Utente
Preg.mi Dottori,
volevo cortesemente chiederVi se il 5-h triptofano o il triptofano semplicemente sia innocuo o meno.
Io stavo assumendo un integratore a base di compresse di Griffonia Simplicifolia (non ricordo se si scriva esattamente così)che ne contiene abbastanza, le quali mi facevano MOLTO ma MOLTO bene all'umore e all' ansia, ma le ho smesse di colpo in quanto ho letto che negli U.S.A. la FDA lo ha proibito in quanto può provocare eosinofilìa dall'esito letale, ed anche sul sito www.dica33.it viene detto che è nocivo.
Altri dicono che fù una sola partita avvelenata da batteri in Giappone a farlo ritirare dal commercio, e poi non è stato più reintrodotto pur essendo innocuo.
Insomma, qual'è la verità:si puo' prendere o fà male?
Qualora fosse innocuo una curiosità: essendo il triptofano un aminoacido precursore della serotonina che fà bene per la depressione, come mai i neurologi e/o psichiatri prescrivono antidepressivi "chimici" (SSRI etc...) e non prescrivono detto triptofano, che, anche se con efficacia più lieve, è un aminoacido penso più "naturale" e, quindi, più sicuro?
Ripeto, le compresse di Griffonia Simplicifolia mi facevano BENISSIMO, ed ero tranquillo nel prenderle sapendo che era un prodotto naturale!
Vi ringrazio per le cortesi risposte che vorrete darmi per fugare i miei dubbi, con l' augurio di buon lavoro.
V.

[#1]  
Dr. Leandro Lioce

24% attività
0% attualità
0% socialità
()

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
Egregio utente
il British National Formulary inserisce il triptofano nella categoria degli antidepressivi. Tra gli effetti collaterali: bocca secca, nausea, cefalea, sensazione di testa vuota, comportamento suicidario e la sindrome eosinofilia-mialgia, con aumento degli eosinofili, dolori muscolari, febbre. La dose è 1-3g al giorno, massimo 6.Negli anziani è raccomandato un dosaggio più basso, soprattutto quando vi è insufficienza renale o epatica.
Cordiali saluti