Utente 254XXX
Buongiorno,

in seguito ad alcuni problemi alla mandibola, a mia madre (80 anni, in generale in buona salute) il medico di base ha prescritto alcuni esami.
L'esito é stato il seguente:

S-anticorpi anti nucleo - POSITIVO
S-antinucleo pattern 1 - OMOGENEO
S-titolo anti nucleo 1 - 1:320

S-anticorpi anti DNA nativo - NEGATIVO
S-anticorpi anti ribonucleoproteina - POSITIVO
S-anticorpi anti antigene Smith - NEGATIVO
S-anticorpi anti SSA - NEGATIVO
S-anticorpi anti SSB - POSITIVO
S-anticorpi anti Jo1 - NEGATIVO
S-anticorpi anti Scl 70 - POSITIVO

Cosa pensa possa essere la diagnosi? Consideri che mia madre non presenta al momento sintomi particolarmente significativi, al di là del fastidio nel movimento della mandibola (già migliorato in seguito alla modifica della protesi dentaria - ritenuta possibile causa da dentista e osteopata - ed a periodici trattamenti
dall'osteopata).

Come consiglia di procedere?

Grazie mille

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
sua madre ha una età di tutto rispetto e a quanto mi dice si sente bene e non ha sintomi.
Anche la mandibola sta migliorando.

Vi è una Positività degli anticorpi anti nucleo di un certo rilievo con un pattern omogeneo che lascerebbe pensare a una connettivite, confermata dai singoli antigeni nucleari estraibili dei quali, non capisco perchè, non è riportato il valore quantitativo, che è molto importante, ma solo la positività o la negatività.
A 80 anni, cara Signora, in una paziente che clinicamente sta bene, io eviterei nel modo più assoluto di cominciare a somministrare farmaci gravati di effetti collaterali anche importanti, in assenza peraltro di una diagnosi clinica.
Al più la porterei da un OTTIMO geriatra per valutare se sia il caso di trattarla con piccole dosi di cortisone.
Tutti gli altri farmaci, FANS compresi, sono da bandire fintantochè la signora si senta bene: rischieremmo di rovinarle inutilmente la qualità della terza parte della sua vita.
Mi faccia sapere se vuole.

Cari saluti, anche alla mamma!
Dr. Caldarola
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.