Utente 405XXX
Buona sera, ho subito un infortunio sul lavoro tre anni fa .conseguenza l'amputazione totale dell'indice per avvelenamento causato da solvente. L'indice è andato in negrosi . Quando sono stato ricoverato d'urgenza all'incisione nei vari punti della mano per il drenaggio fuoriusciva solvente, degradando tutti i tessuti coinvolti. non solo sono comparsi neuromi dopo l'amputazione, (risolti da un altro intervento) ma i tendini sopra il dorso della mano sono rigidi, li sento costantemente in tensione e non ho la sensibilità all'esterno del medio . Il medico competente prima mi ha dato la limitazione della mansione(carpentiere) dopo continuando a lavorare , visto che non potevo usare la mano sx lavoravo quasi solo con la destra ho messo fuori uso la spalla destra. Tendinopatia della cuffia dei rotori, tendinopatia del capo lungo del bicipide bracciale con tenosinovite axstrarticolare borsite subacromiondeltoidea e idrarto intracapsulare, lesione del sovraspinoso di 12 mm. a questo punto sono inidonio alla mansione di carpentiere. Visto le mie condizione l'inail terrà conto della tabella coefficenti per darmi un punteggio o rimane nella sua valutazione iniziale al 12% . Cordiali saluti Claudio.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

attualmente la valutazione percentuale dell'invalidità permanente effettuata dall'INAIL (nella misura del 12%)riguarda il danno biologico in persona dell'assicurato; pertanto in tale contesto non rileva la mansione specifica dell'assicurato stesso e la relativa inidoneità a questa.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 405XXX

Gentilissimo, ho capito che devono rivalutare le mie condizioni. Cordiali saluti.