L'area di Medicina non Convenzionale è riservata ai soli perfezionati in tali discipline, quindi non sarà possibile ricevere risposte da altri specialisti. Teoria e pratica delle discipline di Medicina non Convenzionale ad oggi non sono ancora sostenute da sufficiente sperimentazione scientifica e sono disciplinate dal codice di deontologia medica (art. 15)

Utente 492XXX
Sono una ragazza di 30 anni e soffro di iperidrosi localizzata nella sola parte delle mani e dei piedi.E' un problema che ho solo quando fa molto caldo o in ambienti particolarmente umidi per questo vorrei evitare medotiche invasive compresa la tossina botulinica.Mi chiedevo se esiste qualche rimedio naturale o omeopatico per tamponare i problema.
Ringrazio per la disponibilità.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Inzirillo

36% attività
0% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
SONDALO (SO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Cara utente
Sarebbe utile capire l'entità della sudorazione.
In condizioni di elevata temperatura ed umidità il fatto che si sudi è da considerare una cosa normale ed anzi necessaria!
La localizzazione alle sole mani e piedi fa pensare ad una iperattività del sistema nervoso simpatico che appunto può provocare in molti soggetti problemi di sudorazione accentuata localizzata al viso alle ascelle ai piedi e più frequentemente alle mani.
Purtroppo non esistono terapie farmacologiche od omeopatiche accettabili (in realtà si potrebbero utilizzare farmaci anticolinergici ma i dosaggi necessari per ottenere un effetto minimo provocherebbero effetti collaterali inaccettabili).
Altre alternative sono:
1) L'uso di antitraspiranti: risultati minimi e temporanei
2) Ionoforesi: trattamento molto lungo con scarsi risultati
3) Tossina botulinica: trattamento efficace ma molto doloroso alle
mani, effetto a tempo determinato. Costoso. Ripetibile ma non per sempre.
Allo stato attuale l'unico metodo valido, efficace e definitivo per il trattamento di questo genere di iperidrosi è un piccolo intervento chirurgico che si chiama "simpaticectomia videotoracoscopica".
Si tratta di una intervento banale che consiste nel sezionare, ad un certo livello, un nervo (detto "nervo simpatico") in modo da eliminare la sudorazione patologica ma non quella fisiologica.
Si tratta dell'intervento più banale che eseguiamo noi Chirurghi Toracici ed in mani esperte viene eseguito in brevissimo tempo senza problemi con un ricovero di due giorni appena.
L'unico svantaggio è che con questo interventino si risolve la sudorazione al volto, alle ascelle ed alle mani ma non ai piedi. Per eliminare la sudorazione dei piedi sarebbe necessario effettuare un intervento addominale molto più complesso e non proponibile per un problema definiamolo "non maggiore".
Spero di esserle stato utile.
Rimango a disposizione per ulteriori chiarimenti

Dr. Francesco Inzirillo
Dr. Francesco Inzirillo
- Ospedale "Morelli" - Sondalo
- Istituto Clinico Humanitas - Milano

[#2] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
a completamento di quanto esposto dal collega che mi ha preceduto per la problematica da lei citata e in considerazione della sua richiesta in ambito di medicina non convenzionale aggiungo la possibilità di trattamento terapeutico mediante agopuntura. Questa metodologia è risultata efficace nel trattamento della iperidrosi palmare e plantare da iperattività del sistema nervoso simpatico.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati

40% attività
8% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
FORLI' (FC)
SASSO MARCONI (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Visto che il quesito era rivolto alla ricerca di "un rimedio naturale o omeopatico" mi permetto di aggiungere una breve nota.
In Omotossicologia le malattie non vanno soppresse ma modulate; in particolare l'iperidrosi è considerata una patologia da non sopprimere per evitare altre patologie che possono subentrare. Può essere curata con rimedi che non sto a elencare qui per ovvi motivi. Le consiglio di cercare nella Sua città un Medico "esperto in Omotossicologia" (qualifica rilasciata dall'Ordine dei Medici dopo un preciso iter accademico) che dopo averLa visitata potrà proporLe una cura specifica.
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it

[#4] dopo  
Dr. Umberto Donati

40% attività
8% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO)
FORLI' (FC)
SASSO MARCONI (BO)
MONTE SAN PIETRO (BO)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Un Collega ha sollevato obiezioni circa la frase >Medico "esperto in Omotossicologia" (qualifica rilasciata dall'Ordine dei Medici dopo un preciso iter accademico)<.
Per essere più precisi avrei dovuto dire >Medico "esperto in omotossicologia" dizione che esprime l'autorizzazione rilasciata dall'Ordine dei Medici dopo aver preso visione della documentazione relativa agli studi fatti, che devono rispondere a precisi requisiti<, e il senso era quello.
Non tutti gli Ordini dei Medici (e non so se lo ha fatto quello di Torino) hanno disposto dei registri per i Medici che praticano le Medicine non convenzionali, ma soprattutto, come faceva giustamente notare il Collega, " il paziente non ha modo di prendere visione della competenza in una MNC presso l'Ordine dei Medici così come può fare per il possesso della Laurea e del titolo di Specializzazione".
Detto questo, visto che è della provincia di Torino, La invito a visitare il sito dell'Ordine dei Medici di Torino (alla pagina http://www.omceo.to.it/News/Medicine non Convenzionali.htm) dove troverà
molte informazioni sulle MNC e in particolare sulla Omotossicologia.
Cordiali saluti
dr. Umberto Donati
Umberto Donati, MD

www.ortopedicoabologna.it