Utente
Buongiorno,

Da oltre 2 mesi ho un dolore intenso e incessante al torace nella parte sinistra, va dalle costole alla schiena passando all'altezza dei fianchi.

Sono stato ricoverato in ospedale per oltre un mese ma, nonostante tutti gli esami fatti in ospedale, il dolore continua intenso come prima.

Gli antidolorifici hanno un effetto limitato e a volte sono addirittura inutili.

Posso condividere con voi l'esito del mio ahimè inutile ricovero in ospedale, sperando che a qualcuno venga un'idea migliore.


Vi ringrazio in anticipo dell'attenzione

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Immagino che sia stato studiato da un punto di vista cardiologico e, quindi, che non sia emersa alcuna patologia cardiologica. Altra ipotesi che, probabilmente, è stata considerata, è una esofagite da reflusso: mi puo' confermare o meno la presa in considerazione di tale patologia?
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno, Si, le patologie da lei elencate sono state già considerate. Per completezza posso incollare qui di sotto quello che è venuto fuori dopo un mese e mezzo di ricovero.
Sono stato dimesso con le seguenti diagnosi: 1) VERSAMENTO PLEURICO BILATERALE 2) DOLORE PARIETALE EMITORACE SINISTRO 3) FIBRILLAZIONE ATRIALE 4) IPOGAMMAGLOBULINEMIA NON SPECIFICATA 5) INSUFFICIENZA RENALE CRONICA
In anamnesi: cardiopatia ipertensiva, dislipidemia, FA in corso di sanguínamento da ulcera duodenale (2018): in tale occasione ripristino spontaneo del RS. Remota epatite A, 8 anni fa fratture costali dopo colpo di tosse (sinistra); 10 aa fa dubbio TIA (plegia arto superiore sinistro, poi regredita). In una radiografia torace 26/02 u.s.: ispessimenti pleurici aspecifici lungo la margino-costale sinistra, esiti di fratture costali omolaterali. Tumore di Warthin parotide sin
Il paziente è stato ospedalizzato per algie all'emitorace sinistro da circa un mese che aumentavano con la digitopressione, l'inspirio profondo e con la mobilizzazione. Inoltre febbricola da 3 mesi per cui aveva eseguito antibioticoterapía. All' obiettività presentava subottusità pleurica bilaterale, maggiore a sinistra, con fugace presenza di rumori patologici compatibili con sfregamenti pleurici, poi regrediti. L'eziologia della sintomatologia dolorosa può, pertanto, essere giustificata da nevralgia di parete e verosimile risentimento pleurico. Duarnte la degenza è stato trattato con terapia antalgica ( evitati FANS, considerata la condizione renale) e steroidea con discreto controllo della sintomatologia soggettiva e regressione dei rumori patologici A domicilio dovrà gradualmente scalare lo steroide
Sono state eseguite le seguenti indagini: Esami bioumorali: VES 8, GB da 1977, Hb 11.0, PLT 346000, PCR da 4.43 a 0.47, procalcitonina 0.8, transaminasi nella norma, creat 1.6, Na 142, K 4.0, vit B12 390.4, Sierologia per HBV, HCV e HIV neg, emocolture ed urocoltura negative, IgG 425, IgA 85, IgM 31, FLC k 11.8, GLC lambda 10.7, rapporto K/lambda 1.103. proteinuria di BJ assente, proteine urinarie 124 mg/24h, C-LDL 86, PSA 0.60, PTH 170.1, beta2microglob 4.56, vit D 15, calcio 8.4, albumina 35 g/L, TSH 1.19. Tampone COVID neg. Tampone naso-faringeo per virus respiratori: negativo, BK broncoaspirato :negativo, Colturale in corso ( che comunicheremo se significativo) ANA, ANCA, C3 , C4, C1 esterasi: non significativi Paratormone 170 ( sec. ad IRC) ECG: fibrillazione atriale IVS Eco addome: ndp, vescica vuota, non liquido libero. TC toraco-addominale: diffuse alterazioni enfisematose ad ambo i polmoni, noduli aspecifici di 6 mm ai settori laterali mantellari, modesto versamento pleurico bilaterale. A livello epatico presenti due angiomi capillari. Focale ectasia aortica nel tratto sottorenale ( calibro di 3.3 cm). Non lesioni ossee sospette, esiti all'emicostato sx RMN cervicale e dorsale: conservata la morfologia dei corpi vertebrali, predita di segnale dei dischi esaminati. Minima protrusione erniaria C5-C6. Non significative protrusioni ernarie. Regolare il segnale delle strutture midollari. Riconoscibile formazione nodulare di 40 mm al polo inferiore della parotide sinistra di aspetto non omogeneo per presenza di componente ipo e iperintensa, già caratterizzata citologicamente come tumore di Warthin. Broncoscopia: quadro endoscopico nella norma Spirometria completa: diminuzione del FEV1, assenza di risposta al broncodilatatore Diffusione del CO: diminuzione di grado medio Visita cardiologica: recidiva di FA. Cardiopatia ipertensiva. Messo in lista per eventuale CVE e preso in carico dal ns DH Visita pneumologica: alto sospetto clinico di BPCO Visita terapia antalgica
A domicilio consigliamo la seguente terapia: - Deltacortene 1/2 cp. al mattino per altri 7 gg, poi 1/4 di cp. per altri 3 gg poi sospensione - Bisoprololo 5 mg 1 cp. x 2 al dì - Eliquis 5 mg 1 cp. x 2 al dì ( consegnato piano terapeutico) - Sinvastatina 20 1 cp. alla sera - Tachidoi 1 bust x 3 al dì fino a scomparsa del dolore - Versatis cerotto all'emicostato sin in sede di dolore - Lansoprazolo 30 1 cp. al mattino

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Da cio' che leggo, il dolore lamentato è esito del lieve versamento pleurico
Dr. Raffaello Brunori