Utente
Sono una ragazza di 24 anni, scrivo qui perché è da diverso tempo che ho un problema di salute e il mio medico sembra non capirne la causa. La mattina mi sveglio stanca e questa stanchezza va peggiorando per raggiungere il culmine verso l'ora di pranzo. Inizio a sentirmi sempre più debole, finché qualsiasi movimento mi provoca l'affanno, a volte anche parlare diventa difficile! Inoltre percepisco un aumento momentaneo dei battiti cardiaci oni volta che mi muovo, anche solo per alzarmi da una sedia, vestirmi, ecc. Infatti sento l'esigenza di sdraiarmi anche per diverse ore. Mi viene una nausea forte, a ondate, che mi impedisce di mangiare. Lo stesso pensiero o odore del cibo mi fa stare male. Spesso durante questi "attacchi" sento anche freddo. Poi, verso le 4-5 del pomeriggio i sintomi iniziano ad affievolirsi fino a scomparire del tutto verso sera, infatti dalle 18-19 in poi riesco tranquillamente ad uscire, andare in palestra, studiare, ecc, e a cena mi torna l'appetito e mangio normalmente. Questo malessere si ripete ogni giorno per 1-2 settimane, poi scompare, e torna ogni 2-3-4 mesi ormai da un paio d'anni. A parte questo io sto benissimo, in salute, non ho problemi di alcun tipo. Non fumo, bevo raramente, non prendo farmaci, mangio equilibrato, pratico sport 4-5 volte a settimana.
La pressione sanguigna e i battiti sono sempre nella norma. Ho fatto un ecg lo scorso anno ed era tutto ok. Glicemia è a posto. Ho fatto analisi del sangue con emocromo, ferritina, vitamine, tiroide, più analisi ormonali (testosterone e altri ormoni) e tutti i valori erano assolutamente perfetti tranne il ferro alto, ma il mio medico dice che secondo lui non è così alto da giustificare questi sintomi. Inoltre per via di un visto che sto facendo mi sono dovuta sottoporre ad un rx al torace e alle analisi di sangue e urine per verificare la presenza di malattie infettive e malattie sessualmente trasmissibili, e anche da queste analisi non è emerso nulla.
A questo punto non so davvero più cosa fare, il mio medico sostiene che resti solamente l'ipotesi psicologica (stress, ansia, depressione), eppure io non sento di avere problemi di questo tipo...come ho detto, questi episodi si ripetono giornalmente per una o due settimane e poi scompaiono per diversi mesi, e in questi mesi io sto benissimo, non ho alcun problema di ansia o depressione.
Cos'altro potrei controllare per stabilire l'origine di questo malessere? Non so davvero più cosa fare o a chi rivolgermi, è invalidante perché non riesco a fare nulla per la maggior parte della giornata e nessuno riesce a capire come mai.

[#1]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
12% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
capisce bene che a fronte della sua sintomatologia azzardare ipotesi telematiche diventa un puro esercizio speculativo.
Se effettivamente sono stati dosati tutti gli ormoni, compreso il Cortisolo alle 8 e alle 14 e l'ACTH negli stessi orari, o almeno il solo cortisolo basale alle ore 8 con ACTH, se ha fatto un Ecocardiogramma color doppler che è risultato negativo, se tutti i parametri ematochimici sono nella norma come quelli realtivi alle MST e se infine l'emocromo è normale e lei non è anemica ( per ferro alto intende la sideremia o la ferritina?), cioè è un soggetto in buona salute, la sua astenia ciclica mattutina che migliora verso sera potrebbe essere ascritta a una lieve sindrome distimica che si accentua nei periodi di stress e di ansia.
Il mio consiglio è quello di recarsi, con tutti i dati di cui è in possesso, da un Internista valido, onesto, acuto nella diagnosi e motivato nella sua professione, che la visiterà "realmente", verificherà tutte le indagini e la potrà avviare a un percorso diagnostico integrativo e finalmente ad una diagnosi.
Presumo che lei abbia fatto, nei suoi screening, anche la ricerca degli anticorpi anti EBV (EBNA -VCA IgM+IgG) ed Early Antigen IgM (EA) e degli anticorpi anti CMV (IgM+IgG) che sono virus, specie il primo che possono decorrere senza manifestazioni cliniche conclamate e tuttavia essere responsabili di quadri astenici come il suo che durano diversi mesi.
Se non li ha fatti ne può parlare con il curante.
Mi faccia sapere gli sviluppi, se lo desidera.

Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore,

in merito agli anticorpi da Lei segnalati, i dettagli delle analisi per il visto si trovano in una busta sigillata che potrà essere aperta solo dal funzionario dell'immigrazione quando arriverò negli Stati Uniti fra un mese. A me è stato solo comunicato l'esito negativo dei test volti a verificare varie malattie infettive, ma so che tra queste c'era anche la mononucleosi.
Ho però ricontrollato le analisi ormonali e in effetti il cortisolo non l'ho misurato. I miei sintomi possono essere ricondotti a uno squilibrio di questo ormone? Pensa che è il caso di verificare?
Per ferro alto intendo la sideremia, non la ferritina, che invece risulta essere nella norma.
Anche il mio medico di famiglia ha suggerito la visita da un medico internista; ieri sono andata a fare il prelievo per i valori relativi al fegato (colesterolo, transaminasi, ecc) ed elettroliti, se anche da questo non dovesse risultare nessun valore fuori dalla norma prenoterò sicuramente un consulto.
La ringrazio molto per la sua risposta.

[#3]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
12% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
credo che una cortisolemia basale alle ore 08:00 con ACTH sia un esame semplice che potrebbe spiegare alcune cose.
Veda cosa ne pensa il suo curante.
Resto a disposizione per chiarimenti quando ne abbia bisogno.

Buona domenica,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola