L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 106XXX
Egregi dottori,scrivo nella vostra sezione dato che ho consultato anche le altre specialità,per avere un vostro parere riguardo un mio problema.
Sono un ragazzo di 28 anni alto 1.70,ero in sovrappeso di 30 kg sino a luglio scorso,ora sono in regime alimentare e ho perso 10 kg e sto continuando la dieta per tornare nel peso-forma.Nel 2004 causa sovrappeso e sforzi ho sofferto di lombo-sciatalgia riscontrata negli RX dove si evidenziava una leggera compressione lombare ed una lieve rettificazione della rachide.L'ho curata dimagrendo e facendo sedute da un osteopata,ma col tempo poi ho recuperato i miei chili,tornando in sovrappeso che ho mantenuto sino al mese scorso.
Nel 2008 inizio a soffrire di ansia e attacchi di panico,che curo saltuariamente con ansiolitici e anti depressivi,non mantenendo una terapia stabile ed inizio così a somatizzare qualsiasi malessere fisico proveniente dal mio corpo.
Da giugno di quest anno inizia un mio nuovo malessere,quando cammino per strada iniziavo ad avere un senso di instabilità come se il mio corpo tirasse da un lato ed in più una pressione alla testa a volte frontale a volte alle tempie e a volte alla nuca.Pensavo alla mia solita ansia.Dopo circa un mese,agli inizi di Luglio una mattina mi sveglio con un forte mal di schiena che curo con antidolorifici e miorilassanti,nel giro di qualche giorno il forte mal di schiena passa ma cominciano ad aumentare i fastidi che avvertivo nel mese precedente.Sempre quando cammino e soprattutto quando sto molto tempo in piedi,e tutt oggi ho questi problemi,comincio ad avvertire dei tiramenti/compressioni/tensioni alla testa,alla mandibola,ai denti,al collo,al torace,alla rachide,alle braccia,sono fastidi che interessano questi distretti muscolari e che variano di intensità di giorno in giorno,per esempio un giorno sento tirarmi di più il torace un altro giorno di più la testa,altri giorni li avverto in maniera leggere ed altri ancora in maniera più pesante inoltre variano anche se calzo determinate scarpe,se metto i sandali li avverto in un modo differente rispetto a quando metto scarpe di tela o peggio stivaletti,ed in particolar modo aumentano di intensità se provo a camminare a passo veloce,infatti spesso devo rallentare il passo o fermarmi anche perchè iniziano anche gli sbandamenti e a volte delle fascicolazioni ed avverto il passo ondulante come se stessi su una barca.Questi fastidi spariscono se mi siedo o mi sdraio,la notte dormo bene.Anche se certe volte ho notato che si accentuano quando sto molto tempo seduto al pc,forse perchè mi siedo male e tengo la testa ed il bacino in avanti.Invece se sono seduto normalmente tipo ad un tavolino di un pub sto praticamente bene.
Per questi problemi ho fatto delle sedute da un osteopata il quale ha trattato tutti questi distretti muscolari,ma non ho risolto gran chè.
Dalla mia descrizione è possibile attribuire un origine a questo problema?Schiena,piedi,psicosomatica?
In attesa di risposte Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
come dice correttamente questi suoi disturbi possono ricollegarsi ad anomalie alla schiena, all'appoggio del piede, aggiungerei la colonna cervicale ed ogni distretto muscolare dove siano presenti contratture anomale; emozioni ed ansia purtroppo possono rappresentare motivi di aggravamento.

Un collega che può esserle d'aiuto nel risalire alle eventuali cause posturali è un ortopedico o un fisiatra esperti in posturologia; sentito il loro parere specialistico si rivolgerà successivamente ad un fisioterapista esperto che la seguirà nella terapia indicata.

Chieda consiglio al suo medico di fiducia e provi a vedere se tra i colleghi del nostro sito qualcuno esercita nella sua zona; successivamente qualora gradisse consulti pure a mio nome (Dr. Leone, medico omeopata di Roma) il Prof. Antonio Vozza, fisioterapista esperto in cinesiologia e posturologia che esercita a Casagiove.

Cordiali saluti.
Dr. Riccardo Ferrero Leone
Omeopatia-Omotossicologia-Nutrizione clinica