Utente
Salve, circa 4-5 giorni quà mi era comparso quello che apparentemente sembrava un grosso brufolo sulla tempia dx.
In oltre era 4-5 giorni che avevo nausea ricorrente.
Ho 26 anni peso 84 chili e pratico regolarmente attività sportiva (sollevamento pesi).
Dopo aver "strizzato" questo brufolo apparente al suo interno non vi era pus ma molto sangue. Nel giro di pochissimo tempo mi è venuta una grossa macchia viola sulla tempia dx (c.a 5 cm) un rash cutaneo in fronte e delle chiazze rosse-violacee sulla tempia sx.
Dopo esser stato dal mio medico il quale mi ha fatto un inniezione di urbason 20mg il problema pareva rientrare. La sera dopo uno sforzo fisico sportivo il tutto è letteralmente esploso. Fronte e tempie chiazzate di viola sensazione pruriginosa, un gran spavento. Attività fisica interrotta e la mattina successiva mi son recato al pronto soccorso della mia città (LIVORNO/TOSCANA).
NON MI SONO STATE FATTE NE PRESCRITTE ANALISI DEL SANGUE (bha)

Dopo consulto in dermatologia, mi è stata "diagnosticata" porpora reattiva (causa ingnota, almeno non mi è stata comunicata) e terapia cortisonica orale e locale.

- 1 pasticca e mezzo di DEFLAN 30mg x 2 giorni (già fatti)
- 1 pasticca da 30mg per altri 2 giorni (sono al giorno uno)
- poi mezza pasticca per 2 giorni e poi un quarto (a scalare)

Localmente FURBASON emulsione (una volta al dì, sempre cortisone quindi) e KELAIRON CREMA 2 volte al dì per riassorbire l'ematomi.

Un pò è schiarito... ma sempre abbondante. In oltre si è alzata la temperatura corporea che da ieri si è stailizzata a 37.3 costanti (la mia temperatura di base stà a 36.6). La nausea è ricorrente e ciclica 1-3 volte al dì e comunque sia ho un malessere generale.

Ieri ho avuto mal di testa ma oggi già è scomparso.

Inizio a preoccuparmi nel pomeriggio avrò un consulto con un secondo dermatologo. Il mio medico di base per adesso non si è espresso e mi ha messo in malattia da lavoro fino a giovedì.

Ho il timore che possa esser sfuggito qualcosa e non vorrei avere un infezione in corso (magari pericolosa se settovalutata chessò).. che posso fare?

[#1]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
16% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Caro Utente,
può fare quello che non possiamo fare noi per via telematica: accertare e chiarire a cosa sia reattiva la porpora che lei riferisce.
Tutta la gestione del caso mi pare un pò farraginosa.
Tenga presente che quando lei solleva i bilancieri la sua P.A. schizza anche a 300mmhg e questo è sufficiente, se vi è fragilità vascolare, a creare emoraggie capillari cutanee.
Oltre che danni al cuore più sano.
Le consiglio di smettere con la pesistica: il suo cuore le dirà un grosso grazie.
Faccia sapere, se vorrà, l'esito del secondo parere dermatologico: per via telematica non posso esprimermi più di tanto senza vedere le lesioni.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola