Utente 372XXX
salve
vorrei avere delle informazioni...io dal 2000 lavoro come operatore socio sanitario
e nel 2010 mi è stata riscontrata un ernia discale mediana e paramediana che impronta l'astuccio durale deformandolo con sottrazione del grasso epidurale a livello L4-L5
nel 2013 mi è stata riscontrata inoltre un ernia iatale da scivolamento
volevo sapere se queste potevano essere riconosciute come malattie professionali

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

per poter ottenere il riconoscimento di una malattia professionale, in ambito previdenziale INAIL, è necessario che l'Istituto stabilisca che la malattia è stata "causata dal lavoro", ovverosia che esiste un nesso di causalità fra l'attività lavorativa svolta dall'assicurato e la malattia in questione.

La procedura per tale riconoscimento prevede la denuncia della malattia ipotizzata come professionale all'INAIL da parte del medico che l'ha diagnosticata, mentre i successivi accertamenti tecnici, documentale e sanitario, vengono effettuati dai sanitari dell'Istituto Previdenziale.

http://www.inail.it/internet/default/Modulistica/Malattiaprofessionale/index.html

Per quanto riguarda lo specifico, la malattia "ernia discale lombare" è stata inserita nella nuova Tabella delle Malattie Professionali in allegato al T.U. DPR 1124/1965, per le "lavorazioni, svolte in modo non occasionale, con macchine che espongono a vibrazioni trasmesse al corpo intero: trattori, mietitrebbia,
vendemmiatrice semovente" e le "lavorazioni di movimentazione manuale dei carichi svolte in modo non occasionale in assenza di ausilii efficaci".
Queste ultime potrebbero essere pertanto ascrivibili causalmente all'attività di operatore socio-sanitario, ove dall'anamnesi lavorativa e dal riscontro documentale (DVR ex D.Lgs. 81/08) risultasse tale fattispecie.

Mi pare invece molto più difficile che possa essere stabilito un nesso causale fra l'attività di operatore socio-sanitario e la malattia "ernia iatale da scivolamento".

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]