Utente 483XXX
buonasera dottori chiedo un consulto per la mia fidanzata. di 32 anni. per la sintomatologia manifestata prima di prendere i farmaci alcuni psichiatri parlano di schizofrenia. pero' nella cartella clinica dell'ospedale di residenza hanno diagnosticato disturbo bipolare. prende una pensione di invalidita' di 270 € al mese. ora la madre di lei ha chiesto l'indennità di accompagnamento che e ' stata rifiutata. adesso ha fatto il ricorso. anche se la mia fidanzata e' schizofrenica con la diagnosi di disturbo bipolare nella cartella clinica le tocca l'accompagnamento o tocca solo a chi nella cartella clinica ha scritto come diagnosi schizofrenia? grazie

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

la concessione del beneficio "indennità di accompagnamento" non dipende dalla diagnosi, quale essa sia, bensì dalla permanente condizione di non autosufficienza e di necessità di assistenza continua.

Disitinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 483XXX

grazie per la risposta. ma i soggetti bipolari sono autosufficienti? hanno bisogno di assistenza continua?

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,

come le ho già indicato, la diagnosi dà indicazioni sul tipo di patologia da cui l'interessato è affetto, ma non fornisce alcun elemento per indicarne l'autosufficienza o meno, nel senso che potrebbe esistere un soggetto affetto da sindrome bipolare che non ha limitazioni ed un altro con la stessa diagnosi che deve essere assistito continuamente.
La differenza fra i due casi la fanno i disturbi comportamentali, che possono manifestarsi con maggiore o minore frequenza, e maggiore o minore gravità, ed inoltre (cosa di non poco conto) possono variare nel tempo e rispondere alla terapia.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]