Utente 148XXX
Buongiorno,

sto valutando di acquistare un tester di metalli preziosi che sfrutta la tecnologia dei Raggi X per identificare con estrema precisione la composizione % in metalli degli oggetti da analizzare.

Esistono vari tipi di macchine che effettuano questo lavoro e sono tutte più o meno grosse come un forno a microonde. Tanto per darvi un'idea un macchinario di questo tipo è il seguente: http://www.worldoftest.com/edx600.htm

Chiedo a voi se l'utilizzo di questo macchinario potrebbe portare a problemi di salute a persone che lo utilizzerebbero per decine di scansioni tutti i giorni o se la schermatura dell'oggetto dovrebbe riparare da qualsiasi problema. Chiedo inoltre se aprendo e chiudendo lo sportello dopo l'utilizzo ci si espone a qualche pericolo.

vi ringrazio anticipatamente per l'aiuto
cordiali saluti

[#1]  
Dr. Vincenzo Portolano

24% attività
0% attualità
12% socialità
CAVALESE (TN)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
Temo che quel macchinario in Italia sia fuorilegge...
La legge vigente prevede che i macchinari a raggi X siano usati da tecnici di Radiologia, da Medici Specialisti in Radiologia o (con limitazioni e prescrizioni assai stringenti) da altri Specialisti.


ciò premesso, direi che in ogni caso, usare un simile dispositivo senza avere . per citare solo un dettaglio - un controllo sulle effettive emissioni di radiazioni all'esterno dello stesso, e senza avere la possibilità di controlli sanitari (che vanno effettuati dai "medici competenti" e non da un "normale" medico del lavoro) è oltre che pericoloso per la salute dei lavoratori anche un bel rischio dal punto di vista assicurativo.

Dr. Vincenzo Portolano

[#2] dopo  
Utente 148XXX

La ringrazio per la risposta. Ingenuamente non avevo pensato che tale oggetto, arrivando dalla Cina, probabilmente non è soggetto a controlli elevati.

[#3]  
Dr. Vincenzo Portolano

24% attività
0% attualità
12% socialità
CAVALESE (TN)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
torno a sottolineare, comunque, con non è solo una questione di controlli sulla produzione dell'apparecchio, ma anche di controli sul suo utilizzo e di autorizzazioni.

insomma è una questione che interessa anche la legge 626 (oltre alla 187/2000) tanto per capirci...
Dr. Vincenzo Portolano