Utente
Salve, ho quasi 26 anni

è da un paio di giorni che avverto forti crampi improvvisi all'addome e allo stomaco... ieri in modo particolare... ad ogni spasma iniziavo a sudare tantissimo.
Ieri sera dopo defecato (lieve dissenteria) mi son sentito meglio, ma i dolori hanno continuato a persistere in maniera un pò più lieve durante la notte e tutt'ora. Sembrano quasi dei dolori muscolari alle volte che mi prendono fin dentro la spina dorsale.

Sono stato da una vostra collega e in pronto soccorso più di un mesetto fà per dei fortissimi crampi allo stomaco ed entrambe i medici hanno detto che avevo il riacutizzarsi di una gastrite e un pò di colon infiammato. Mi hanno prescritto il Lansox 30mmg... che tutt'ora stò assumendo con regolarità. puntuale la mattina alle 6:20 prima di andare a lavoro e prima dei pasti.
La gastrite da stress mi era già stata diagnosticata circa 5 anni fà perchè dopo due corse al pronto soccorso per fortissimi spasmi sotto lo sterno e un paio di flebo mi avevano consigliato la gastroscopia... dopo la gastroscopia che aveva rilevato un lieve arrossamento delle pareti gastro esofagee... Nessuna presenza dell'ElicoBatter. Comunque l'ho curata senza farmaci, solo con rilax e meno stress... e ci sono riuscito. Ora scrivo perchè ho rifatto analisi, accertamenti e controaccertamenti ma il problema non passa e quindi credo di aver bisogno di un consiglio serio perchè a questo punto mi è rimasto da consultare solo uno psichiatra!
Ci tengo a precisare che sono due anni che ho cambiato stile di vita. Lavoro anche 13 ore al giorno saltando spesso i pasti, fumo come un assassino ( ma solo durante le giornate lavorative, durante le ferie e i giorni di riposo non sò nemmeno cosa siano le sigarette da 20/25 al gg passo a 3/4 max 6 al gg) la sera corro mi faccio una doccia, mangio e mi metto a dormire perchè la sveglia alle 6:00 suona, sono una persona lievemente anziosa ed ho avuto un paio di crisi di panico da quando stò qui. c'è da dire che prima vivevo a casa con i miei nel parco nazionale del cilento ora corro avanti e indrieto con le valige perchè vivo in un agriturismo e lavoro a Roma. Prendo spesso il caffè. stò sempre seduto o in auto o al PC e ho dolori alla schiena e alle costole. Inoltre l'agriturismo è molto umido e chiuso. ho da 1 anno e mezzo circa la febbre a 37 durante il giorno che poi torna normale la sera ed ho spesso dolori ossei e muscolari, ho la cervicale che mi stà uccidendo e la mandibola che mi si è spostata e quando la chiudo fà come uno scatto ed ho la parte destra del collo più gonfia o più esposta della sinistra. ho spesso i linfonodi gonfi anche se dopo una visita accurata mi è stato detto che non ho nulla.

Ora signori miei vi chiedo...
Ho un problema serio?
E' solo un virus che mi crea quasti fastidi alla pancia?
Soffro di area nella pancia?
Oppure stò semplicemente uscendo pazzo?

ricordo che mi manca solo la vivisezione e poi ho fatto tutto!

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Stia tranquillo... lei non e' pazzo! Piu' semplicemente e' probabile che quello che le hanno diagnosticato tramite la gastroscopia effettuata cinque anni fa stia assumendo caratteristiche piu' marcate; grazie anche alle sue abitudini di vita che certo non potremmo definire irreprensibili (il fumo, lo stress, il superlavoro, e via dicendo...). Sensa contare l'ansia, che di certo non l'aiuta. Ed e' anche probabile che il colon stia cominciando a ribellarsi anche lui, sebbene non sia da escludere la concomitanza di una influenza intestinale.
Quello che le serve e' una buona diagnosi: chieda al suo Medico di Famiglia se non sia il caso di rivolgersi ad un Gastroenterologo per un consulto specialistico. Io ritengo che in questo modo potra' avere la risposta a molti suoi dubbi; a parte ovviamente lo "scatto" della mandibola, per la quale le consiglio di rivolgere la sua domanda nella sezione "Gnatologia Clinica" di questo stesso sito.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr. Spina,

ieri pomeriggio mi sono letto il foglio illustrativo del Lansox che stavo assumendo da prima di Pasqua ed ho letto che molti dei disturbi che sento in questi giorni possono essere causati proprio dal farmaco. Prima di andare "in guerra" provo a non prendere più il farmaco e vedere se cambia qualcosa.
Da ieri sera i dolori sono diminuiti a livello di frequenza ma hanno assunto una maggiore intensità.
Sembra quasi che abbiano un punto di inizio ed un punto di fine... Mi parte il crampo allo stomaco... passa... poi mi prende un tremendo crampo al livello addominale e non riesco a capire il punto preciso... mi passa dopo 3/4 secondi... poi faccio delle aerie. Sembra una catena di montaggio. Ho notato che ho anche parecchia fuoriuscita di aria dalla bocca... e un pò di alito pesante.

Se vado a toccare la pancia sento dolore quando tocco la zona che và da sotto lo sterno fino a sotto l'ombellico e un 10 cm a destra dell'ombellico stesso e quando tocco in quest'ultimo punto il dolore si ripercuote anche sul lato sinistro.

Scusate se insisto a scrivere qui ma questo stramaledetto lavoro non mi permette nemmeno di andare da un medico in santa pace. Mi sà che devo solo cambiare lavoro.

[#3] dopo  
Utente
Dottore un ultima cosa,

a seguito di forti crampi allo stomaco un mesetto fà sono dovuto correre al pronto soccorso dell'Umberto I di Roma dove mi hanno fatto delle flebo per farmi passare il dolore, a seguito di analisi del sangue sono risultati questi valori lievente alti. credo che sia un informazione utile ( Esame Chimico ed Emocromo )


MCHC 37,7 g/dL
Globuli Bianchi 10,4 x10^3/uL
Neutrofili 7,16 x10^3/uL

ed ho sempre questa temperatura corporea intorno ai 37,2

[#4] dopo  
Utente
E un altra cosa

la mattina ultimamente quando mi sveglio spunto e la saliva ha un colore giallognolo... ma questo solo a prima mattina dopo svanisce... pero ogni tanto durante la giornata se mi capita di tossire ho risalita di mucosa con delle macchioline scure all'interno.

Comunque mi stò mobilitando per prenotare una Gastroscopia.

scusate se continuo a scrivere ma la mia anziosità e la mia curiosità la fanno da padrone.

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Non sono d'accordo ad interrompere il Lansox senza preventivamente consultare colui che glielo ha prescritto. Puo' darsi che lei abbia ragione, ma e' invece piu' probabile il contrario. Capisco il lavoro, ma il suo problema non e' cosi' banale che lei puo' permettersi di trascurarlo, continuando a non sapere di preciso quale sia la diagnosi di cui soffre.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente
Il mio medico curante mi ha sconsigliato la gastroscopia adesso perchè dice che se c'è qualcosa in atto, essendo un esame invasimo potrebbe provocarmi dei danni.

C'è da dire che tra ieri pomeriggio e stamattina il dolore era scomparso e stanotte ho dormito tranquillamente. Solo che circa mezz'ora fà mi è venuto un crampo all'addome e sono dovuto scappare in bagno. Le lascio immaginare il risultato.

Non ho più bruciori di stomaco, mi sento solo un pò fiacco.

Il dottore mi ha detto di prendere l'enterogermina e di interrompere il Lansox anche perchè lo stavo prendendo da prima di pasqua e siamo a fine maggio... mi erano state prescritte solo scatole da 14 capsule... poi inevece il medico del Pronto soccorso mi disse di proseguire fino a quando non mi passava il dolore. Ma credo che quasi due mesi Lansox bastino.

Spero sia solo influenza intestinale.

Appetito ce l'ho, non ho perso peso. e dopo più di 3 anni ho avuto un caso di diarrea.

forse devo solo limitare lo stress e smettere di somatizzare. Io vado da uno psicologo che è meglio.

Dottore non è semplice andare da un medico quando sei a 400 Km di distanza e non conosci nessuno.

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Puo' anche darsi che sia sopraggiunta una banale influenza intestinale (vedi anche https://www.medicitalia.it/minforma/chirurgia-generale/88-vomito-e-diarrea.html ), ma questo non toglie nulla al suo problema principale. Lasci stare, per ora, lo Psicologo: lei ha bisogno di curare una situazione che anche a detta del suo Medico sembrerebbe seria, se addirittura e' sconsigliata la Gastroscopia! E poi, lei dice che due mesi di Lansoprazolo sono tanti? Che direbbe allora ai pazienti che lo prendono da 10 anni?
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#8] dopo  
Utente
Salve dottore,

i bruciori di stomaco sono spariti appena ho regolarizzato i pasti, ho smesso di prendere troppi caffè e soprattutto da quando ho diminuito drasticamente le sigarette fumate, da 20/25 a 3 max 6, ora andiamo per debellare del tutto il vizio.

persistono i crampi addominali molto saltuari a dire il vero, ma quando arriva devo andare il bagno, non con urgenza, ma appena vado non ho più dolori. la defecazione è regolare a livello di tempo, però non è sempre solida. si alterna. e poi faccio parecchia aria.

In sintesi rispetto alla settimana scorsa è migliorata notevolmente la situazione però persistono dei fastidi.

Ora le spiego, la mia situazione per una banale visita di controllo non è semplice. non sono residente a Roma, il mio medico curante non è a Roma ma a Salerno ed io per ovviare a questa situazione quando non stò bene vado al pronto soccorso. ma viste le mie corparse frequenti iniziano a tirar fuori medicinali contro l'ansia e mi mettono in attesa per 3/4 ore. E come ben saprà le liste d'attesa a Roma sono un terno a lotto!

[#9]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Capisco, ma purtroppo senza "vedere" non possiamo aiutarla piu' di cosi'... Io credo che con il tempo, la terapia, gli sforzi che sta facendo per regolarizzare la dieta e l'eliminazione del fumo i risultati arriveranno, ma la visita medica rimane imprescindibile. Recarsi al Pronto Soccorso non e' una buona soluzione: lei ha bisogno di qualcuno che la segua con continuita' e metodo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com