Utente 160XXX
Gentili dottori,
da un po' di tempo accuso stanchezza e sonnolenza soprattutto dopo i pasti. Soffro di ipotiroidismo e malattia di Hashimoto e sto curando la tiroide con Tiroide Ibsa. Da quando sto curando la tiroide i sintomi quali ansia, tachicardia, vertigini si sono ridotti ma la stanchezza e sonnolenza continuano a perseguitarmi al punto da rendermi impossibile fare qualsiasi cosa. I miei attuali sintomi sono simili a quelli dell'insulinoresistenza. Quali analisi sono indicate in questi casi? Il mio medico mi ha detto di controllare solo glicemia e glicemia glicata.

Cordiali Saluti

[#1]  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
la Tiroideibsa, che non specifica da quanto assume, è un farmaco che non uso perchè lo ritengo del tutto inidoneo alla gestione di un ipotiroidismo conclamato.
Per poterle rispondere in maniera puntuale dovrei avere a disposizione sia i dati di funzionalità tiroidea PRIMA della terapia sostitutiva e poi quelli attuali.
Perchè lei descrive sintomi compatibili con un ipotiroidismo non ben controllato.
Quindi li faccia aggiungere all'emoglobima glicata e al dosaggio del C peptide e poi dati alla mano possiamo risentirci, se vorrà.
Cordiali saluti,
Dott. Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 160XXX

Gentile Dott.Caldarola, la ringrazio per la sua risposta. Come mai ritiene inidoneo il farmaco che io assumo per curare la tiroide? Con l'assunzione di Eutirox stavo male e quindi il mio endocrinologo mi ha prescritto un farmaco che contiene sia T3 che T4.
Questi sono i risultati degli esami prima di iniziare la terapia:
FT3 4.55 valori di riferimento 1.71-4.20
FT4 1.11 valori di riferimento 0.71-1.85
TSH 7.31 - valori di riferimento 0.35-4.94
Ab anti Tireoglobulina 401.80 valori di riferimento 5.00-100
Ab anti Microsomi 669.80 valori di riferimento 1.00-16.00

Questi sono i risultati degli esami dopo 6/7 mesi dall'inizio della terapia:
FT3 3.38 valori di riferimento 1.71-4.20
FT4 0.99 valori di riferimento 0.71-1.85
TSH 5.03 valori di riferimento 0.35-4.94

Questi ultimi valori sono il risultato di analisi che ho fatto prima di modificare ulteriormente il dosaggio del farmaco che assumo.
I miei sintomi sono compatibili anche con chi soffre di insulino resistenza. Ritiene opportuno fare la curva insulemica e curva glicemica?

[#3]  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Il suo TSH è ancora fuori range: ciò significa che nonostante la terapia sostitutiva l'ipofisi è ancora costretta a stimolare la tiroide per mantenere un compenso funzionale .
E questo può spiegare la sua sintomatologia. Ne parli con il suo endocrinologo.
L'insulino resistenza non si manifesta con i sintomi che descrive.
Se vuole fare la curva ne parli con l'endocrinologo: per me una Glicata, una glicemia basale e un C peptide sono più che sufficienti.
Carssimii saluti,
Dott. Caldarola.

[#4] dopo  
Utente 160XXX

si, le ultime analisi le ho fatte 8 mesi fa prima di cambiare dosaggio e sto assumendo un dosaggio superiore di Tiroide Ibsa, tra poco farò di nuovo le analisi insieme all'ecografia alla tiroide.
Va bene. Ne parlerò con l'endocrinologo. Mi sono dimenticata di dirle che la mia ginecologa mi aveva diagnostico la sindrome dell'ovaio policistico senza fare analisi specifiche ma solo l'ecografia pelvica e assumo la pillola YAZ da 8 anni. Sono preoccupata che la pillola possa provocare danni dato che l'assumo da così tanto tempo. Che ne pensa invece delle analisi del cortisolo e DHEA? Io ho fatto entrambe le analisi(ematiche) e i valori sono nella norma ma stavo pensando di fare anche il test salivare del cortisolo e dhea per capire se ci sono problemi alle surrenali ( il dubbio mi è venuto perché quasi tutti giorni dopo le 18 mi sveglio di colpo e torno ad essere attiva e quindi mi addormento sempre molto tardi).
Mi farebbe piacere sentire il suo parere , io ne parlerò con il mio endocrinologo tra circa un paio di mesi e quando avrò la mia prossima visita.

[#5]  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
assumere la pillola per tenere l'ovaio funzionalmente bloccato, se lei fa i dovuti controlli mammografici e ginecologici, non comporta rischi particolari.
E' anzi dimostrato che la pillola è il modo migliore per ridurre l'incidenza del carcinoma epiteliale dell'ovaio, un tumore infido, di difficile diagnosi e quasi sempre diagnosticato in ritardo.
Se ha fatto il DHEA e il Cortisolo basali su siero, e sono risultati normali, io soprassiederei a quello su saliva.
Il fatto che lei sia come si dice un "gufo" cioè che dormicchia o si sente stanca di giorno e da il meglio di sè nelle ore pomeridiane - tardo serali, è una sua caratteristica che non dipende dal ritmo circadiano degli ormoni: c'è gente che alle 20.00 va già a letto e chi come lei a mezzanotte è ancora piemanente attiva.
Come c'è gente con i capelli neri e gente con i capelli biondi.
Soltanto che ai capelli si puà fare la tinta.....
Carissimi saluti e buona giornata,
Dott. Caldarola.