Utente
Cari dottori,
Ho veramente bisogno di aiuto perché la situazione sta diventando troppo pesante ed ho bisogno di qualcuno che mi faccia minimamente capire. Da tre mesi la situazione va avanti e io non so cosa ho. Tutto iniziato da un battito cardiaco accelerato e dolori al petto. Vado in ospedale e mi riscontrano una piccolissima polmonite. Io non ho mai pensato che il problema di base fosse quello, infatti i dolori sono continuati e sono ovunque. Sento delle fitte come aghi alle mani e ai piedi, il bisogno di fare pipì spesso e un gonfiore facciale. Il mio ciclo è stato irregolare e ogni volta che mi sforzo il mio cuore batte a mille. mi sento il battito del cuore nelle ginocchia a volte e comunque il cuore è sempre regolare ma accelerato solo quando faccio sport. Non so più che fare: ho fatto esami delle urine, del sangue, visita remautologa, raggi X al petto ma non si riscontra niente. Sento delle fitte fastidiose a volte agli occhi a viso alle mani o alla gola. Ho fatto anche esami per tiroide thc e cortisolo. Nulla. Leggendo su internet anche se ho solo 18 anni sono nel panico più totale e penso di avere malattie orribili come la sm. Per favore, attendo gentilmente una risposta. Grazie mille

[#1]  
Dr. Giuseppe Christian De Sanctis

28% attività
20% attualità
16% socialità
PESCARA (PE)
CIVITELLA CASANOVA (PE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2015
CON I LIMITI DI UN CONSULTO A DISTANZA:

Gentile ragazza,
premesso che aver necessità di urinare più spesso può ricondursi in una banale cistite (anche se riferisce esame urine normale),lei parla di cuore accelerato solo quando fa sport o sforzi,il che rientra nella norma, perché durante lo sforzo fisico il cuore si adatta a tale sforzo, e ciò si traduce in un aumento della frequenza cardiaca e della gittata sistolica! Il gonfiore facciale lo sente o ce l'ha ? Tra sentirlo ma non averlo, ed averlo c'è differenza! Per il resto riferisce di esami strumentali ed ematochimici (anche ormonali) nella norma,visite specialistiche anche...per cui i sintomi diffusi che enuncia, possono essere espressione di una somatizzazione del tutto (magari riconducibile al primo episodio per cui si è recata in ospedale, e che potrebbe aver scatenato una somatizzazione diffusa) e di uno stato di forte ansia che andrebbero curati qualora fossero confermati, dubito fortemente che possa trattarsi di SM,ad ogni buon conto, per esclusione, faccia anche una visita neurologica!Cordiali saluti!
dr. Giuseppe De Sanctis, Pescara
Specialista in Medicina Generale
Esperto in Omeopatia - Omotossicologia - Fitoterapia - Neuralterapia