Utente 191XXX
Buongiorno , mio padre avendo un tumore al retto con alcune metastasi al fegato, ha fatto domanda di invalidita' civile , handicap e accompagnamento; in settimana sosterra' la visita all'Inps.
Attualmente e' sottoposto a radioterapia e nel mentre o alla fine del trattamento della stessa si procedera' con molta probabilita' alla chemioterapia', purtroppo con la scelta di alcuni farmaci piuttosto ke altri in quanto e' pure cardiopatico; inizialmente non e' stato previsto l'intervento chirurgico e si valutera' tale intervento a fine tratattamento radioterpaico e chemio in base ai successivi controlli.

Mi chiedo: quali sono i diritti per tale patologia e la sua situazione ?

- e' un suo diritto aver riconosciuto l'art. 3 comma 3 ?
- ha dirtitto all'indennita' di accompagnamento? ( anche se al momento deambula da solo e non ha grossi e gravi deficit della deambulazione?)

grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

il diritto a fruire di un beneficio assistenziale si acquisisce soltanto dopo che gli organismi a cui è deputato l'accertamento sanitario hanno riscontrato la condizione necessaria, e solo dopo che gli organismi a cui è deputato l'accertamento amministrativo hanno accertato che è possibile erogare od attuare il beneficio.
Non è quindi corretto affermare che, in presenza di una infermità, si abbia automaticamente diritto ad un beneficio. Piuttosto, dal punto di vista medico-legale, ogni caso va analizzato e valutato alla luce delle condizioni cliniche (per quanto concerne l'invalidità civile), delle condizioni di deambulazione ed autonomia (per quanto riguarda l'indennità di accompagnamento), ed infine delle condizioni socio-sanitarie (per quanto attiene alla situazione di handicap od handicap con connotazione di gravità).

Attenda serenamente il giudizio della Commissione che valuterà il caso, tenendo presente che comunque il cittadino che non si ritenga soddisfatto delle valutazioni, e quindi dei provvedimenti con i quali eventualmente si negasse la concessione dei benefici, ha la possibilità di presentare ricorso giudiziale, entro il termine di 180 giorni dalla comunicazione.

Distinti saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 191XXX

buonasera dottore, oggi e' arrivato l'esito della commissione.

A - per quanto riguarda l'invalidita hanno riconosciuto :
" Invalido ultrasessantenne con necessita' di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita.
Requisiti di cui all'art.4 del DL. 9 febbraio 2012 n.5
art.381 del DPR 495/1992.
quindi gli hanno attribuito l'accompagnatore.


B - per quanto riguarda l'accertamento Handicap :

" Portatore di handicapin situazioni di gravita' ai sensi dell'art.3 comma 3, L. 5.2.1992,num 104

L'interessato non possiede alcun requisito tra quelli di cui all'art.4 del D.L.9 febbraio 2012 n.5

a questo punto formula la mia vera domanda:

con questi requisiti ha diritto alle agevolazioni per acquisto auto con iva al 4% e altri beneficci annessi?
nel giudizio di indennita ci sono i requisiti di cui all'art.4 ecc.ecc.. mentre nel giudizio dell'hanicap non hanno attribuito questi requisiti. che significa?

spero di non essere stato confusionario nello scrivere.ù
grazie

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

Le riporto la nota esplicativa dal sito INPS:

< Articolo 381, decreto del Presidente della Repubblica 495/1992 - Contrassegno Invalidi
Sono previste agevolazioni per la circolazione e la sosta di veicoli al servizio delle persone invalide. Tale condizione è certificabile su tutte le tipologie di verbale.

Articolo 30, comma 7, legge 388/2000 - Benefici per veicoli senza adattamento
Deve essere specificato che la condizione «affetto da handicap psichico o mentale di gravità tale da avere determinato il riconoscimento dell'indennità di accompagnamento» è certificabile unicamente sul verbale di invalidità civile.
La condizione di «invalido con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetto da pluriamputazioni» è certificabile sul verbale di invalidità civile, di handicap o di disabilità.

Articolo 8, legge 449/1997
Sono previsti benefici per veicoli con adattamento. La condizione «portatore di handicap con ridotte o impedite capacità motorie permanenti» è certificabile solo sul verbale di handicap. >

In ogni caso, prima di procedere all'acquisto di un'auto, faccia presente la situazione al venditore, che è poi in definitiva chi applica la norma.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]