Utente 712XXX
Buongiorno,
Mi permetto di scriverle per avere qualche delucidazione in merito all'esenzione ticket 048 di cui beneficio da alcuni anni per un carcinoma alla vescica. Fino alla scorsa estate il mio medico di base indicava l'esenzione su tutti gli esami del sangue che eseguivo per fare degli accertamenti. Mentre adesso, a detta sua, un nuovo protocollo gli impedisce di mettere l'esenzione sugli esami che eseguivo abitualmente e gli unici esami che risulterebbero esenti sarebbero dunque: emocromo - VES- esami delle urine e citologia urinaria. Il mio medico dice che gli altri esami del sangue che devo eseguire non sono in correlazione con il K vescicale. Ha perfino ventilato l'esistenza di un sistema informatico sul suo pc che gli impedisce di spuntare la casella "esente" sulle ricette.
Sono molto perplessa, poiché gli altri esami che eseguo di norma, come l'Azotemia e la creatinemia dovrebbero essere esenti, dato che sono esami che perfino l'ospedale richiede quando mi devo recare a fare un'endoscopia. Inoltre, sul foglietto rosa dell'esenzione 048 è precisato che sono esenti: LE PRESTAZIONI SANITARIE APPROPRIATE PER IL MONITORAGGIO DELLE PATOLOGIE DI CUI SONO AFFETTI E DELLE LORO COMPLICANZE, PER LA RIABILITAZIONE E PER LA PREVENZIONE DEGLI ULTERIORI AGGRAVAMENTI.

Ora, possibile che il ferro e ferritina non siano esenti, dato che la mia patologia comporta anche presenza costante di emazie nelle urine e quindi potrebbe implicare un'anemia sideropenica ? E nemmeno le transaminasi? Inoltre, dall'insorgere della patologia ho una componente monoclonale in zona IGg che evolve nel tempo, presenza di proteine Bence Jones e innalzamento della proteina Beta2 microglobulina, un marker tumorale, e per questa ragione l'ematologo mi ha detto di ripetere ogni anno l'elettroforesi e di monitorare le Bence Jones e le proteine nel sangue per valutare l'andamento del picco monoclonale e per prevenire gli ulteriori aggravamenti e possibili complicanze del caso.Possibile che questi esami, che tra l'altro non costano molto allo stato, non siano più esenti, allorquando vi è una correlazione con la patologia tumorale ? Posso comprendere che il colesterolo o la glicemia non siano esenti, così come qualche esame super specialistico e costoso, ma che mi venga negata l'esenzione sull'azotemia e l'elettroforesi mi pare sospetto e inaccettabile. Allora perché parlare tanto di prevenzione se poi si negano ai malati i suoi diritti?
Mi rivolgo dunque a voi per sapere se è realmente avvenuta una tale rivoluzione nel campo delle esenzioni, precisando che il distretto sanitario locale (Bergamo) mi ha risposto che sono esenti gli esami correlati alla patologia e che in ultima analisi spetta alla "scienza e coscienza" del medico di base valutare quali prestazioni debbano risultare esenti.
Le sarei riconoscente di volermi dare ulteriori informazioni e darmi un consiglio sul da farsi. La ringrazio per la cortese attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

al distretto sanitario le hanno già dato la risposta alla sua domanda: non esiste una lista specifica per ogni patologia e la esclusione od inclusione di esami esenti ricade soltanto sulla valutazione clinica del suo medico di famiglia.
Poiché ritengo che il suo medico si comporti in maniera corretta ma eccessivamente scrupolosa, le consiglio di farsi dare dagli specialisti ospedalieri che la seguono un elenco degli esami correlati alla sua patologia e alla relative complicanze.

Cordiali saluti
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it