Utente
Gentilissimi Dottori,
vo scrivo per avere un vostro esperto parere.
Premetto però di essere un soggetto molto apprensivo ed ansioso, sia per me che per i miei cari.
Vengo al dunque.
Poco fa, mentre stavamo pranzando, ho visto che a mia Madre (di anni 64) le scorreva un po' di sangue dal naso (narice dx) e lei non se n'era accorta. E' stato davvero poco, tanto che una volta asciugato non è più uscito. Lei ha spesso il vizio di toccarsi il naso, probabile si sia sfregata e abbia causato la piccola perdita, ma lei non ricorda di averlo fatto.
Comunque una tre quarti d'ora dopo l'accaduto le abbiamo misurato la pressione arteriosa ed è uscita con valori leggermente bassi (111 - 65). Lei non avverte particolari sintomi se non un leggero senso di vuoto alla testa, cosa che tra l'altra le capita spesso essendo lei metereopatica e accusa molto i cambiamenti climatici.
Ho provato a chiamare il medico di base, ma non sono riuscito ancora a rintracciarlo.
Vi ripeto, essendo io molto apprensivo e ansioso, mi sono agitato.
Secondo voi è un episodio che desta preoccupazione e può essere un campanello di allarme per qualcosa di grave(speriamo di NO) oppure può essere stato un episodio isolato?
Come mi devo comportare?
Aspettando con ansia una vostra risposta vi ringrazio per la cortese attenzione e vi porgo i miei più cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
16% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Salve,
innanzitutto cancelli dal suo bagaglio culturale la nozione che l'ipertensione arteriosa è collegata all'epistassi, quasi che il naso fosse la valvola di sicurezza della circolazione. E pura leggenda metropolitana.
Un episodio di lieve epistassi, quale quello che riferisce, non mi pare debba destare preoccupazioni o panico.
E' bene tuttavia che sua madre faccia una routine ematochimica, con particolare attenzione all'assetto emocoagulativo e all'emocromo.
Il tutto non in urgenza e senza panico.
Ne parli con il suo curante e se vorrà mi faccia sapere.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dr.Caldarola,
innanzitutto grazie per la celere, chiara e rasserenante risposta.
Infatti mi reno conto ce la mia ansia e apprensione mi fa applicare tutto.
Comunque la sua risposta mi ha tranquillizzato.
Le dico che mia Madre, ogni anno in autunno, fa le analisi di routine e quindi, siccome non c'è urgenza, come dice lei, attenderò questi controlli di routine per fare attenzione a quegli aspetti che lei ha segnalato.
Sono riuscito a parlare con il medico curante e non ha dato nessuna importanza a questo evento.
La ringrazio ancora per la cortese attenzione.

[#3]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
16% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Di nulla!
Stia tranquillo e buona serata.
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#4] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr.Caldarola,
chiedo scusa se la disturbo di nuovo e riapro la discussione di cui sopra.
Ne approfitto della sua gentilezza per porle un altro quesito riguardo mia Madre.
Ho notato che le si è formato un livido (non molto scuro) sulla pelle dietro la spall e lei non ricorda di aver preso urti e da diversi giorni che ha un dolore, tipo contrattura, alla spalla stessa, cosa di cui ne ha sofferto già altre volte in passato.
Poi a volte quando sta seduta molto tempo quando si alza fa fatica alle ginocchia, anche di questa cosa ne ha sofferto diverse volte in passato, soprattutto negli ultimi anni.
Io mi rendo conto di essere io molto apprensivo e siccome sto passando un periodi di forte stress emotivo ogni piccola cosa mi allarma e penso sempre alle cose peggiori e purtroppo leggendo in internet si leggono solo cose brutte, ahimè.
Volevo sapere se la piccola perdita di sangue dal naso avuta molti giorni fa (discussione di questo post) che è stato un caso isolato che non si è più ripetuto può essere associato a tutti questi sintomi.
Lei tutti gli anni verso Novembre fa le analisi del sangue per controllo di routine e volevo sapere se è il caso di attendere il controllo di routine e tranquillizzarsi oppure no?
Le faccio presente che sono più preoccupazioni mie che di mia madre.
La ringrazio per la sua pazienza e confido in una sua risposta, spero tranquillizzante.

Cordiali saluti.