio per tamponare l'effetto non sapendo la causa. Io dopo che la pressione si è rinormalizzata sono sfinita,non sto in piedi e ho un senso di oppressione allo sterno.
spero mi aiutiate a capire un po di più cosa potrebbe essere.
vi ringrazio per la disponibilità.

[#1]  
44918

Cancellato nel 2018
Guardi,
io non parlerei di sbalzi pressori in senso assoluto, ma relativi alla sua pressione normale.
130 - 140/95 mmhg non è una crisi ipertensiva è un valore borderline sicuramente più alto rispetto alla sua pressione abituale.
Va valutato quante volte lei nella giornata e nella notte ha questi sbalzi pressori: soprattutto se è vero che compaiano anche durante il sonno.
Ciò può essere fatto applicando per 24ore un ABPM (Holter pressorio) che le misurerà la pressione all'incirca 90 volte in una giornata.
Sulla base dei risultati si potrà procedere a pianificare un iter diagnostico inteso alla esclusione delle cause di questi picchi, che possono essere legate a molti ormoni non solo a quelli sessuali: a quelli della corticale del surrene (cortisolo e aldosterone) e a quelli della midollare del surrene (noradrenalina).
Inoltre se non lo ha fatto programmi un ecocardiogramma color doppler per verificare che il suo cuore sia anatomicamente nei limiti, per struttura, spessori parietali e diametri camerali. Nonchè per la funzionalità valvolare.
Parli di tutto questo con il curante e dia notizie se vuole.

Saluti cari,
Dott. Caldarola.


[#2] dopo  
Utente 103XXX

Gent. Dott., il cuore è stato controllato e non risulta nulla di alterato, proverò a proporre quanto suggerito. Le chiedo questo: queste alterazioni a lungo andare possono danneggiare il cuore? E su quali valori deve scattare il campanello d'allarme? Grazie mille.

[#3]  
44918

Cancellato nel 2018
Quando avrà 170/110 mmhg.
I suoi sbalzi sono ininfluenti per il suo cuore.
Saluti cari,
Dott. Caldarola.

[#4] dopo  
Utente 103XXX

La ringrazio. Buon lavoro.