Utente 450XXX
Egregi dottori,
sono un giovane di 26 anni che desidererebbe donare il proprio
sangue.
Mi sono però chiesto se eventuali neoplasie ancora non diagnosticate potrebbero mettere a rischio la saluta di chi riceverà il mio sangue. Mi spiego meglio: godo di una buona forma fisica; da qualche mese ho una linfoadenopatia sovraclaveolare destra (13 mm) che lo specialista ematologo ha diagnosticato come benigna e aspecifica in seguito a esami ecografico, ematochimici e obiettivo. Mi sono allora chiesto se, in caso di patologia neoplastica, in primis linfomatosa, eventualmente non diagnosticata per errore dallo specialista ematologo potrei mettere a rischio la salute di coloro ai quali verrà donato il mio sangue.
Ringraziando, saluto distintamente.

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
0% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signore, a parte il complimentarmi con lei per questo atto di estrema generosità, voglio rassicurarla.
Prima di ogni donazione vengono fatti gli screenings preliminari e se ci sono condizioni di incompatibilità alla donazione saranno rilevate.
Le incompatibilità ufficiali, ossia i criteri dell'AVIS, alla donazione sono queste:

assunzione di droghe
alcolismo
rapporti sessuali ad alto rischio di trasmissione di malattie infettive (es. occasionali, promiscui, ...)
epatite o ittero
malattie veneree
positività per il test della sifilide (TPHA o VDRL)
positività per il test AIDS (anti-HIV 1)
positività per il test dell'epatite B (HBsAg)
positività per il test dell'epatite C (anti-HCV)
rapporti sessuali con persone nelle condizioni incluse nell'elenco

Per quanto riguarda il suo linfonodo sopraclaveare, lo tenga sott'occhio senza stare in ansia, e non vada a pensare le cose peggiori. Se però fuma, per cortesia controlli il polmone.

La saluto cordialmente
Agnesina Pozzi



[#2] dopo  
Utente 450XXX

Gentile dottoressa,
La ringrazio per la cortese risposta: devo quindi presumere che le neoplasie non siano contagiose nemmeno attraverso la donazione di sangue?
Distinti Saluti.

P.S. No, non sono fumatore: credo che proprio per questo il mio medico abbia escluso, vista poi la mia giovane età, una correlazione tra il linfonodo sovraclaveare e i polmoni.