Utente 296XXX
Buongiorno,

Vi scrivo in quanto avrei bisogno di un consulto in merito al rimborso danni in seguito ad un incidente stradale verificatosi ad agosto 2012 a Milano (da verbale ho il 100% della ragione), all'epoca dell'incidente avevo 26 anni.

La notte stessa dell'incidente sono stato sottoposto ad una splenectomia con conseguente emorragia interna ed un ematoma ad un rene fortunatamente riassorbito dopo pochi giorni. L'operazione ha comportato l'utilizzo di circa 25pt di sutura esterni.

Nel foglio di dimissioni ospedaliere il medico ha segnalato che lamentavo dolori ad un ginocchio che avrei fatto visitare successivamente presso uno specialista ortopedico. In seguito a tale controllo effettuato con RM mi è stata riscontrata una lesione completa dell'LCA e veniva prenotata operazione per ricostruzione. Durante l'intervento i medici hanno trovato anche l'LCL danneggiato ed hanno deciso per la sostituzione anche di quest'ultimo; inizialmente l'operazione sarebbe dovuta avvenire in artoscopia ma in seguito alla scopero dell'LCL hanno optato per un incisione laterale di circa 10 cm con 16 punti di sutura. L'operazione è stata eseguita in data 26 febbraio 2013 ed attualmente sono in piena fase di recupero.

La prima visita dal medico legale credo che avverrà all'incirca attorno a metà maggio.

Ho provato ad "investigare" in rete ma mi è difficile capire se entrambi gli interventi rientrano nel danno biologico e di che % di invalidità parliamo. Potreste cortesemente aiutarmi nel capirlo per favore ?

Grazie per l'attenzione

Distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

il danno biologico costituisce l'elemento di valutazione dell'invalidità permanente che è residuata dopo il trattamento delle lesioni riportate e la successiva riabilitazione e convalescenza.
Non è possibile stimare la percentuale che potrebbe esserLe risconosciuta, in quanto per un'attendibile valutazione sarebbe necessario effettuare una visita medica diretta, oltre all'esame analitico di tutta la documentazione sanitaria disponibile.

Per ulteriori chiarimenti può eventulmente leggere l'articolo al seguente link:
https://www.medicitalia.it/mascotti.nicola/news/2178/La-valutazione-percentuale-dell-invalidita-permanente-in-Medicina-Legale

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 296XXX

La ringrazio per la sicuramente utile risposta.

Colgo l'occasione per porle un ulteriore domanda; l'operazione al ginocchio l'ho effettuata il 26 febbraio 2013 e mi piacerebbe capire dopo quanto tempo potrei prenotare visita presso il medico legale per valutare i danni effettivi.

Grazie per l'attenzione

Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

successivamente all'intervento, Lei avrà effettuato un periodo di convalescenza, e quindi di riabilitazione.
A mio parere gli esiti stabilizzati di un intervento per ricostruzione ligamentosa del ginocchio sono valutabili ad almeno 90 giorni di distanza, dopo la conclusione della riabilitazione.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]