D-dimero elevato

Buon giorno. Sono affetto da malattia del primo motoneurone che tra le altra cose ha causato un lieve deficit ventilatori di tipo restrittivo e da iperenzimemia pancreatica asintomatca verosimilmente connessa ad epatopatia cronica. L'altro giorno a causa di dispnea, senso di oppressione toracica e bruciori diffusi al tronco mi sono recato in PS. Gli esami ematici hanno evidenziato D-dimero elevato, 600 PG/ml con valore massimo normale 250. È stata allora effettuata TAC con mdc che fortunatamente ha escluso embolia polmonare. Quindi il medico ha correlato la dispnea al deficit ventilatorio, ma non ha spiegato l'innalzamento del D-dimero. Vorrei sapere cosa possa causarlo e se sia opportuno indagare le ragioni che possano averlo elevato? Grazie
[#1]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Gentile Signora,
le cause di un D-Dimero moderatamente elevato, in assenza di embolia polmonare documentata, possono essere molteplici specie in presenza di un assetto coagulativo che escluda una Coagulazione intravascolare disseminata.
La stessa disfunzione pancreatica che lei porta in anamnesi può essere responsabile.
E' tuttavia importante che venga esclusa una Trombosi venosa Profonda, specie agli arti inferiori, che spesso è clinicamente del tutto muta, e questo è compito dell'angiologo a mezzo di color doppler Venoso e Arterioso di entrambi gli arti inferiori.
Inoltre va controllato il trend del D-Dimero: se in discesa ovviamente non ci sono problemi; se in salita le indagini sulle possibili cause devono diventare accurate.
Ne parli con chi la segue.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore innanzitutto grazie per la celere risposta e per la chiarezza.
Dopo quanto ritiene utile ripetere l'esame per osservare il trend?
In PS è stato eseguito anche CUS:
Compressibilitá venosa femorale profonda inguinale e poplitea fino a triforcazione bilateralmente.
Ad un precedente ecodoppler di un tre anni fa evidenziata un leggero restringimento venoso e arterioso degli arti inferiori.
Qualora il valore si stia alzando in quale direzione sarebbe opportuno indagare?
Grazie
[#3]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Cara signora,
Io direi di verificare prima il trend.
Il CUS è un esame che richiede grandissima esperienza professionale peraltro proprio sugli assi venosi distali come quelli del polpccio in cui si possono avere dei falsi negativi.
Tanto che in presenza di clinica, lato sensu, suggestiva per TVP, il CUS deve essere ripetuto dopo una settimana - 10 gg.
Meno difficoltosa la valutazione degli assi venosi prossimali con questa metodica.
In ogni caso la tecnica color doppler, in mani esperte è molto più "rivelatrice" anche in presenza di pregresse TVP.
Rifaccia con tranquillità il D-Dmero e l'assetto coagulativo tra una decina di giorni.
Se vorrà sarò lieto di fornirle il mio parere.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno e buona domenica!
La ringrazio davvero molto della sua disponibilità e sicuramente avrò piacere del suo parere vista la chiarezza delle sue risposte.
In PS è anche stato fatto emogas analisi che le riporto di seguito:

Ph 7,469 alto
pCo2 33,8 basso
pO2 83,4

ctHb 17,3
sO2 97,4
FO2Hb 93,1 basso
FCOHb 3,1 alto
FHHb 2,5
FMetHb 1,3
Hct,c 52,9
ctBil 0,8

cK+ 3,8
cNa+ 137
cCa2+ 4,49
cCl- 117 alto
Anion gap,K+,c -0,5

cGlu 99
cLac 0,9

ctO2c 22,6
p50,e 23,62
ctCO2 (P),c 25,3

cCa2+ (7.4),c 4,66
cHcO3-(P),c 24,2
cHcO3-(P,at),c 25,8
cBase(B),c 1,7
cBase(Ecf),c 0,9
pO2(a)/FO2(I),c 397

Inoltre è stato fatto il tempo di tromboplastina che è risultato basso, 0,65 dove il minimo era 0,80

A tutt'oggi purtroppo persiste la sensazione di fame d'aria. Vi sarei grato di una spiegazione di questi valori e un suggerimento su cosa possa essere opportuno fare.

P.s. questo è il profilo della mia Compagna. Io sono un uomo. Purtroppo fra tablet, cellulari, PC ho fatto confusione con gli accessi.

Grazie molte!
[#5]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Salve,
mi pare che questo EGA non indichi criticità di rilievo.
Mi riporti, se vuole, tutta la batteria emocoagulativa compreso il D-Dimero.
La sua compagna esattamente che problemi ha?
E per quale motivo è finita al pronto soccorso da cui credo sia stata dimessa con diagnosi di Dispnea su base ansiosa?
Ha una alcalosi respiratoria con ipocapnia, quindi significa che iperventila. Ha una PO2 di 83.4!
Non può mica fare una TC polmonare ogni settimana: deve curare l'ansia.
Integri il consulto come le ho detto, se le fa piacere.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, tutta la questione riguarda me. Ho io malattia del motoneurone e io sono stato al PS. In verità l'ansia è stata ampiamente esclusa da varie valutazioni pregresse, così come la depressione.
Ho scritto su questo profilo per un errore di accesso dal cellulare che aveva in memoria le sue credenziali e me ne sono accorto solo successivamente.
Al PS non è stata minimamente cita la base ansiosa e anzi avrebbero suggerito di approfondire le ragioni di questi valori.
La dispnea non può essere connessa al deficit ventilatorio restrittivo della malattia neurologica?

Troponina t 8
Sodio 146
Potassio 3.6
Tempo di protrombina 0.94
Tempo di tromboplastina 0.65
D-DIMERO 600

Grazie
[#7]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Signore mi dica: fuma sigarette?
Dal suo EGA parrebbe di si.....
Faccia sapere se vuole.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#8]
dopo
Utente
Utente
Fumo, purtroppo dopo un anno che avevo smesso..., una decina di sigarette al giorno. Uso sedia a rotelle per paraparesi spastica o stampelle per i tratti più brevi. Grazie
[#9]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
E mi dica lei crede che fumare nelle sue condizioni respiratorie sia benefico?
Non si lamenti poi della fame d'aria; ha una irritazione cronica delle vie respiratorie da fumo, non espande bene il torace la prima cosa che deve fare e' smettere di fumare adesso.
Altrimenti starà sempre peggio e rischierà davvero l'embolia polmonare.
Se vuole: che farmaci assume ?
Saluti
Dott. Caldarola
[#10]
dopo
Utente
Utente
Senza dubbio devo RiSmettere di fumare! Nulla da dire a mia discolpa!
La scarsa espansione toracica con deficit restrittivo era stata imputata dal pneumologo dopo spirometria alla malattia neuromuscolare e comunque mi era stato ovviamente già detto di interrompere il fumo...
Assumo:
icomb per ipertensione
Olio di cannabis
Vit. D
Vit. B12

Aggiungo che un ecodoppler Delle gambe del 2015 evidenziata moderata stenosi Delle arterie.

Grazie
[#11]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Gentile Signore,
La diagnosi di pneumopatia secondaria a alterazione funzionale dei muscoli respiratori è ovviamente plausibile.
Specie se le indagini di imaging hanno escluso alterazioni parenchimali polmonari. E mi pare che lei sia reduce da una TC polmonare, tra le altre cose.
In quanto alla faccenda del D-dimero a 600 le spiegai la importanza di ripetere un color doppler venoso e arterioso agli arti inferiori.
Ad excludendum cause vasculo-trombotiche specie venose.
Le ho anche più volte ribadito che lo screzio cronico pancreatico può essere non solo responsabile dell'alterazione del D-dimero ma anche di un malassorbimento di vitamine liposolubili in primis la Vit K.
Ciò spiegherebbe le alterazioni dei test di coagulazione. Chieda al suo medico di effettuarne il dosaggio.
Ovviamente l'invito a smettere di fumare e' pressante, costituendo nel suo caso un fattore di rischio notevole.
Cari saluti.
Dott. Vincenzo Caldarola
[#12]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo dottore come prima cosa la voglio davvero ringraziare in quanto le sue parole e quelle di un suo collega sono state capaci di riaccendere la volontà di interrompere il fumo. Oggi quindi sono quasi 10 giorni che ho smesso.
Per quanto riguarda invece gli esami del sangue li ho ripetuti.
Il D-dimero è rientrato nei range mentre il tempo di tromboplastina parziale continua ad essere basso.
Avendo io cicliche problematiche non ben definita di tipo ematologico infettivologico questo valore basso ritiene vada approfondito?
Domani comunque vedrò il medico di base.
Grazie!

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa