Utente 130XXX
Salve a tutti, sono un uomo di 31 anni, altezza 1,73 m, peso 65 Kg. Ho il vaccino contro l'epatite B (vaccinazione HBV) così il 3 aprile 2009, nel fare le analisi per controllare se ero ancora coperto, mi sono accorto di avere le gamma GT a 72 (valore max 40) e le GPT a 40 (valore max 40). Altri valori erano nella norma: colesterolo totale 204, trigliceridi 79, GOT 26, bilirubina totale 0,98, vaccinazione HBV ancora attiva. Su consiglio del mio medico ho eseguito una ecografia all'addome da cui è risultata solo una colecisti alitiasica. Fegato, pancreas, milza, reni e vie biliari di volume forma ed ecostruttura nei limiti. Il 25 maggio ho ripetuto le analisi e avevo le Gamma GT a 78 (valore max 40) e le GPT a 43 (valore max 40). Altri valori erano nella norma: colesterolo totale 201, trigliceridi 68, GOT 28. Il 5 giugno sono stato visitato da un epatologo che mi ha diagnosticato una colestasi di lieve entità e mi ha invitato ad assumere una compressa al giorno, dopo cena, di Ursilon 300. Dopo tre mesi di trattamento, il 3 settembre ho ripetuto nuovamente le analisi e mi sono risultate le Gamma GT a 60 (valore max 40), le GPT a 63 (valore max 40) e la GOT a 40 (valore max 40). Altri valori erano nella norma: colesterolo totale 202, trigliceridi 66, bilirubina totale 1,18. Nuovamente visitato dallo stesso epatologo mi è stato consigliato di raddoppiare la dose di Ursilon, 2 compresse al giorno dopo i pasti per sei mesi, e di eseguire una serie di analisi (AMA, ANA e ANCA) per vedere se sono affetto da malattie autoimmuni. Ho fatto questo tipo di analisi ma non c’è nessun problema, valori assolutamente nella norma.
Sono sempre stato una persona sana, non fumo, sono astemio e sto attento all’alimentazione. Non bevo caffè, non mangio dolci, non mangio fritti. L’unico lusso è la cioccolata, al latte e fondente non manca quasi mai nella mia dieta giornaliera. Di salute sto abbastanza bene. Da quando ho avuto la mononucleosi, circa 10 anni fa, non mi sono più ammalato, mai febbre, influenza, ecc. Le mie analisi sono sempre state regolari. Dovrei preoccuparmi per questi valori leggermente sballati oppure non è niente? Lo stress potrebbe in qualche modo influire su questi valori?
Grazie anticipatamente.

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Le transaminasi, specie ALT, e la GGT leggermente mosse in assenza di quadri univoci di malattia sono comunissime. Si pongono varie etichette di steatosi, epatite steatosica ecc. ma la prognosi non sembra differire da chi ha le transaminasi normali.

Quando si usavano gli epatoprotettori (farmaci della mutua a base di gruppi -SH, poi tolti dal commercio in un rigurgito di serieta' del SSN) essi portavano un effetto cosmetico sulle transaminasi, abbassandole.

Ne' il farmaco ne' l'assenza del farmaco alterano la prognosi, che e' comunque benigna. Una volta escluso che ci siano epatiti virali o simili, ci si puo' limitare a una blanda sorvegliana con un controllo ogni paio d'anni.

Come proporre correttamente quesiti online relativi ad analisi di laboratorio:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42830