Utente 409XXX
Uomo di 47 anni, nel 2006 in day hospital di cardiologia i risultati di laboratorio colesterolo e cpk risultano fuori della norma 305 e 270 rispetivamente, mi sono stati realizati diversi controlo nel giro di 30 giorni compresi altre enzimi, ormoni, reuma test, in sostanza qualche cosa que si poteba collegare ai valori alti di cpk: tutto nella norma, dopo un mese cpk rientra nella norma ma molto vicino al limite superiore. Ne la consulenza finale mi consigliano di fare dieta per abassare ulteriormente il colesterolo e controlli periodici per la cpk, controlli che ho eseguito ogni tre mesi colesterolo e diminuito ma il cpk sempre nei limiti superiori. Ultimo controllo 3 giorni fa, colesterolo 271 ma cpk 351. in questo ultimo anno mi sono fatto tante paranoie in merito a distrofie muscolari e via dicendo, all'improviso mi salta un dubbio, da piu di 10 anni che io sofro di un dolore nella regione sacro coscigea cuando sto piu di 15 minuti seduto in una superficie rigida, di consecuenza mi siedo in queste superficie poco e niente, pultropo fine giugnio ho abuzato difrote al compiuter e questo dolore no mi vuole lasciare, l'anno scorso verso ottobre mi e capitato la stessa cosa che si he risolta 15 giorni dopo drenandomi spontaneamente materiare purulento dal gluteo sinistro ne la sua parte mediale bicino al ano, il mio medico questa volta mi consiglio antibiotici e fans ma il dolore a pena mi siedo e bestiale. Dubbio non puo essere che il cpk cosi alto 351 mai avuto prima possa essere dobuto al trauma que mi causa una sub lusazione de la 2 vertebra coscigea e che sia lei stessa ad aver causato 1 anno prima un ascesso con la consecuente fuariuscita di pus??

[#1] dopo  
Dr. Dan Zaharia

20% attività
0% attualità
0% socialità
LATINA (LT)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
secondo il mio parere lei ha due problemi:

-quello del CPK. Io intuisco che Lei abbia preso dei farmaci del tipo statine, che solitamente abbassano il livello del colesterolo. Mi conferma?

-Penso il Suo problema dell' "ascesso sacro-coccigeo" sia dovuto a una cisti pilonidale. Consulti un chirurgo.
Praticamente, si tratta di un pelo che si è annidato sottocute, creando un nido d'infezione che col tempo crea delle fistole a distanza ravvicinata. Da non trascurare anche la fistulectomia.