Utente 493XXX
Salve, sono un uomo di 42 anni. Nel mese di Maggio per un forte dolore al testicolo destro, mi reco al pronto soccorso.
Mi fanno ecografia (varicocele al testicolo sinistro (già presente da più di un decennio)) e visita urologica, per l'urologo si tratta di un'infezione e mi da cirpoxin 1000 per 6 giorni. All'accesso al PS mi venivno fatto anche degli esami ematici, tra cui il d-dimero (mai fatto in precedenza), proprio quest'ultimo risulta elevato 345 ng/ml su range "fino a 230", il resto nella norma (escludendo inversione della forula nell'emocromo che mi accompagna da decenni).
Dopo 20 giorni circa ripeto gli esami compreso il d dimero che questa volta risulta essere 335 ng/ml su range "fino a 230", abbiamo poi la "solita" inversione della formula.
Sia allora al pronto soccorso, che il mio medico ora, non danno tanto peso a questo valore, mentre a me, soggetto molto ansioso (sono stato in cura farmacologica per attacchi di panico e depressione per circa 7 anni), questa cosa da molta preoccupazione, specialmente in questi giorni che ho dolori alla gamba (e subito comincio a pensare a trombosi), dolori al petto (anche se 99,9% mi sembrano muscolari/nevralgici).
Vale la pena approfondire, e se sì, come mi dovrei muovere?
Grazie e buona giornata

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile signore,
Lasci stare il modesto incremento del D-Dimero che a quei valori e in assenza di dati clinici non ha nessun significato.
Non ne faccia un motivo per ricadere nell'ansia che è ben peggiore di un D-Dimero leggermente aumentato, evento frequentissimo in persone sane.
Cordialmente
Caldarola
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 493XXX

Dott. Caldarola, la ringrazio sentitamente per le sue parole. Gli ultimi mesi sono stati decisamente duri dal punto di vista psicologico e questa cosa del D-Dimero si era trasformata nella classica goccia che fa traboccare il vaso.
Nel ringraziarla ancora, le porgo i miei più cordiali saluti.