Utente 200XXX
Sono un paziente di 49 anni ed in seguito a disturbi digestivi ho effettuato una serie di esami e analisi cliniche:

dall’esame dell’ecografia addominale è emerso fegato lievemente aumentato di volume ed iperecogeno come da iniziale aspetto steatosico. Non lesioni focali. Non dilatazione delle v. b. e dell’a.s.p. Colecisti dismorfica, alitisiaca.
Pancreas e milza di volume normale ad ecostruttura omogenea. In sede i reperi vascolari. Reni normali.
Le analisi cliniche invece :
Glicemia 96 mg%
Got 22U/l
Gpt 24U/l
Bilirubina totale 0.71 mg/dl
Bilirubina diretta 0.19 mg/dl
Bilirubina indiretta 0.52 mg/dl
Fosfatasi Alcalina 61 U/l
Gamma GT 16 U/l
Amilasi Totale 139 U/l
Amilasi Pancreatica 35 U/l
Lipasi 37 U/l
Trigliceridi 172 mg%
Esame emocromocitometrico e quadro emaziale Normale.

Pertanto vorrei sapere se c’è relazione tra l’esame ecografico e le analisi cliniche, se la steatosi del fegato è irreversibile o viceversa potrebbe diminuire seguendo una dieta ipocalorica e priva di grassi, considerando i trigliceridi lievemente elevati.
Infine se il quadro diagnostico è più o meno preoccupante, in quanto il medico di base è stato piuttosto vago senza fornire indicazioni particolari.
Grazie, e buon lavoro!

[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
una steatosi epatica può sempre regredire. Al di là dei valori dei trigliceridi, vi può essere una cattiva alimentazione, con assunzione di grassi e quindi un "accumulo" di questi nel fegato.L'ecografia ovviamente non ci da la certezza e la precisione dell'entità della steatosi, ma un'alimentazione corretta, può farla regredire. Le amilasi totali non sono specifiche ovviamente del pancreas, ma sono anche di origine dalle salivari e dall'intestino e non mostrano valori preoccupanti.


Le invio cordiali saluti.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it