Intestino dolori macchie

Salve dottori. Scrivo ancora perché ancora la situazione pare non migliorare. La mia situazione: sono diabetico di tipo 1, circa un mese fa comincio ad avvertire un forte dolore al costato sinistro che si irradiava dietro la schiena. Mi svegliava la notte a volte per quanto potesse essere forte. Andai al pronto soccorso. Analisi ok a parte bilirubina totale 2.30 e cpk 700 (puntura miotens voltaren la mattina). Rx torace ok a parte un po' di meteorismo ed ecografia tutto nella norma. I dolori continuarono. Temendo qualcosa di più serio TAC torace e addome senza contrasto e risultati nella norma a parte fegato modicamente più ingrossato e una "probabile sindrome aorto mesentrica" anche se tranquillizzato dal radiologo non fosse nulla. Lo stomaco fa sempre gorgoglii e le feci si alternano da dure a molle. Andato da un gastroenterologo dopo ecografia e visita mi diagnostica una gastroduodenite e colite spastica e datomi la cura dopo averla seguita per 2 giorni mi cominciano a venire macchie rosse sulla pelle (comunque poche) e bollicine. Stamattina soffiando il naso ho notato il muco scuro. Non sono fumatore. Avendo fatto tutti questi esami e non arrivando a capire il problema ho veramente paura sia qualcosa di serio. Ero arrivato a 62 kg . Nell Ultima settimana però ho ripreso 2.5kg. Adesso il dolore al costato è diminuito anche se a volte avverto fitte a respiri profondi o anche restando fermo, ma fitte sopportabili. Faccio incubi sul fatto di avere qualcosa di grave e penso durante tutto il giorno ai sintomi del mio corpo. Cosa devo fare? Lavoro sotto il sole e questa situazione mi sta veramente destabilizzando e preoccupando. Chiedo un parere, un aiuto e soprattutto qualcuno che mi tranquillizzi.
[#1]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Gentile Utente,
non è possibile tranquillizzarla per via telematica, senza verificare le sue analisi di sangue e strumentali e senza visitarla direttamente.
Le consiglio di consultare un ottimo internista, esperto e capace, che è la figura professionale più adatta a fare il punto della sua situazione ed eventualmente a completare l'iter diagnostico eseguito.
Il fatto che lei abbia preso 2.5 kg mi sembra sicuramente positivo e non il contrario.
Mi faccia sapere se vorrà.
Io resto dell'avviso che quel probabile compasso aorto - mesenterico debba essere accertato o escluso: non fosse altro perchè può essere causa di dolore addominale e generare ansia.
Ecco perchè le suggerisco l'Internista.
Cari saluti e Buona Pasqua.
Dott. Caldarola.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Caro dottor Caldarola intanto le auguro una felice pasqua. Comunque si dovrei vedere se sta sindrome effettivamente c'è o meno. Comunque oggi le mie unghie mi danno fastidio e hanno preso il colore delle unghia di terry. Può comparire tutto ciò in un giorno? Lei pensa sia dovuto al diabete o cè qualche correlazione con gli altri sintomi?
[#3]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Salve,
scusi mi sfufgge il significato del "colore delle unghie di terry"
Se volesse chiarire.....
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Dottore le unghi! di terry a quanto ho letto è dovuto all arrossamento della parte unguale (quella vicina all unghio) e ha da ieri che mi danno fastidio al tocco le unghia in quella zona. So che non è il campo di vostra competenza, era per capire. Comunque oggi è ripreso insistentemente il dolore a sinistra. A stento ho potuto lavorare. Domani faccio ecronomo completo per vedere se da un mese ad ora è cambito qualcosa (avevo fatto solamente le generiche). L ecografia l ho fatta fino a una settimana fa e controllato pure la tiroide. Può dottore la Testa creare tutti sti sintomi? Anche il cambiamento del colore delle unghia o creare macchie. Sudo tantissimo la notte. Tanti sintomi che fortunatamente non mi portamo a nulla. Ma vorrei tanto risolvere sto problema che mi sta letteralmente rovinamdo la vita. Devo riuscire ad uscirne.
[#5]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Guardi gentile Utente,
la mia era una provocazione.
So benissimo cosa siano le "unghie di Terry" ma non è possibile che lei le sviluppi in una giornata.
Quindi lei ho ha da sempre questa anomalia ungueale o è un parto della sua ansia.
Le ho detto cosa penso della sua situazione in replica #1e le confermo i suggerimenti dati.
Una sindrome del compasso aorto mesenterico, se realmente esistente, può spiegare i suoi dolori.
La "testa" può creare molti sintomi disturbanti, che compromettono la qualità della vita: ma non si deve cadere nell'errore di dare sempre la colpa all'ansia di quello che non si riesce a spiegare a primo acchito.
Per cui escluda le cause organiche, peraltro improbabili, dei suoi disturbi, e poi si rivolga a uno psichiatra per curare adeguatamente la sua sindrome ansiosa.
Oggi aveva le unghie di Terry: domani cosa le verrà? Un lichen ruber planus? E dopodomani magari un'afta le farà paventare la sindrome di Behçet?
Esca da questa prigione in cui si è cacciato: ha un'età che merita di meglio.
Saluti cari,
Dott. Caldarola.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Dottore lei ha perfettamente ragione. Ma quando da un giorno ti si presenta una cambiamento, poi un altro, poi un altro ancora diventa tutto più difficile e si va a pensare al peggio. La terrò informata e spero che il prima possibile potro' dirle che tutto questo sia passato.
Una buona giornata dottore e grazie.
[#7]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Di nulla!
A presto con buone notizie.
Saluti cordiali,
dott. Caldarola.
[#8]
dopo
Utente
Utente
Dottore stanotte ho dovuto cambiare due volte la maglietta intima per sudorazione eccessiva e sono andato in bagno ben 7 volte tra ieri e oggi. Minzione frequente, freddo e dolori sopportabili a sinistra ma che comunque infastidiscono. Ogni giorno pare la situazione vada a peggiorare. Ieri sono andato a rifare delle analisi più dettagliate. Il mio medico curante è sicuro sia una cosa psicologica così come ogni perSona che in questo periodo mi sta seguendo e sopportando. Ma secondo me c'è qualcosa di fondo che mi sta portando tutto sto malessere. La tac la farò vedere ad un altro radiologo in settimana che mi dirà questa "probabile" sindrome da dove sia saltata fuori. Ora non so come calmarmi, non so se andare al pronto soccorso poiché sto avendo questi problemi o cercare di pazientare e aspettare i risultati delle analisi
[#9]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Salve,
vada pure in P.S.
Capisce bene che io a distanza non posso esserle di nessun aiuto.
Faccia sapere, se vorrà.
Auguri,
Dott. Caldarola.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa