Decimi di febbre da tempo

Gentili dottori, vorrei un vostro parere su una situazione che mi perseguita da tempo.

Sono una ragazza di 25 anni e da circa 5, 6 settimane o forse anche più ho notato che quasi ogni sera ho i decimi di febbre (massimo a 37, 2) e poi la mattina scompaiono, anche se mi sento stanca per tutta la giornata.

Inoltre proprio oggi mi è nato un herpes labiale.

Immagino che potrebbe trattarsi di qualsiasi cosa, ma quali potrebbero essere le cause più comuni?

Ho letto che potrebbe trattarsi di stress, stanchezza, ecc ma non credo di star vivendo un periodo più stressante degli altri.

Grazie per l'attenzione.
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,3k 1,1k
Dobbiamo andare per esclusione e, quindi, la prima patologia da escludere è una possibile mononucleosi. Per questo, deve sottoporsi ad un prelievo di sangue per ebv e citomegalovirus.. Una volta in possesso della risposta, cerchero' di esserle piu' di aiuto. Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, ho effettuato le analisi per la mononucleosi e sono risultate negative.
L'unico valore sballato è, oltre quello del colesterolo, anche quello del TSH a 6,57 (0,25-5), mentre l'FT3 e l'FT4 rientrano nei parametri.
Può dipendere da quello?
[#3]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,3k 1,1k
In linea di massima, potrebbe esserne la causa. Comunque sia, le consiglio di chiedere un consulto di un Endocrinologo

Dr. Raffaello Brunori

[#4]
dopo
Utente
Utente
Mi scusi dottore, intende che questo valore alterato potrebbe essere la causa della febbre?
Inoltre vorrei chiederle, già che ci sono, se questa alterazione è "grave", cosa comporta e se la cura che dovrò fare è per sempre o limitata a un periodo.
[#5]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,3k 1,1k
Si, potrebbe essere causa della febbre. Lo Specialista cui si rivolgerà potrà confermarle o meno tutto cio' e le saprà dire se la terapia dovrà eseguirla ed in quali tempi

Dr. Raffaello Brunori

[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,
vorrei un parere in merito agli sviluppi di questa situazione.
Ho fatto un'ecografia tiroidea e una visita endocrinologica e mi è stato riscontrato un ipotiroidismo subclinico e due noduli.
La sua collega mi ha prescritto il Tirosint, dicendomi che dovrò prenderlo a vita. Ma prima di iniziare con questo farmaco, mi ha detto di fare una prova con un integratore al selenio, per vedere se i parametri rientrano o meno.
Io ho letto alcune cose su internet e vorrei chiederle se questa terapia sia necessaria e se veramente andrà presa a vita, perché ho letto che alcuni non ritengono necessario il trattamento se il valore del TSH non superi 10 (il mio è a 6,57).
Per il resto, i decimi di febbre continuano ad essere sempre presenti e la situazione è insostenibile. Cosa pensa che potrei fare?
La ringrazio anticipatamente.
[#7]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,3k 1,1k
Prima di iniziare la cura ormonale che, certo, dovrà eseguirla a vita, un tentativo di utilizzo dell'integratore si puo' fare, considerato il valore emerso dall'esame.
Buona serata

Dr. Raffaello Brunori

[#8]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore, mi scusi se la disturbo ancora. Ho un ultimo dubbio.
Ho letto che il Tirosint non va preso se si hanno dei problemi al cuore (insufficienza e tachicardia) e vorrei sottoporle gli ultimi esami in merito per sapere se posso prenderlo o se c'è un farmaco alternativo.

ECG: Tachicardia sinusale a 115/m'.
PR nei limiti.
Asse elettrico verticale.
BIBD.
Invariato.

VISITA CARDIOLOGICA: E.
O.: Compenso emodinamico buono.
Non cianosi, non edemi, non segni di bassa gittata.
Non stasi polmonare, non broncospasmo al torace.
MV fisiologico.
Toni cardiaci ritmici.
Click mesosistolico puntale associato a soffio sistolico puntale.
P.
A.O.
120/85.

ECOCARDIOGRAMMA: Ventricolo sx di normali dimensioni con normali spessori parietali e con conservata funzione sistolica regionale e globale con F.
E. media 68%.
Atrio sx non dilatato.
Radice aortica e aorta ascendente non ectasiche.
Valvola aortica tricuspide e continente.
Normale il flusso anterogrado in sede aortica.
Valvola mitrale con ispessimento di entrambi i lembi mitralici con movimento di tipo prolasso specie del LPM con insufficienza mitralica di grado lieve.
Sezioni destre dilatate.
La valvola tricuspide presenza anch'essa ispessimenti dei lembi valvolari con minimo-lieve prolasso.
I.
T. ++/4 con P.
A.P sist.
30-32 mmHg.
Non masse endocavitarie visibili.
Non versamento pericardico.

CONCLUSIONI: Cardiopatia valvolare mitralica: prolasso della valvola mitrale con insufficienza di grado lieve-moderato.
Attuali condizioni di stabilità e di compenso emodinamico.
Si raccomanda la profilassi antibiotica per l'Endocardite batterica.
Si consiglia controllo della funzione tiroidea e ginnastica posturale.
Controlli cardiologici periodici.
[#9]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,3k 1,1k
In effetti, il farmaco deve essere preso, come nel suo caso, sotto controllo medico. Immagino che abbia detto al Cardiologo il tipo di farmaco in questione che sta utilizzando e, quindi, cosa le ha detto in merito?

Dr. Raffaello Brunori

[#10]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, il cardiologo non sa nulla perché questi esami sono precedenti alla visita con l'endocrinologo, che non mi ha chiesto se soffrissi di patologie cardiache e dunque non sa nulla nemmeno lui.
Crede che sia sufficiente parlare con il mio medico di base?
[#11]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,3k 1,1k
No, il Cardiologo che la segue deve sapere e darle l'ok sull'utilizzo del farmaco

Dr. Raffaello Brunori

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa