Utente 450XXX
Buongiorno,
mio figlio che ora ha quasi sei anni, fino ad oggi era minore invalido con riconoscimento 104 art.3 comma 3 (gravità)
La settimana scorsa abbiamo sostenuto la seconda visita di rivedibilità (biennale) da quando ha questo beneficio e dal verbale eprvenuto oggi scopro che hanno revocato tutto, invalidità e handicap.
Ma è normale?
Premetto che mio figlio ha avuto un intervento alla nascita per ventricolo destro a doppia uscita+TGA con coronaria unica e paralisi di una corda vocale dovuta probabilmente all'operazione. Mantiene lieve e moderata perdita dalle due valvole.
Blocco di branca destra.
Chiaro che farò ricorso, ma volevo preliminarmente capire se con questa patologia ci siano o no gli estremi per una soluzione positiva del ricorso..
Ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,
l'istituto della "rivedibilità" viene solitamente applicato per quelle situazioni cliniche che, nel corso del tempo, sono suscettibili di modificazioni, sia nel senso del miglioramento, che del peggioramento.
A maggior ragione possono mutare le condizioni socio-sanitarie, che configurano la condizione di "handicap" e di "handicap con connotazione di gravità", di cui quest'ultima collegata ai benefici più importanti.
Non c'è pertanto da stupirsi se, qualora siano mutate le condizioni assistenziali (terapia, frequenza e tipo di controlli, ecc...) rispetto all'accertamento precedente (è necessario che la minorazione abbia ridotto l'autonomia personale, correlata all'età, in modo da rendere necessario un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione) a seguito della visita di verifica non sia stata confermata la connotazione di gravità.
In caso contrario, esiste la possibilità di presentare, previo accertamento tecnico preventivo, il ricorso giudiziale. Per tale evenienza Le suggerisco comunque di rivolgersi ad un Ente di Patronato, che potrà valutare il caso e fornirLe l'assistenza necessaria.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Dr. Franco Deidda

20% attività
0% attualità
0% socialità
ORISTANO (OR)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Sono un medico legale, medico esterno presso l'INPS, le visite di revisione vengono effettuate per verificare se il quadro della menomazione che determina un beneficio economico, sia esso di invalidità civile e della legge 104, possano confermarsi. E' chiaro che bisogna valutare caso per caso, per stabilire in maniera aprioristica che nel caso in oggetto la valutazione e il giudizio medico legale della commissione non sia stato corretto. Prima di fare il ricorso chiederei al responsabile della sede dove suo figlio è stato sottoposto a tale visita, di darle delle spiegazioni. Cordiali saluti
Dr. Franco Deidda

[#3] dopo  
Utente 450XXX

Ringrazio per la cortese risposta. Conosco l'istituto della rivedibilità, mio figlio veniva fatto rivedibile ogni due anni da quando ha 3 mesi.
Quello che davvero non mi è chiaro è proprio comprendere cosa sia cambiato da ieri a oggi!
Le patologie che ha non sono reversibili (la coronaria non si raddoppia, la corda vocale non si sblocca, le valvole non contengono meglio col tempo...).
So' che l'INPS ha fornito chiare indicazione di dare "tagli" alle invalidità ed alle indennità (nel mio caso frequenza) ma davvero non capisco come si possa pensare che un bambino ieri era invalido con handicp grave, ed oggi è tutto perfetto! ...avendo mantenuto le patologie, con la semplice spiegazione (nel verbale) che il bimbo si relaziona bene ed è spigliato.
E' certo, mica aveva problemi psichici o neurologici!

Dr. Deidda, ma questa prassi è prevista? Nella migliore delle ipotesi a cosa porterebbe?

Tra l'altro grazie ai benefici della L. 104 mi ero avvicinato alla mia famiglia essendo statale ed ho ricoperto un incarico di capo ufficio con delle indennità che, rientrando alla vecchia sede, perderò perché non potrò ricoprire lo stesso ruolo. Quindi oltre il danno, la beffa.

Chiaro che nessuno si esprime, ma vorrei capire... Ho letto che tra le classi nyha la coronopatia di grado medio , dove immagino possa ricadere la coronaria unica (se non di più) è di classe 2 stadio B e che solo quella darebbe una percentuale (so' che ai monorenni non c'è) tra il 41 ed il 50%.
poi andrebbe aggiunta la valvulopatia.
Quindi com'è possibile tutto ciò?! (https://www.unmedicopertutti.it/invalidita_civile_cuore.htm )
Previsioni sugli esiti di un eventuale ricorso??
Grazie