Utente 682XXX
Gentilissi dottori, ho una invalidita' INAIL del 33% per i seguenti motivi: Malattia professionale del rachide, infortunio sul lavoro con conseguente rottura della cuffia dei rotatori operata con distorsione del rachide cervicale,deficit di forza arto superiore dx.Tendinopatia degenerativa spalla sx.
Per l'aggravarsi del problema alla spalla sn il 26 novembre sono stato sottoposto ad intervento per la cuffia dei rotatori, per massiva lesione con inserimento della cuffia con ancoretta.
Vorrei chiedervi a qusto proposito se dopo aver concluso la convalescenza il danno del 5 % riconosciutomi nel 2007 per la tendinopatia degenerativa della spalla sn, e' soggetto ad aumento dellìinvalidita'. GRAZIE

[#1] dopo  
Dr. Maria Assunta Pasquarelli

24% attività
4% attualità
12% socialità
TERMOLI (CB)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile utente, credo che il 33% sia la valutazione complessiva per tutte le sue patologie (malattia professionale ed infortunio), compreso il problema alla spalla. Se e' così, lei sara' richiamato a visita di revisione alla scadenza fissata dal medico dell'Inail; solo in tale sede, verra' valutato l'eventuale peggioramento alla spalla (anche se, in genere, il trattamento chirurgico dovrebbe migliorare la funzionalita').
Qualora lei ritenga di essere invece peggiorato, puo' recarsi presso un Patronato per fare richiesta di aggravamento (revisione passiva)o collegiale medica.
Credo che intanto lei abbia fatto richiesta di "ricaduta" dal 26 novembre, cioe' l'assenza dal lavoro sara' tutelata dall'Inail.
Buona serata
Dr. maria assunta pasquarelli

[#2] dopo  
Utente 682XXX

Grazie dottoressa. Lei ha capito perfettamente, infatti l'intervento e' stato fatto con ricaduta e con l'autorizzazione dell'inail. Grazie