Utente
Salve
Dopo aver sollevato dei pesi (non uno sforzo eccessivo) ho iniziato ad avvertire nausea, e questa persiste anche dopo due ore. Non soffro di patologie particolari (che io sappia).
Con la nausea si aggiunge un offuscamento della vista per me insolito. Niente dolore di qualche genere. Inoltre ho la concentrazione ridotta anche se reagisco a velocità normale agli stimoli. Mi muovo bene. Non so se dovrei preoccuparmi, l'offuscamento della vista è un sintomo grave? Specifico che non ho problemi di vista. Assieme alla nausea è comparsa una strana agitazione e nervoso sempre per me insolite, le quali ho collegato all'ansia-panico, infatti ho sofferto di attacchi di panico, ma potrebbe esser dovuto ad un qualche tipo di problema più serio? Per me è diventata consuetudine allarmarmi per ogni sintomo e rivolgermi ad un medico ma finora non è mai stato rilevato qualche problema, quindi mi rivolgo prima qui per verificare se il sintomo è normale o potrebbe non esserlo prima di andare fisicamente da un medico.
Quindi per questi sintomi dovrei farlo? L'offuscamento della vista è specifico dell'occhio sinistro.

[#1]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
20% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
se "offuscamento" della vista c'è stato ed è tutt'ora persistente è bene che lei si rechi al P.S. Oftalmologico perchè il sintomo è tutt'altro che da trascurare.
Un esame del segmento anteriore dell'occhio si impone e ancor di più del fundus oculi.
Non è sintono da sottovalutare neanche la nausea sotto sforzo.
Forse quando si capirà che la pesistica non giova all'organismo, come tutti gli sport isometrici, si sarà raggiunto un buon obiettivo.
Spero che lei annualmente faccia un ecocardiogramma color doppler e un test da sforzo massimale al cicloergometro o al tapis roulant, come è necessario che facciano tutti gli sportivi.
In asenza la pesisitica diventa una roulette russa.
Comunque pensi all'occhio adesso: vada al P.S. senza perdere ulteriore tempo.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#2] dopo  
Utente
Grazie!
L'offuscamento e la nausea sono sparite al mio risveglio. Mi chiedevo circa la nausea sotto-sforzo se potesse anche dipendere dal fatto che tendenzialmente ho una pressione sotto la media.
Circa entrambi i sintomi se potessero esser collegati al mio recente dolore alla cervicale e rigidità del collo.
Mi rivolgerò comunque ad un medico per controlli.

Oltre alle due questioni precedenti chiedo se questi eventi possono manifestarsi in caso di iper o ipo glicemia.

[#3]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
20% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
l'alterazione del visus in un solo occhio che perduri e poi scompaia merita sempre attenzione.
Ovviamente le parlo telematicamente con i limiti di questo tipo di consulto.
Ma in tutta onestà non mi sento di dirle che può essere la cervicale, le alterazioni dell'assetto glicemico, un TIA magari legato ad un PFO (forame ovale pervio).
Sono tutte ipotesi che deve vagliare con il suo curante evitando di trascurare l'episodio. Tutt'altro!
Lo dico esclusivamente nel suo interesse.
Saluti cari,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#4] dopo  
Utente
Facendo qualche esperimento ho notato che altri tipi di sforzo come muovermi molto e velocemente o colpire qualcosa per qualche tempo non mi provoca malessere, ma saltare, alzarmi da una sedia, salire le scale leggermente sì. Mi capita quindi spesso di iniziare ad avvertire nausea ed in tutti i casi mi pare che la vista sia coinvolta in misura variabile ma direttamente proporzionale alla nausea. Con essa si accompagna spesso lo stimolo di vomitare, direi se la nausea mi coglie dopo mangiato (il che suona ovvio). Siccome in questo ultimo periodo ho spesso la vista leggermente offuscata (in realtà vedo bene i colori ma non vedo bene da lontano, nessun problema da vicino) mi chiedevo se un TIA portasse poi i sintomi anche a distanza di tempo.

[#5]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
20% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Un TIA è un episodio vascolare ischemico di breve durata a risoluzione clinica totale con cicatrice parenchimale cerebrale (visibile bene alla RM).
La sua sintomatologia è in ogni caso meritevole di essere sottoposta ad un neurologo, tanto più che non è possibile effettuare diagnosi a distanza e lei potrebbe manifestare episodi transitori di lieve ipertensione endocranica (disturbi della vista, nause+vomito) che non necesariamente si accompagnano a cefalea.
Non meni il can per l'aia e vada a visita.
Se vorrà mi faccia sapere.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#6] dopo  
Utente
Salve di nuovo
Il medico sospetta anemia, dopo le analisi del sangue avrò la visita neurologica.
Oggi assieme al senso di nausea è comparso dolore all'occhio (in questo caso il destro).
Lei parla di episodi di lieve ipertensione endocranica, è qualcosa di grave? Compromette molto la salute? Questi momenti di ipertensione danneggiano in modo irreparabile il cervello?
Si potrebbe diventare mentalmente invalidi?
Porta rapidamente ad ictus?
Ultima domanda, quali sono le possibili cause?