Utente 450XXX
Gentile dottore, sono un pensionato che attualmente si trova in Polonia con famiglia.
Volevo porle alcune domande in ordine ad un incidente occorso ad un amico di mio figlio di anni 11 circa, accaduto una domenica verso le ore 16,00 di quattro anni fa in Polonia. Racconto in breve l’accaduto A dire di mio figlio, l’amico giocava con un coltello facendoselo scorrere in testa nel cuoio capelluto, ma si è ferito da solo. In ospedale hanno cucito la ferita al cuoio capelluto di circa 3 cm., taglio in verticale che ho visto, sul lato dx del cuoio capelluto appena sopra la fronte, in mezzo ai capelli. Il m. del p.s. ha scritto sul referto medico “ Ferita superficiale alla fronte, si disinfetta e si cuce con due punti– ancora “ferita aperta in testa” si sutura con 2 punti e si invita a presentarsi dal m. di famiglia fra 5-6 g. per togliere i punti. (Non vengono rilevate altre ferite) Il padre di questo ragazzo nella mattinata di quattro giorni dopo, porta il figlio dal medico di famiglia per farsi rilasciare un certificato medico. In questo certif. med. c’è scritto “ Ferita da taglio circa 3 cm con sutura di 2 punti e leggera abrasione all’orbita dx e al polso sx; il ragazzo riferisce di essere stato picchiato a colpi di scopa (dalla parte della spazzola) da un suo amico, non accusa dolore. (Non sono state effettuati altri esami alla testa ne prima ne dopo. Dal 2015 è in corso un processo penale. Al Tribunale ho ottenuto una perizia medica a distanza di quattro anni. Il medico legale, che non ha visto la ferita e consulta quattro anni dopo i certificati medici, risponde in breve” Viene data una progn. di guarig. meno di 7 g. – potrebbe essere che la ferita in testa e le abrasioni all’orbita dx e al polso sx siano state provocate dai colpi di scopa ricevuti. A distanza di qualche mese ne richiedo unìaltra al Tribunale in quanto ho chiesto come è possibile che dei colpi di scopa dalla parte della spazzola, possono aver arrecato prima una ferita da taglio e dopo delle abrasioni, due ferite completamente diverse tra loro; ed inoltre come mai al giovane non sono stati fatti esami radiografici alla testa stante che i colpi di scopa in testa producono effetti diversi come ferite lacere contuse? L’abbondante sanguinamento non è sinonimo attribuibile ad una ferita da taglio? E perché le leggere abrasioni rilevate dal med. di famigl. non sono state rilevate al pronto soccorso? "L’esperto conferma la prima perizia med. in termini di possibilità e risponde”.“Si tratta di una ferita lacera che se ben cucita ha indotto in errore il medico di famiglia che ha trascritto ferita da taglio”.Egr. esperto, vorrei sapere quale è la sua opinione in merito, ed inoltre se la ferita lacera alla testa come dice il perito può essere stata bene indicata al p. s. nel referto medico e come mai il medico di famiglia, alla quale viene dichiarato dal giovane di essere stato colpito da colpi di scopa in testa, abbia continuato a sbagliare indicando la ferita come ferita da taglio?

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Buongiorno,

non è possibile entrare nel merito in quanto non si dispone della documentazione. Deve attenersi a quanto il medico-legale ha descritto nella sua perizia.

Cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 450XXX

Gentile Dr. Golia, la ringrazio per la cortese risposta. Volevo segnalare che non esiste molta documentazione medica, soltanto il referto medico del pronto soccorso, dopo il referto medico del direttore della clinica chirurgica e infine anche quello della pediatra. Il primo dice " Ferita superficiale alla fronte, si disinfetta e si cuce con due punti" " “ferita aperta in testa” si sutura con 2 punti e si invita a presentarsi dal medico di famiglia fra 5-6 g.", nel secondo referto il medico non rileva nulla ed è tutto negativo, mentre nel terzo, quello del pediatra che è anche il medico di famiglia stilato 4 giorni dopo l'incidente il 13.06.2013 dice testualmente :- "Diagnosi: Dichiara che il 09.06.13 circa alle 16.00 è stato colpito con la scopa – colpo in testa nella regione parietale, si è coperto con il mano sinistro. Senza perdita di coscienza - Curato all’Unita’ di Pronto Soccorso – la ferita è stata chiusa. Attualmente non segnala ne il dolore, ne i capogiri. Esame neurologico – senza deviazioni dalla norma. Nella testa – regione parietale – un ferita da taglio di circa 3 cm, sono stati messi 2 punti. Leggera abrasione dell’orbita sinistra sulla superfice esterna. Sul polso sinistro c’è una abrasione di 2 cm. La riflessione che ho fatto e che porto a sua conoscenza è che se si tratta di una ferita da taglio, ma i colpi di scopa provocano tagli o ferite contuse? E poi ancora
le leggere abrasioni che non sono state rilevate e curate al pronto soccorso, seno effetti dei colpi di scopa? Le abrasioni non avvengono tramite lo sfregamento di oggetti o su superfici oppure si riferisce a dei colpi di striscio? Il medico legale si basa soltanto su questi 3 referti medici e non ha visto le ferite in quanto la perizia risale a 4 anni dopo. Puoi darmi una risposta a queste mie riflessioni?