Utente
Gentilissimi dottori.

Sono uno studente di 24 anni, da circa 3-4 anni e più ho l'impressione di soffrire di stanchezza che dura per gran parte della giornata. Posso descrivere i sintomi cosi: sonnolenza ( che dura generalmente tutto il giorno, non dipende da quanto dormo), stanchezza fisica (anche in giornate non troppo impegnative mi sento esausto), a volte faccio fatica ad addormentarmi, mal di testa leggero abbastanza frequente (2,3 giorni e a volte di più alla settimana), scarso stimolo sessuale. Spesso insieme al torpore mentale e alla confusione che ne deriva, scarsa memoria, irritabilità e a volte arrivo a soffrire di ansie improvvise ed immotivate.
Non ho mai fatto controlli per capire cosa davvero mi stesse accadendo perchè ho sempre pensato fossero una cosa momentanea, dei conoscenti mi hanno consigliato di rivolgermi ad un neurologo ma non me la sono mai sentita.
Volevo chiedere un consiglio sulla situazione, quali sono le analisi che posso effettuare per trovare la causa di tutto questo e suggerimenti sulle eventuali cure poiché desidero trovare una soluzione. inoltre sto notando che questa situazione sta avendo delle ripercussioni sulla mia vita sociale nonché su tutte quelle attività che tento di svolgere come lo studio e sport in genere.

Grazie per l’attenzione e spero a presto

[#1]  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini

24% attività
4% attualità
12% socialità
LIVORNO (LI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
i sintomi che Lei descrive mi fanno pensare a varie possibili cause:
- infezioni croniche latenti tipo da virus erpetici: mononucleosi, cytomegalovirus - gli esami indicati sono dati dalle sierologie per tali virus: dosaggio nel sangue di
IgM e IgG VCA, IgG EA, IgG EBNA; IgM e IgG Cytomegalovirus
- intossicazioni da metalli pesanti e/o solventi - ha fatto dei lavori odontoiatrici di recente o ha cambiato le Sue abitudini oppure è stato esposto a sostanze tossiche?
Gli esami in questo caso sono la ricerca su sangue e urine di metalli come mercurio, piombo, alluminio, nichel
- disfunzioni ormonali come possono essere quelle a carico della tiroide: gli esami in questo caso sono costituiti da
FT3, FT4, TSH, Anticorpi antitireoglobulina, anticorpi antiperossidasi
- anemia, esami: emocromo, ferritina, transferrina, sideremia
- controllerei anche la glicemia a digiuno
- la funzionalità renale: azotemia, uricemia
Mi faccia sapere
Cordiali saluti
Dr.ssa Magazzini

Dott. Margherita Andreina Magazzini

[#2] dopo  
Utente
gentilissima dottoressa
grazie per la risp celere che mi ha dato spero di riuscire a farle sapere presto qualche cosa sperando non sia nulla di grave.
Un ulteriore domanda che volevo porle è potrebbe trattarsi di qualche intolleranza alimentare? o depressione (anche se non mi sento cosi)?
grazie di tutto a presto

[#3]  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini

24% attività
4% attualità
12% socialità
LIVORNO (LI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
i sintomi che Lei mi ha descritto onestamente non mi fanno pensare a depressione o a intolleranza alimentare a meno che in riferimento a quest'ultima Lei abbia notato l'insorgenza della sintomatologia o l'accentuazione dopo l'assunzione di qualche alimento in particolare.
Resto in attesa di Sue notizie
Cordiali saluti
Dott. Margherita Andreina Magazzini