Alcol, danni, memoria e studio

Salve gentili dottori, da tempo ho un dubbio che mi assale, il quale sta risultando essere un vero e proprio problema: mi è capitato a volte, di bere alcol più del dovuto e di prendere qualche "sbornia", premetto subito che non sono un bevitore assiduo o cronico, non bevo assolutamente tutti i giorni, però mi è capitato, di passare qualche week-end in cui ho alzato un pò il gomito. Tutto ciò sarà successo una decina di volte in tutta la mia vita o forse poco più.
Pensando a ciò, ho seri dubbi sui danni che potrei aver subito, la mia paura è di aver creato qualche danno a livello neurologico\ cerebrale ed in quanto studente universitario, ho paura di avere ripercussioni nello studio, ovvero di avere problemi di memoria o apprendimento che non mi permettono di affrontare gli studi. A breve effettuerò una visita neurologica, nel frattempo mi piacerebbe avere un consulto in merito. Vi ringrazio e vi auguro una buonagiornata.
[#1]
Attivo dal 2007 al 2020
Medico Chirurgo
Salve,
il suo problema non è che si è "ciuccato" diverse volte ma che lei potrebbe divenire un alcolista abituale.
Questo è il discorso che deve affrontare e non con un neurologo ma con uno Psichiatra esperto in dipendenze.
Il neurologo che cosa crede che le dirà: che non è possibile che abbia riportato alcun danno ad alcun organo per una decina di sbornie: ma che deve smettere di ubriacarsi.
L'alcol è un veleno e danneggia il cervello, il fegato, il cuore, e i vasi: ma occorre un lungo periodo di tempo.
Perciò smetta di bere definitivamente e beva acqua minerale effervescente naturale o succhi di frutta che la idratano, aiutano il lavoro dei suoi reni e non le procurano alcun problema organico.
Saluti cari,
Caldarola.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa