Caduta capelli progesterone

Salve sono una ragazza di vent'anni. da circa 5 mesi soffro di dermatite seborroica o almeno così sono stati definiti i miei sintomi, cuoiio capelluto sensibilissimo dolore alle radici, desquamazione. M hanno detto che comunque la dermatite nn può portare a calvizie femminile, invece continuo a notare uno sfoltimento e assottigliamento sempre maggiore dei capelli. Ho fatto gli esami del sangue, emocromo tiroide ecc... e non è risultato nulla che nn andasse, poi ho effettuato esami di tipo ormonali, prolattina progesterone, testosterone, tutto nella norma, l'unico valore che mi manca è quello del progesterone 17 che mi hanno detto essere un esame più specifico del progesterone semplice, quale correlazione c'è fra i due tipi di esame sul progesterone? cioè se uno va bene ossia il progesterone posso sperare che anche l'altro valore difficilmente lo contraddirà? Cmq sto curando la calvizie cn shamppo appositi, integratori alimentari. Nella mia famiglia nessuna donna ( nonne zie, prozie, sorella) ne ha sofferto, solo uomini, mio padre, mio nonno.
Pensa dovrei effettuare altri tipi di esami e che potrebbe effettivamente essere calvizie femminile?
Grazie in anticipo. Cordiali Saluti.
[#1]
Dr. Giampiero Griselli Dermatologo, Medico estetico 8,5k 304 152
Gent.le pz
non posso entrare nel suo caso specifico, già seguito da colleghi, per motivi deontologici.
Posso comunque soffermarmi su alcuni punti:
Nello studio ormonale, quando si sospetta una AGA femminile(alopecia androgenetica ),si fa un esame obiettivo.
Si valuta quindi se visono alterazioni a carico degli annessi e della cute, (acne, irsutismo,alopecia), se vi sono alterazioni del ciclo, oppure altre metaboliche.
Se è vero che i principali androgeni sono ovviamente il DHEA(s). l'androstenedione,il testosterone (ev.dosaggio dell'SHBG) e il DHT.
Utile la valutazione del bilancio SHBG -T libero, utile anche il controllo di altri oormoni , che come è noto possono influenzare, anche tenendo conto dei loro equilibri e delle loro conversioni.
Uno screening di irsutismo in fase iniziale si potrebbe giovare, in fase follicolare precoce anche del 17 OHPcon una ulteriore valutazione sul lato progestinico in fase luteinica (a parte che un aumento del 17OHP oltre le 6 nmol/l mi evocherebbe una iperplasia surrenalica congenita, che stimolerebbe altri esami).
A questo punto dovrei lasciare il discorsivo ed entrare un pò più nello scientifico, ma temo che il discorso sarebbe seguito con fatica dalla pz.
Credo che dunque le valutazioni sia meglio lasciarle interamente a chi la sta già opportunamente seguendo.
Cordialità

Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Brescia,Porto Tolle(RO)

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore, la ringrazio molto per avermi risposto per maggiore chiarezza le riporto i risultati dei miei ultimi esami del 1022009

ferro 52 37-145

proteine elettroforesi
rapporto albuminaglobuline 1.46 1.10-2.16
Albumina 59.4% 52.0-68.4
Alfa-1-globuline 4.6% 1.8-4.9
Alfa-2-globuline 9.4% 6.8-13.5
Beta-globuline 10.6% 7.9-14.3
Gamma-globuline 16% 9.5-19.0
componenti omogenee assenti

S--beta-2-microglobulina 1.4mgL 0.8-2.2
S--frazioni del complemento
C3 131mgdL 90-180
C4 21 10-40
S--omocisteina 8.5 4.0-15
S--proteinaC reattiva 0.4mgdL Fino 0.7
S--vitamina B12 348 191-663
S--folati 4.9 4.6-18.7
S--TSH(tireotropina) 3.32 0.150-5000
S--fT3(triidotironina libera)3.8 2.1-4.4
S--fT4(Tiroxina libera) 13.0 8.8-18.0
S--tireglobulina 30ngmL 1.4-78.0
S--Ig Anti-tireglobulina 10UmL fin a 115
P--aPTT(T.Trombopl.parz.attiv.)1.03 Ratio 0.80-1.20
[#3]
dopo
Utente
Utente
Sg--Emocromo
leucociti 7.70 4.00-10.00
eritrociti 5.01 3.83-5.08
Emoglobina 14.4 12.0-16.0
Ematocrito 41.6% 35.0-46.3
Volume corpuscolare medio 83.0 fl 80.0-96.0
concentraz emoglobina media 28.6 pg 27.2-33.5
concentraz.emoglobina globulare media 34.5gdL
32.00-36.5
RDW(Amp.Distrib.Volumieritrocitari)17.1>% 11.7-14.6
Piastrine 249 140-440
Volume medio piastrinico 9.3 fL 6.5-11.6
Granulociti neutrofili% 55.1% 40.0-75.0
Linfociti% 34.2% 20.0-50.0
Monociti% 7.9% 4.1-12.2
Granulociti eosinofinili% 2.3% 0.8-6.0
Granulociti basofili% 0.5% 0.3-1.8
eritoblasti(%) 0.00%
Granulociti neutrofili# 4.3 2.0-7.0
Linfociti# 2.6 1.5-4.0
monociti# 0.6 0.3-0.9
granulociti eosinofili# 0.2 0.1-0.5
Granulociti basofili# 0.0 0.0-0.2
eritoblasti(#) 0.00

Sg--Ves 14mmh 0-20
P--PT(tempo di prototrombina) 1.19 ratio 0.80-1.20

S--Ig antiperossidasi tiroid 6 UmL fino a 34
S--IgE Totali 89 KUL fino a 115
S--Ab Antinucleo (HEp-2) (ANA) negativo
S--Ab Anti Ena Negativo
S--Ab Anti-cardiolipina
L--IgGanti-aCl 4.3GPL aps> 40GPL
IgM anti-aCL 8.1 MPL aps>40MPL



A questi sono seguiti esami ormonali tutti nella norma, visita ginecologica, con pup test da ritirare, ma ovaie nella norma solo un polipo all'endometrio che cmq non può essere causa di perdita capelli per quanto dettomi dai medici.
Esami hiv, hbv hcv, tutti negativi e senza aver avuto comportamenti a rischio per i 7 mesi precedenti ( non che prima avessi chissà quali comportamenti ho sempre fatto sesso protetto.)
Ho effettuato visite da tre dermatologi diversi, L'ultimo ha riscontrato il diradamento e l'assottigliamento ma esclude alopecia androgenetica.
A fronte di tali esami e visite nello specifico quali altre dovrei effettuare?
Dovrei fare accertamenti per malattie come il lupus eccetera?
Ringrazio in anticipo per la risposta spero vivamente m darete.
cordiali saluti.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Ah inoltre la proteina c reattiva serve per evidenziare eventuali infezioni?
Pensa c possano essere errori negli esami?se fosse semplicemente stress, non è strano che nè integratori vitaminici nè fiale sulla cute riescano non dico a migliorare la situazione ma neanche a fermarla, ad arrestare la caduta? potrei fare l'esame delle urine per controllare dha, perchè m è stato detto nn serve in quanto ho già effettuato esami di tipo ormonale, inoltre noto un certo diradamento anche nella zona del pube, però sopracciglia eccetera sono a posto.
Grazie ancora cordiali saluti.
[#5]
Dr. Giampiero Griselli Dermatologo, Medico estetico 8,5k 304 152
Gent.le pz
mi sembra di notare una certa mancanza di orientamento nella diagnostica.
Risulta difficile capire le motivazioni della richiesta di alcuni esami , nel senso che gli esami devono essere mirati alla dimostrazione di un sospetto di patologia che nasce dalla visita e dall'esame obiettivo.
Il sospetto , così senza conoscere i trascorsi delle precedenti visite , è di un ventaglio di esami quasi a 360° in cui coesistono esami routinari con esami ormonali (parziali) con esami per la ricerca di malattie autoimmuni, infettive e allergologiche.
Così non penso che sia opportuno agire ; meglio affidarsi ad uno specialista (di fiducia appunto) che possa essere lui la guida, evitando di fare il classico "minestrone".
Spiacente di non poterle essere più utile.
Cordialità.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa