Utente 196XXX
Sono uan ragazza di 18 anni da sei mesi e mezzo soffro di una grave ipertermia con temperatura a 41 non responsiva a farmaci antipiretici e scende soltanto con ghiaccio e alcool.Ho eseguito tutti gli esami ematologici e strumentali(TAC,RMN encefalo,PET,colon e gastroscopia,prelievo midollo) Tutto è risultato negativo.Sono stata ricoverata al Policlinico S.Matteo di Pavia e nessuno è stato in grado di fare diagnosi.E' mai possibile che non esiste un medico in Italia che riesca a capire perchè di tutto questo o forse non ho consultato quello giusto??Un aiuto per favore.....anche perchè non ho più una vita normale, quando la temperatura rimane alta per diverse ore, ho la stessa sintomatologia del "copo di calore" cioè annebbiamento della vista, iperventilazione e perdita di coscienza. Altri sintomi a parte la ipertermia non ne ho se non una gran fame e insonnia, questo depone per una disfunzione ipotalamica...ma chi in Italia studia bene queste cose???
Grazie per ciò che farete ...sono disperata.

[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile signora, l'aumento dell'appetito e l'insonnia sono concomitanti all'aumento della temperatura? Ha eseguito analisi microbiologiche complete? Altri in famiglia hanno avuto di questi problemi? Sa dirmi altre notizie più precise, magari anamnestiche? Ha esami ematologici alterati? Vediamo di poterla indirizzare nel migliore dei modi.
In attesa di risposta le invio cordiali saluti.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it

[#2] dopo  
Utente 196XXX

Egr. Dott.,

grazie innanzitutto per la risposta e per quello che vorrà e potrà fare .

Le premetto che la temperatura elevata è una costante quotidiana, questa scende con il ghiaccio oppure con impacchi di alcool . Il più delle volte mi alzo già con 40,7 di temperatura, altre giornate, mi sveglio con 36,5 e dopo qualche ora si innalza e questo innalzamento non è mai mediano , nel senso che la temperatura non sale gradualmente per poi raggiungere il picco di 41, ma è un innalzamento repentino così come è repentina la discesa a 36,5 grazie agli impacchi. Quando la temperatura scende non ho sudorazione.

L'insonnia è una costante di ogni notte, che cerco di combattere con la melatonina . L'eccessiva fame è un sintomo quotidiano costante.

Gli esami ematologici eseguiti sono stati più volte ripetuti e assolutamente completi sia per la ricerca di virus che di batteri . Ho fatto diverse sierodiagnosi in presenza di "febbre" , diversi prelievi per malattie autoimmuni . Tutto è sempre risultato nella norma VES sempre normale , assenza di leucocitosi ,catecolamine urinarie anch’esse negative.

Sono state eseguite altresì:

Lo studio radiologico del tenue;
Tac total body;
RMN addome e encefalo;
Colonscopia;
Gastroscopia;
Ecocardiogramma;
Eco alla tiroide e all’addome;
Ago aspirato al midollo
PET
Capillaroscopia( è risultato un edema)
Esame per la valutazione del sudore
Tutto è risultato nella norma.

Nei mesi passati è stato effettuato un breve ciclo di terapia antibiotica, a fine dicembre, per positività di anticorpi anti-H Pylori , senza benefici sulla febbre. e un'altro ciclo con:
Rifadin 600 una c/die per 20 gg.
Chimono una c/die per 10 gg.
Augmentin una c. mattina e sera per 10 gg.
nessun risultato.

In famiglia nessuno ha mai avuto problemi similari.
Da un punto di vista generale, sino a due mesi fa , tutto sommato , le mie condizioni vitali erano discrete, adesso sono stanca fisicamente e psicologicamente ho mal di testa e una enorme confusione alla testa che mi porta , a volte, ad avere quegli episodi di cui sopra simili al colpo di calore .

Da quello che ho letto via via , tutto depone a una disfunzione della termoregolazione corporea ma come fare e a chi rivolgermi , ne ho consultato tanti e questi sono i risultati .

Grazie di cuore.