Utente
Salve,
premetto di non fare nessuna attività fisica e di non aver avuto nessun incidente compromettente. Ma da una settimana provo un dolore non eccessivamente doloroso ma costante a livello delle ultime coste a sinistra. Il dolore si dirama sul fianco e sulla schiena lungo la stessa altezza e anche un po' più in alto. Non aumenta con i colpi di tosse ma in caso di movimento, soprattutto se mi piego o mi distendo sul letto.
Sono stato al pronto soccorso dove mi hanno controllato la pressione, fatto le analisi del sangue, l'ecg, l'emogas, l'rx toracico, l'ecografia all'addome e al cuore. NULLA. Sono stato trattato come un ipocondriaco e mandato a casa con un tachidol dicendo che è un dolorino muscolare o stress.
Ora questo dolore persiste da quasi due settimane ... costante e incessante. Vorrei potermi mettere l'anima in pace ed essere certo di cosa sia e se devo stare a riposo, ad esempio per una mese, ci sto.
Chiedo aiuto e ringrazio anticipatamente chiunque mi risponda.

[#1]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
20% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
guardi per il disturbo che lei lamenta non si può prescindere da una valutazione clinica.
E' molto verosimile che lei abbia un dolore muscolo - scheletrico, che può consuegire ad una torsione del tronco anche se sta fermo su una sedia.
L'RX del Torace non è indicata per la valutazione raffinata di piccole infrazioni costali, peraltro assai improbabili.
Avrebbe dovuto eseguire un RX emicostato sn in digitale.
Utile anche una ecografia della parete toracica per la valutazione di eventuali patologie muscolari.
Non stia troppo fermo: l'assenza di attività fisica è tanto dannosa quanto il suo eccesso.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la repentina risposta.
Volevo procede con un esame più specifico per essere più sicuro. Pensavo ad una Risonanza. Invece lei come mi consiglia?
-RX emicostato
-Ecografia della parete toracica

Grazie ancora

[#3]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
20% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Si le confermo i miei consigli.
Si parte da esami semplici e poi si arriva a esami di II livello.
Attualmente una RM sarebbe sprecata e tenga conto che la risoluzione della RM sulle strutture ossee è inferiore a quella della TC.
Se ne parlerà in seconda istanza se eco e RX saranno dubbi.
Cordialità,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola