Utente 898XXX
Buongiorno,
da alcuni mesi la mia pressione arteriosa ha delle oscillazioni, di solito è normale 120/80 ma nella stessa giornata sale da 150/90 fino anche a sporadiche puntate a 180/90 (non tutti i giorni)e ridiscende spontaneamente. Su indicazione del medico di base ho iniziato terapia con Bisoprololo 1,25 C 1/2 al mattino al quarto giorno di terapia la pressione si è notevolmente abbassata 95/60 causandomi problemi di stanchezza e sensazione di svenimento per cui mi ha sospeso la terapia. Un paio di settimane dopo ad una visita oculistica, fatta per un abbassamento visivo (porto già lenti correttive), mi è stata riscontrata una retinopatia tendenzialmente ipertensiva con riduzione del calibro arteriolare e iniziali segni di incrocio. Mi è stato detto dal medico di base di controllare la pressione più volte al giorno e riferire i valori dopo una settimana. Si sono mantenuti per lo più sui 120.130/80 sempre però con picchi di 150/90 e due episodi a 170/90. Mi ha prescritto un altro farmaco, Ramipril C 1/2 da 5mg. Anche con questo farmaco sono andati bene i primi giorni poi la pressione è scesa a 90/60, l'ho sospeso per alcuni giorni e la pressione è risalita come prima. L'ho riferito al medico che mi ha detto di assumerne 1/4, ma anche con questo dosaggio la pressione dopo qualche giorno di assunzione mi abbassa troppo e mi sento sfinita.
Un anno fa ho passato un periodo di ipertensione con edemi declivi e dopo un periodi di terapia con Bisoprololo 1,25 C1 e Lasix 25mg C 1 al giorno per alcuni mesi tutto si è normalizzato, la pressione è stata costantemente 120/80. Volevo chiedere se secondo voi è c'è qualche altra terapia anche non convenzionale che possa controllare l'innalzamento della pressione senza abbassarla così tanto e se il fatto di non assumere terapia può peggiorare il problema degli occhi.
Ringrazio e porgo distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Marcello Lorello

24% attività
4% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
MILANO (MI)
PALERMO (PA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Mancano alcuni dati: peso, altezza, attività fisica, familiarità per malattie cardiovascolari, analisi di routine: ldl-col, hdl, tri, crea, azo, emocromo, sodio, potassio, eco reni con colordoppler arterioso arterie renali. sedentarieta?
utile visita clinica attenta e colta
Dr. Marcello Lorello
Specialista in medicina interna
E mail: info@studiomedicolegalelorello.it

[#2] dopo  
Utente 898XXX

Buon giorno Dott. Lorello, la ringrazio per la sollecita risposta. Le invio le indicazioni richieste pur sapendo che via internet non è facile esser obiettivi.
Peso 49 Kg, sono alta 160 cm. All’Ecocolor doppler arterie renali fatto lo scorso anno in luglio rileva arterie renali bilaterali pervie con regolare velocimetria all’origine. Esami ematici: gennaio 2011 creat 0.89 (filtrato glomer stimato 67.07), colest 229, HDL 38, LDL 146, rapporto LDL/HDL 3.8, Rapporto COL TOT/HDL 6.0, Trigliceridi 225; marzo 2011 Azoto 25, Creat 0.81 (filtrato glomer stimato 74.76); maggio 2011 Emocromo nella norma, Na 144, K 4.17, creat 0.79 (filtrato glomer stimato 76.92);
Sono in menopausa in TSO, ho la tiroidite di Hashimoto in terapia con Levotiroxina, Reflusso gastro esofageo.
Famigliarità positiva per malattie cardiovascolari: mamma operata di 4 by-pass coronarici, occlusione una carotide, disostruzione della contro laterale, ipertesa, ipercolesterolemica. Papà operato di 4 by-pass coronarici, disostruzione una carotide, posizionamento stent alla poplitea e alla femorale di un arto inferiore, anche lui ipercolesterolemico e iperteso. Entrambi ex fumatori (sospeso circa 25 anni fa). Nonna paterna deceduta per edema polmonare.
Ho una vita sedentaria da più di un anno a causa di una importante metatarsalgia che rende difficoltosa la deambulazione per lunghi tratti.
Ringrazio e porgo distinti saluti.

[#3] dopo  
Dr. Marcello Lorello

24% attività
4% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
MILANO (MI)
PALERMO (PA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Alla luce del Suo profilo lipidico con un aumento del COL-LDL, basso HDL, presenza di familiarità per patologia cardiovascolare, l'iniziale retinopatia Le consiglio comunque l'uso di farmaci per tutta la vita scegliendo per esempio l'indapamide 1 cp al giorno, statina, cardioaspirina, aumentare l'attività fisica (per la metatarsalgia consiglio nuoto o la bicicletta almeno 5 gg alla settimana per 45 min ogni seduta) in quanto il rischio di complicanze cardiovascolari è significativo. Non può permettersi una vita sedentaria e comunque il moto aiuta molto il suo compenso emodinamico e la tolleranza allo sforzo oltre a stabilizzare la sua pressione. Il suo obiettivo medio è 125-130 mmhg/80 mmhg. L'obiettivo complessivo è controllare i fattori di rischio per patologia cardiovascolare nell'ottica della valutazione del malato più che delle malattie (visione olistica).
Cordialità
Dr. Marcello Lorello
Specialista in medicina interna
E mail: info@studiomedicolegalelorello.it

[#4] dopo  
Utente 898XXX

Buongiorno Dott. Lorello,
prima di ricevere la sua risposta il mio medico mi ha ricambiato la terapia con Moduretic C 1/2 al mattino e facendomi rifare gli esami ematici anche perchè da alcuni mesi sto seguendo una alimentazione priva di latte e derivati, insaccati, cioccolato, dolci di ogni genere, alcuni tipi di verdura e di frutta. Ho iniziato la terapia con Moduretic con PAO 140/80 al pomeriggio è scesa a 115/70 e alla sera 165/90. Il mattino successivo era 150/85, il medico di ha detto di prendere un'altra mezza compressa, al pomeriggio 120/70 e alla sera 155/100. Ero preoccupata ho preso 15 gtt di ansiolitico e sono andata a dormire, nella notte alzandomi per andare in bagno ho avuto un malore con sudorazione fredda e capogiri, PAO 85/50 al mattino è salita a 110/65. Non ho ancora riferito nulla al medico di quanto da lei suggerito in quanto a questo punto aspettavo di tornare in ambulatorio con il risultato degli esami. Li ho ricevuti oggi: emocromo nella norma, Glucosio 75, Colest 242, HDL 58, LDL 154, Rapporto LDL/HDL 2.6, Rapporto COL TOT/HDL 4.1, Trigliceridi 147, TSH 5.09. Ho appena comunicato telefonicamente al mio medico i valori pressori come da lui richiesti gli ho riferito sommariamente i risultati degli esami, mi ha detto di non assumere più il Moduretic se la pressione non supera i 120/80, incrementare la Tiroxina e che la prossima volta che andrò in ambulatorio vedrà se fare qualcosa visto che il colesterolo è un po' alto, in quell'occasione gli farò presente i consigli che lei mi ha gentilmente dato.
Intanto mi sto organizzando per avere una cyclette e fare un po' di movimento. E' un problema per me fare nuoto perchè l'acqua fredda della piscina mi scatena il fenomeno di Raynaud, vado nelle piscine di acque calde solo saltuariamente perchè sono molto lontane da noi.
Cordialmente

[#5] dopo  
Dr. Marcello Lorello

24% attività
4% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
MILANO (MI)
PALERMO (PA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Le confermo il mio orientamento terapeutico-gestionale. Il comitato "Medicitalia" che controlla le nostre risposte mi ha fatto notare che non posso pubblicamente darLe un aiuto farmacologico e quindi non posso continuare a provare farmaci perchè contrario al codice deontologico cui aderisco consapevolmente.
Ritengo comunque che la cyclette e il movimento possano aiutarLa sia per la gestione della pressione arteriosa che per il fenomeno di Reynaud.
Cordialità
Dr. Marcello Lorello
Specialista in medicina interna
E mail: info@studiomedicolegalelorello.it

[#6] dopo  
Utente 898XXX

Grazie Dott. Lorello, ho iniziato l'uso della cyclette e cerco di andare in piscina con acqua calda più frequentemente. Ho parlato al mio medico su ciò che mi ha suggerito ma lui non ritiene necessario che io faccia terapie tranne un leggero ipotensivo. Sono consapevole del rischio cardiovascolare, ma non sono terapie che posso autogestirmi, se non sotto controllo medico le ritengo altrettanto pericolose per cui cerco di aiutarmi diminuendo la sedentarietà.
La ringrazio ancora tanto e la saluto cordialmente.

[#7] dopo  
Dr. Marcello Lorello

24% attività
4% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
MILANO (MI)
PALERMO (PA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
La sedentarietà è una causa che tutti dovremmo evitare. Probabilmente il movimento aerobico e sistematico l'aiuterà.
Sono comunque a Sua disposizione.
Cordialità
Dr. Marcello Lorello
Specialista in medicina interna
E mail: info@studiomedicolegalelorello.it

[#8] dopo  
Utente 898XXX

Ringrazio per la sua disponibilità e rinnovo i saluti cordiali.