Utente 409XXX
Buonasera, sono soggetto portatore di handicap (SORDOMUTO CONGENITO, invalidità 80%) cui è stato riconosciuto nel 1998 il comma 1 dell'art. 3 della legge104/92 (stato di handicap). Poiché soffro di una forma depressiva cronica, sto valutando di far domanda di aggravamento onde ottenere il riconoscimento del comma 3 della predetta legge (che attribuisce benefici quali 3 giorni di ferie al mese e 2 anni di congedo straordinario). La preoccupazione del medico di base, che dovrà redigere il certificato medico introduttivo in via telematica, è che la nuova patologia (depressione) insorta comunque a distanza di c.a 20 anni dal riconoscimento dello stato di handicap (comma 1 art. 3 L. 104/92) possa aumentare la percentuale di invalidità sino al 100% (dall'80% relativa al sordomutismo) con conseguente inabilità lavorativa. Vorrei conferma se la nuova percentuale di invalidità è una semplice somma delle 2 patologie o c'è un calcolo particolare come mi è sembrato di apprendere leggendo il Vs. archivio. Attendo cortese riscontro e ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,
il riconoscimento di una condizione di "handicap con connotazione di gravità" ex art.3, comma 3 della legge 104/92 pressoché costantemente si associa ad una totale e permanente inabilità al 100%, per cui valuti se Le conviene presentare o meno l'istanza di aggravamento.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]